VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con Calori

"Brescia, io ci credo ancora... la mia una scelta di cuore. El Shaarawy percorso veloce, ecco dove migliorare. Felipe Anderson che sorpresa! Futuro? Vorrei partire dall'inizio"
05.04.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 15198 volte
© foto di Federico De Luca

"Finché vedo le prestazioni e la matematica dice che possiamo crederci, io ci credo". Così a TuttoMercatoWeb l'allenatore del Brescia, Alessandro Calori. Penultimo posto in classifica, ma tanta voglia di provare l'impresa. Calori del resto, conosceva già la situazione ancora prima di mettersi in sella alla panchina del Brescia.

Ma chi glielo ha fatto fare, mister?
"Ho fatto una scelta di cuore. Ho scelto una piazza che mi vuole bene, mi hanno cercato le persone, potevo starmene a casa o scegliere altre situazioni. Ma anche questo è calcio. Non so se è la scelta giusta, ma ormai l'ho fatta. Finché vedrò lottare tutti sono in prima fila".

È una serie B strana. E il Carpi sorride, sta andando in serie A.
"Il risultato è frutto di una stagione, poi alla fine paghi il conto. Se hai una rosa ampia riesci a sostituire chi ha giocato sempre e quindi le forze nuove possono darti una mano. Se non arrivi in condizione fai fatica. In B conta la gamba, è una categoria dove se non sei in una condizione atletica ottimale fai fatica. Guardate il Carpi, corre a mille, è determinato e poi quando le cose vanno bene succede di tutto e di più".

Il Carpi domina il campionato. Fatica il Catania, sembrava che dovesse andare spedito in serie A. E nessuno immaginava - visto l'organico - il Brescia al penultimo posto.
"A Catania tanti nomi, tanti giocatori importanti. La squadra è stata ribaltata, ma sono annate in cui gira tutto storto. A Brescia invece abbiamo avuto dei problemi societari, sembrava che la società dovesse fare la fine del Parma. Sono state sprecate tante energie. Quando sei sull'orlo del baratro succedono cose impensabili".

Il suo pupillo, El Shaarawy, cerca stabilità per la prossima stagione: lo vede ancora al Milan?
"Ha fatto un percorso veloce. Ad un certo punto con Allegri teneva in piedi il Milan, poi ha perso sicurezza e ha avuto anche tanti infortuni. È un ragazzo ancora inespresso, deve avere la forza di migliorarsi in alcune cose. Ha qualità. Rientra e parte, così però diventa un riferimento per gli avversari. Se impara ad occupare più parti del campo può fare grandi cose. Non so se continuerà al Milan o da un'altra parte, ma è un patrimonio anche per l'Italia".

Chi la sorpresa dell'anno?
"Felipe Anderson. Ha trovato continuità, certezze e sicurezze".

Da chi si aspettava qualcosa di più?
"Dalla Roma, un crollo derivato forse dal fatto che pensavano di poter raggiungere la vetta. L'anno scorso i giallorossi hanno dominato, ma bisogna avere le varianti. E alla Roma in attacco mancano: non ha un centravanti di ruolo".

Beh, c'era. Mattia Destro.
"Sì, ma se non viene utilizzato... Per giocare nella Roma - che è una grande squadra - devi avere qualcosa in più. Devi essere un campione e allora puoi fare la differenza. Se ancora non sei campione non è facile...".

E lei il prossimo anno, dove si vede?
"Non lo so, sto vivendo quest'avventura in maniera viscerale e voglio viverla fino alla fine. Però mi piacerebbe partire con un progetto da inizio anno".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Planes 22.11 - “Juventus Barcellona? Una bella partita, davvero. Il Barcellona è in un grande momento, sta ottenendo grandi risultati. Ma la Juventus in casa è una squadra davvero forte. Sarà comunque una partita molto diversa rispetto a quella di andata. Non pensate al match d’andata...”. Così...

A tu per tu

...con Battistini 21.11 - “Credo che sia stata una vergogna non aver assistito alle dimissioni immediate di Tavecchio e Ventura. Davvero, una cosa vergognosa. Tavecchio non si è presentato davanti agli organi di informazione dopo la partita, è scappato... E Ventura poi si sentiva in colpa soltanto per il risultato...

A tu per tu

...con Marchetti 20.11 - “Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro...

A tu per tu

...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...

A tu per tu

...con Tavano 14.11 - L’Italia non va al Mondiale. Il doppio confronto con la Svezia non ha dato i frutti sperati. Niente Russia. “Incredibile”, commenta a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Diego Tavano. “Dispiace troppo, siamo una nazione - prosegue Tavano - con una potenzialità enorme ma che non...

A tu per tu

...con Stellone 13.11 - “La serie B?!È un campionato più concentrato rispetto agli altri anni. Potrebbero esserci due sorprese come Cremonese e Venezia ma è già successo che altre squadre neopromosse abbiamo fatto bene subito”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone fa le carte al campionato di serie B....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.