VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con Budan

"Mercato, dal Verona al Palermo: quanti movimenti! Ribaltoni rosanero? Serve gestione fuori dal campo. Zamparini e il mercato con i procuratori, situazione strana. Torino, prendi Kramaric"
08.01.2016 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 18618 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

"Si dice sempre «no, non sarà un gennaio importante». E invece vedo, sento che tutti vorrebbero rinforzarsi. Tutto è abbastanza calmo, ma delle trattative - in A e in B - ci sono e si svilupperanno, come sempre accade in Italia, nelle ultime settimane". Parla così a TuttoMercatoWeb Igor Budan, ex attaccante del Palermo e direttore sportivo dello Spezia, che analizza le vicende di mercato di queste settimane.

Da chi si aspetta movimenti?
"In A sicuramente chi deve salvarsi farà qualcosa. Il Verona, se ha le risorse, dovrà reagire. Il Palermo pure perché la classifica non è bella. Farà qualcosa anche il Genoa, ma dipenderà dalle disponibilità. E poi c'è il Frosinone, che si trova in una zona rossa e il Carpi con Romairone sta cercando di fare qualcosa di importante. Bene invece il Bologna, pensando a come era iniziato l'anno si trova una posizione ottimale: con Donadoni una grande svolta, praticamente con gli stessi giocatori".

Intanto a Palermo è un continuo ribaltone. Via Ballardini, torna Iachini. Anzi no. Resta Ballardini.
"I cambiamenti con Zamparini ci sono stati e ci saranno sempre. La gestione dello spogliatoio e del gruppo è molto importante, non basta l'allenatore: ormai anche le big inglesi stanno cercando di creare un team attorno al tecnico. Al West Ham Allardyce si muove con diciannove persone. Forse bisognerebbe prestare attenzione anche alle situazioni al di là del campo. Senza una base forte, attorno alle questioni di campo, un allenatore fa fatica. Il Presidente comunque ha fatto cose buone e cose sbagliate: lui, anche in questo momento, sa dove sono stati fatti degli errori".

Se Zamparini la richiamasse?
"Fino al 2017 sono pagato dal Palermo, i rapporti sono eccezionali. Il contatto c'è sempre stato, da ds dello Spezia ho preso Terzi che è diventato il capitano. Farei fatica a dire che non tornerei. Ma dovrebbero esserci i presupposti per lavorare come si deve. A Palermo mi sono trovato bene, sono in ottimi rapporti con tutti. Ci sono delle figure intorno al Presidente, bisognerebbe vedere cosa ne pensa. Io sono abbastanza tranquillo. Se succede succede, sennò ci saranno altre situazioni".

Ma è davvero così ingestibile Zamparini?
"A lui dà più fastidio il modo in cui perdi. È sempre stato uno che difficilmente accetta le sconfitte. Ma la sconfitta fa parte dello sport. Lui è impulsivo, fa fatica ad accettare quando perde e va fuori di testa. Vuol dire che ci tiene tanto e magari quando non sei lucido prendi delle decisioni che non sono giuste".

Intanto il ds sembra una figura inesistente. E Zamparini si circonda di procuratori, il croato Curkovic - che ormai fa base a Palermo - su tutti.
"Conosco Curkovic come un procuratore. Non so se abbia un ruolo nel Palermo, ma spero di no perché sarebbe conflitto d'interessi. Il Presidente sente tante persone per avere dei consigli Non credo che un agente possa dare dei consigli ad un presidente. Non vorrei che poi magari passi un conflitto che non fa bene né ad uno e né all'altro, perché poi i consigli potrebbero dipendere dai calciatori assistiti da quel determinato procuratore. Il Palermo comunque ha un direttore sportivo...ma cercare i giocatori e occuparsi della gestione sono cose differenti. Loro sanno come hanno impostato la gestione della squadra, in campo e fuori. Ma immagino che anche Zamparini si stia chiedendo il motivo di queste difficoltà. Brutto dirlo, ma le situazioni di mercoledì sono un segnale di confusione. E poi non ho mai visto un agente che consiglia un giocatore che non è suo...".

Budan team manager, Perinetti direttore sportivo. Era il tandem ideale, per gestire Zamparini...
"Tre anni fa la mia figura rappresentava un filtro tra la proprietà e lo spogliatoio. Una figura molto delicata: non puoi essere simpatico a tutti. Ma era una novità. E penso che con Perinetti - al di là delle prime difficoltà - la strada per noi fosse in discesa. Siamo riusciti a trovare delle dinamiche e il rispetto tra di noi, eravamo in piena sintonia. Lui ds e io team manager: abbiamo lavorato bene e il rapporto è rimasto. Sono riuscito ad apprendere i suoi consigli, magari gli sono stato utile anche io. Uno scambio di idee e discussioni, che poi hanno portato ad un risultato. Fai fatica a stare simpatico a tutti perché magari c'è qualcuno che magari ha la tua stessa età ed è invidioso, ma i risultati parlano per noi".

Intanto tiene banco la vicenda Sorrentino, l'età avanza e il contratto è in scadenza. Come finirà?
"È un portiere che negli ultimi anni ha fatto bene, ma - vedendo gli ultimi contratti del Palermo - guadagna tanto. Bisogna capire se accetterà la proposta di rinnovo... so che aveva volontà di giocare fino a 40 anni, ha motivazioni per arrivarci e se è in salute è un portiere valido. Ma dipenderà dalle sue richieste".

Kramaric del Leicester: ci pensa il Torino. Come lo vede?
"Con il calcio di Ventura lo vedrei davvero bene, è un giocatore che era monitorato già l'anno scorso da alcune squadre italiane. Ma le sterline hanno prevalso e quindi è andato in Inghilterra. In Croazia ha dimostrato delle doti importanti, s'è trovato ad avere una concorrenza importante al Leicester. Ranieri sta facendo bene, come fai a cambiare qualcosa? Per le sue caratteristiche, lo vedrei meglio in Italia. Secondo me, farebbe davvero bene".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Battistini 21.11 - “Credo che sia stata una vergogna non aver assistito alle dimissioni immediate di Tavecchio e Ventura. Davvero, una cosa vergognosa. Tavecchio non si è presentato davanti agli organi di informazione dopo la partita, è scappato... E Ventura poi si sentiva in colpa soltanto per il risultato...

A tu per tu

...con Marchetti 20.11 - “Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro...

A tu per tu

...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...

A tu per tu

...con Tavano 14.11 - L’Italia non va al Mondiale. Il doppio confronto con la Svezia non ha dato i frutti sperati. Niente Russia. “Incredibile”, commenta a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Diego Tavano. “Dispiace troppo, siamo una nazione - prosegue Tavano - con una potenzialità enorme ma che non...

A tu per tu

...con Stellone 13.11 - “La serie B?!È un campionato più concentrato rispetto agli altri anni. Potrebbero esserci due sorprese come Cremonese e Venezia ma è già successo che altre squadre neopromosse abbiamo fatto bene subito”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone fa le carte al campionato di serie B....

A tu per tu

...con Colantuono 12.11 - “La sorpresa? La Lazio, ma non più di tanto. Sulla scia di quanto fatto l’anno scorso comunque mi aspettavo una squadra del genere. Chi costruisce la squadra - Tare e Lotito - difficilmente sbaglia. Guardate cosa hanno fatto i biancocelesti l’anno scorso...”. Parla così a TuttoMercatoWeb...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.