HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Diego Lopez

“Cagliari, dovevamo salvarci prima... Ma che peso l’assenza di Joao Pedro! Al Penarol un grande progetto. Mercato, contento di Matheu e Freitas. Lores grande rinforzo, con noi può fare bene. Uruguay, batti la Francia. Che bravo Tabarez...”
06.07.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 15235 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Una salvezza conquistata, fortemente voluta. Con il Cagliari. E ora il Penarol, una nuova avventura. Il ritorno in patria per Diego Lopez, l’allenatore designato per guidare la formazione uruguaiana. “A Cagliari avremmo dovuto centrare la salvezza prima, ma l’assenza di Joao Pedro si è fatta sentire. Poi ci siamo complicati la vita, soprattutto nelle due partite di Verona. E poi non abbiamo avuto fortuna in qualche circostanza, per esempio contro il Bologna oppure contro la Lazio dove Immobile ha tirato fuori una magia che non è normale”, dice in esclusiva a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore dei rossoblu e oggi al Penarol.

Quando è scattata la scintilla per la salvezza?
“Contro la Roma. Quando abbiamo fatto una partita importante, anche se non sono arrivati i punti. Quello è stato uno dei momenti più importanti, anche grazie agli applausi del pubblico. Ovviamente però, la salvezza si poteva centrare prima”.

Si aspettava di rimanere a Cagliari?
“Quando ho firmato avevo il rinnovo automatico nel caso in cui avessimo centrato il decimo posto. Il presidente ha fatto la sua scelta, io la mia. E va bene così. Rimane il buon rapporto, che c’è stato anche nei momenti difficili. Se mi aspettavo di rimanere o no, lo tengo per me. Ma non ho mai pensato al futuro, ero concentrato sulla stagione. Una stagione intensa. Ciò che conta è che la squadra sia in Serie A”.

Aveva altre possibilità in Italia? Il Brescia, per esempio?
“Con il Brescia non ho mai parlato. In Italia, aspettando, avrei potuto trovare alcune soluzioni. Ma il Penarol è una società organizzata, la squadra mi è sempre piaciuta e la chiamata è arrivata al momento giusto. Questa è una squadra con tanta storia. Il mio contratto è di un anno e mezzo, il progetto è buono e si può lavorare bene”.

Mercato: fin qui avete preso Matheu e Freitas...
“Matheu sostituisce Arias. Forse prenderemo anche un altro centrale. Freitas ha esperienza, è giovane e ha le caratteristiche giuste”.

Il prossimo colpo sarà Ignacio Lores Varela.
“Lo conosco, mi piace. L’ho visto giocare. Probabilmente è un calciatore conosciuto più in Italia che in Uruguay perché è andato via da giovane. È un giocatore con qualità, ha un piede importante. Da noi potrà fare bene”.

L’Uruguay all’esame Francia. Che forza, Tabarez...
“L’ho avuto a Cagliari. È una grande persona e un ottimo allenatore. La squadra ha grande qualità, ci sono ragazzi giovani che corrono. Una squadra unita, un gruppo compatto. Contro la Francia, l’Uruguay, può fare bene. Questo gruppo lavora da tanto. E proprio il gruppo è la sua forza. Tabarez è un grande esempio. La sua forza è cosa meravigliosa per tutti, un esempio. Davvero”.

La Nazionale Uruguaiana possibile candidata per vincere il Mondiale?
“È la speranza di tutto un Paese. C’è la consapevolezza di poter arrivare fino in fondo. La Francia è un’ottima squadra, ma l’Uruguay se la gioca. E si, l’impresa è possibile”.

E lei, mister? Progetto Penarol e poi, ritorno in Italia?
“Si. Certo. Ma intanto sono tornato nel mio Paese per guidare una grande squadra. Sarà un’esperienza particolare, che mi insegnerà tanto. E poi, si, al ritorno in Italia ovviamente ci penso”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Angella 22.01 - Un gol che sa di ciliegina sulla torta ad un momento positivo dopo qualche problema. Gabriele Angella ha timbrato il cartellino regalando la vittoria allo Charleroi. “Ho fatto il gol vittoria. È ancora più bello dopo un anno tribolato a Udine. Allo Charleroi mi si è aperto un mondo,...

A tu per tu

...con Angelozzi 21.01 - “Fino a fine anno non cediamo nessuno. Poi a fine stagione tireremo le somme”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo dello Spezia, Guido Angelozzi blinda i calciatori della sua squadra. Ricci al centro del mercato. Blindato anche lui? “È richiesto, ma rimarrà. Lui come...

A tu per tu

...con D’Anna 20.01 - “Higuain al Chelsea e Piatek al Milan? Sono due giocatori di altissimo livello. Personalmente avrei preferito tenere Higuain per quello che ha dimostrato. Piatek ha avuto un exploit incredibile ma è ancora da verificare perché al Milan pressioni e obiettivi sono diversi”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Bonato 19.01 - “L’Inter ha avuto un inizio difficile, poi ha trovato la quadratura. Il terzo posto è abbastanza consolidato, rimane l’amarezza dell’eliminazione dalla Champions”. Cosi a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale del Sassuolo, Nereo Bonato. Per il Sassuolo una partenza importante,...

A tu per tu

...con Caravello 18.01 - “Higuain ormai vicino al Chelsea? Dopo sei mesi è una storia che non finirebbe bene lo stesso perché il rendimento non è stato positivo. Da quando Higuain è andato via da Napoli, il feeling con Sarri è rimasto intatto. È un’operazione che conviene a tutti: alla Juve, al Milan che...

A tu per tu

...con Ujkani 17.01 - Voglia di tornare protagonista. Samir Ujkani scalpita, in attesa di ritrovare la scena tra i pali. “Non sono contento, perché non sto giocando. E la situazione della squadra è negativa. Abbiamo bisogno di un miracolo per salvarci. A livello individuale non sta andando bene, ero arrivato...

A tu per tu

...con Amelia 16.01 - Supercoppa negli Emirati Arabi, a Gedda. In campo oggi Milan e Juventus. “Il fatto che all’estero il nostro calcio abbia ancora un appeal importante e ci siano nazioni interessate ad ospitare una finale tra due club blasonati della Serie A è positivo. Ma non si deve mai dimenticare...

A tu per tu

...con Nani 15.01 - “Ho visto giocare il Chelsea, si percepisce chiaramente come il mister abbia l’esigenza di avere un calciatore che sappia attaccare la profondità e faccia un po’ il suo gioco. Deduco che non sia soddisfatto delle opzioni attualmente a disposizione visto che gioca Hazard attaccante”....

A tu per tu

...con D’Amico 14.01 - “Chi non ha bisogno si muove per giugno, gli altri invece cercano di rinforzarsi per raggiungere gli obiettivi di riferimento”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Andrea D’Amico fotografa la sessione di calciomercato in corso. Tutti a lavoro per la prossima stagione. L’Inter prova...

A tu per tu

...con Gasparin 13.01 - “Gabbiadini è un giocatore di assolute qualità che ha espresso meno di quanto le sue capacità tecniche gli consentano. Per contenuti tecnici è un calciatore di altissimo livello, che non è mai riuscito ad esprimersi del tutto. Mi auguro che con Giampaolo riesca a trovare la maturazione...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510