HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Diego Lopez

“Cagliari, dovevamo salvarci prima... Ma che peso l’assenza di Joao Pedro! Al Penarol un grande progetto. Mercato, contento di Matheu e Freitas. Lores grande rinforzo, con noi può fare bene. Uruguay, batti la Francia. Che bravo Tabarez...”
06.07.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 15125 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Una salvezza conquistata, fortemente voluta. Con il Cagliari. E ora il Penarol, una nuova avventura. Il ritorno in patria per Diego Lopez, l’allenatore designato per guidare la formazione uruguaiana. “A Cagliari avremmo dovuto centrare la salvezza prima, ma l’assenza di Joao Pedro si è fatta sentire. Poi ci siamo complicati la vita, soprattutto nelle due partite di Verona. E poi non abbiamo avuto fortuna in qualche circostanza, per esempio contro il Bologna oppure contro la Lazio dove Immobile ha tirato fuori una magia che non è normale”, dice in esclusiva a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore dei rossoblu e oggi al Penarol.

Quando è scattata la scintilla per la salvezza?
“Contro la Roma. Quando abbiamo fatto una partita importante, anche se non sono arrivati i punti. Quello è stato uno dei momenti più importanti, anche grazie agli applausi del pubblico. Ovviamente però, la salvezza si poteva centrare prima”.

Si aspettava di rimanere a Cagliari?
“Quando ho firmato avevo il rinnovo automatico nel caso in cui avessimo centrato il decimo posto. Il presidente ha fatto la sua scelta, io la mia. E va bene così. Rimane il buon rapporto, che c’è stato anche nei momenti difficili. Se mi aspettavo di rimanere o no, lo tengo per me. Ma non ho mai pensato al futuro, ero concentrato sulla stagione. Una stagione intensa. Ciò che conta è che la squadra sia in Serie A”.

Aveva altre possibilità in Italia? Il Brescia, per esempio?
“Con il Brescia non ho mai parlato. In Italia, aspettando, avrei potuto trovare alcune soluzioni. Ma il Penarol è una società organizzata, la squadra mi è sempre piaciuta e la chiamata è arrivata al momento giusto. Questa è una squadra con tanta storia. Il mio contratto è di un anno e mezzo, il progetto è buono e si può lavorare bene”.

Mercato: fin qui avete preso Matheu e Freitas...
“Matheu sostituisce Arias. Forse prenderemo anche un altro centrale. Freitas ha esperienza, è giovane e ha le caratteristiche giuste”.

Il prossimo colpo sarà Ignacio Lores Varela.
“Lo conosco, mi piace. L’ho visto giocare. Probabilmente è un calciatore conosciuto più in Italia che in Uruguay perché è andato via da giovane. È un giocatore con qualità, ha un piede importante. Da noi potrà fare bene”.

L’Uruguay all’esame Francia. Che forza, Tabarez...
“L’ho avuto a Cagliari. È una grande persona e un ottimo allenatore. La squadra ha grande qualità, ci sono ragazzi giovani che corrono. Una squadra unita, un gruppo compatto. Contro la Francia, l’Uruguay, può fare bene. Questo gruppo lavora da tanto. E proprio il gruppo è la sua forza. Tabarez è un grande esempio. La sua forza è cosa meravigliosa per tutti, un esempio. Davvero”.

La Nazionale Uruguaiana possibile candidata per vincere il Mondiale?
“È la speranza di tutto un Paese. C’è la consapevolezza di poter arrivare fino in fondo. La Francia è un’ottima squadra, ma l’Uruguay se la gioca. E si, l’impresa è possibile”.

E lei, mister? Progetto Penarol e poi, ritorno in Italia?
“Si. Certo. Ma intanto sono tornato nel mio Paese per guidare una grande squadra. Sarà un’esperienza particolare, che mi insegnerà tanto. E poi, si, al ritorno in Italia ovviamente ci penso”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Accardi 14.11 - “Se Ventura davvero ha preso la buonuscita siamo alla follia, mi auguro che ciò non sia avvenuto davvero. È un allenatore che non fa più parte di una logica di calcio come quella del Chievo, eppure mi sembrava il tecnico ideale”. Così a TuttoMercatoWeb Beppe Accardi a proposito dell’addio...

A tu per tu

...con Corini 13.11 - Bel gioco e risultati. Per il Brescia di Eugenio Corini è una settimana felice dopo il 4-2 all’Hellas Verona. “Era una prova importante contro una delle favorite per la vittoria del campionato. Aver vinto è stato un bel segnale, la squadra è stata costruita con dei valori e con i...

A tu per tu

...con Caliendo 12.11 - “CR7 è servito ad accendere quell’attenzione che si era spenta nei confronti del calcio italiano. Un’iniezione di grandissimo impatto mediatico, che ci ha riportato ai livelli del calcio mondiale”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Antonio Caliendo. Il calcio italiano,...

A tu per tu

...con Foschi 11.11 - Scontro al vertice in Serie B. Palermo-Pescara per la testa della classifica. “Siamo arrivati all’undicesima di campionato con una media punti incedibile. Ci piacerebbe continuare questa corsa nell’alta classifica. È una partita difficilissima, uno scontro diretto ma riferito a questo...

A tu per tu

...con Canovi 10.11 - “Juric si gioca la panchina? Una storia già vista”. Così a Tuttomercatoweb l’avvocato Dario Canovi sul momento del Genoa. La partita non è delle più abbordabili: i rossoblu sfidano il Napoli. “Temo che il Genoa non abbia molte speranze di fare risultato contro il Napoli. Incontrare...

A tu per tu

...con Spinelli 09.11 - “È finito, nessuna possibilità di ripensarci. Davvero, diciamo basta”. Così a TuttoMercatoWeb Aldo Spinelli si congeda da Livorno. Ultimo posto in classifica, situazione poco felice. Presidente, perché questa scelta? “Siamo stanchi. Molto stanchi. Abbiamo sprecato tante energie...

A tu per tu

...con Cinelli 08.11 - Antonio Cinelli e il Chievo Verona, è addio. Due giorni per il centrocampista la risoluzione del contratto, ora è tempo di una nuova avventura. “Nel Chievo non c’è mai stato un progetto su di me, non rinnego la scelta perché sono stato legato ad un club di serie A per tre anni. Ma...

A tu per tu

...con Moggi 07.11 - “Per la Juventus è una partita normale, per il Manchester United è fondamentale. La Juve non affronterà il match con la solita cattiveria, mentre il Manchester United dovrà impiegare anche con grandi motivazioni”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale della Juventus, Luciano...

A tu per tu

...con Di Campli 06.11 - “Inter-Barcellona? Per la classifica è insignificante, si qualificheranno entrambe. Un pareggio accontenterebbe tutti”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Donato Di Campli. Che mercato si aspetta dall’Inter a gennaio? “Qualche rinforzo soprattutto per quanto riguarda i rincalzi....

A tu per tu

...con Leone 05.11 - I passi falsi contro Cittadella e Cosenza? Il Cittadella è una delle squadre più organizzate del campionato, ho grossa stima della formazione veneta e sapevamo che ci avrebbe messo in difficoltà. Il Cosenza invece non ha avuto grosse occasioni da gol, potevamo sfruttare meglio alcune...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy