VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
A tu per tu

....con Fusco

"Bologna in A, il merito è dei giocatori. Futuro? In un club che mi faccia lavorare. Monchi sia d'esempio per tutti. Bari? Nessun contatto. Pecchia al Real, sarà un top..."
18.06.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 43056 volte

Bologna in serie A. Meriti divisi a metà, tra la vecchia e la nuova dirigenza. A TuttoMercatoWeb parla Filippo Fusco, ex responsabile dell'area tecnica rossoblù che a gennaio ha fatto posto a Pantaleo Corvino.

Fusco, quanto c'è di suo nella promozione del Bologna?
"Dare percentuali rischia di essere un esercizio fine a se stesso, ma certamente inizialmente abbiamo dovuto superare tante difficoltà. Soprattutto perché c'era un grande pessimismo nell'ambiente post retrocessione; ma credo che alla fine tutti abbiano dato il loro contributo importante sia i dirigenti che c'erano ad inizio stagione sia quelli che sono subentrati nel corso della stagione. Ma, a mio giudizio, i veri protagonisti sono sempre i giocatori: è la squadre che va in campo. Per me la squadra è soprattutto uno stato d'animo che si costruisce tutti insieme fin dal primo giorno del ritiro".

E nel suo futuro cosa c'è? Direttore sportivo o intermediario?
"Io sono abilitato come ds sia dalla federazione italiana che da quella spagnola. In questi anni ho cercato di lavorare dove c'erano le condizioni giuste per poterlo fare nel modo a me più congeniale, anche a costo di perdere alcune occasioni di lavoro. Io credo nel rispetto dei ruoli e nella centralità e nell'importanza del ruolo del direttore sportivo, ovviamente nell'ambito dei criteri guida di gestione che fissano sempre la proprietà ed il Presidente. Ma a me piace assumermi delle responsabilità. Il modo di lavorare del direttore del Siviglia Monchi è esemplificativo : lavora lì da 15 anni ed ha avuto la possibilità di operare con passione ed autonomia e ciò garantisce continuità al Club e grandi risultati. Questo è per me il modello ideale".

Quindi dove si vede?
"In un club in cui i ruoli siano chiari così come le responsabilità io non faccio differenze di categoria o di nazione. Le ripeto, a me piace assumermi le responsabilità dell'area tecnica senza cercare eventuali alibi per gli errori che commetto".

Il momento più bello a Bologna?
"Ho sentito fiducia, i tifosi sono stati fantastici. Forse perché hanno avvertito dal primo giorno la mia determinazione a non arrendermi quando invece molti davano per scontato che il Bologna non ce l'avrebbe fatta a fare una squadra competitiva per la promozione. Per me il Bologna è un patrimonio della città, della tifoseria ma soprattutto del calcio italiano. Ero consapevole che statisticamente le squadre che retrocedono fanno sempre fatica nelle prime giornate di campionato ma, nonostante questo, sentivo che la gente si fidava di me e del mio ottimismo della volontà".

Bari, per lei, ipotesi concreta? Quanto c'è di vero?
"Zero. Non ho mai incontrato nessuno del Bari".

Intanto Fabio Pecchia - che lei conosce bene - è andato al Real Madrid: sarà il vice di Benitez.
"Fabio ha delle qualità uniche per diventare un allenatore top e non per niente è l'unico straniero in uno staff spagnolo di un club leggendario come il Real Madrid . Fabio Pecchia è destinato ad una carriera importante e credo che già con il grande lavoro fatto qualche anno fa al Latina lo abbia dimostrato".

Che mercato si aspetta in serie A?
"Il Milan si sta muovendo in maniera decisa, mi sembra che sia tornata la voglia di investire. L'Inter darà continuità al lavoro di quest'anno. Credo che milanesi potranno aspirare ad un ruolo da protagoniste che non hanno avuto negli ultimi anni".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Gasparin 25.06 - Gigio Donnarumma e il Milan, trattativa in corso per il rinnovo. "Sono dalla parte del Milan, anche se ci sono delle situazioni delicate e difficili. Il potere contrattuale del calciatore è molto forte, poi c'è Mino Raiola che è un ostacolo di quelli difficili da scalare. Gigio Donnarumma...
Telegram

A tu per tu

...con Salvatori 24.06 - "Sarà un mercato in cui si metteranno tutte in competizione per contrastare la corazzata Juventus, Roma e Napoli saranno competitive. Chi ha più da lavorare sono le milanesi". Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Fabrizio Salvatori, ex tra le altre di Trapani, Bologna e Torino....

A tu per tu

...con Tami 23.06 - Un'eredità pesante - quella di Tramezzani - e il mercato che si accende. Il Lugano riparte da Pier Tami. "La squadra ha smesso da poco, la pausa è stata breve. Stiamo lavorando per completare la rosa, il tempo stringe e quindi dobbiamo fare in fretta", dice il nuovo allenatore della...

A tu per tu

...con Sannino 22.06 - "Donnarumma e il mancato rinnovo con il Milan?Un ragazzo cresciuto nel Milan, di diciotto anni, non doveva neanche pensarci. Doveva restare e basta. Ma nessuno crede più al cuore e alla maglia, avendo un agente importante come Raiola è normale che lo stesso procuratore faccia gli...

A tu per tu

...con Novellino 21.06 - "La società si sta muovendo bene, ma siamo ancora sulle verifiche. Sicuramente c'è la volontà di fare bene". Così a TuttoMercatoWeb l'allenatore dell'Avellino, Walter Novellino. Obiettivi per il prossimo anno? "Vogliamo soffrire meno dell'anno scorso. Poi strada facendo...

A tu per tu

...con Capozucca 20.06 - "Fin qui è stato protagonista il Milan, in maniera inaspettata. Mirabelli si è ben districato. Il problema Donnarumma fa passare in secondo piano tutto quello che è stato fatto, ma se valutiamo tutto il Milan ha fatto un ottimo mercato". Così a TuttoMercatoWeb l'ex ds del Cagliari,...

A tu per tu

...con Colomba 19.06 - "Donnarumma e il caso scoppiato al Milan? Secondo me l'errore è stato commesso in passato: quando si ha un legno grezzo non bisogna arrivare all'ultimo. Si sa benissimo come vanno le cose al giorno d'oggi, le bandiere non esistono più. La festa di Totti è la prova che la gente ha...

A tu per tu

...con Antonini 18.06 - Tiene banco il caso Donnarumma. "Io avrei firmato in bianco, il mio approccio è diverso. Il mio procuratore avrebbe potuto dirmi qualunque cosa, ma io avrei firmato. Stiamo parlando del Milan", dice a TuttoMercatoWeb l'ex difensore rossonero Luca Antonini. Critiche e tanto...

A tu per tu

...con Marino 17.06 - Caso Donnarumma al Milan. Nessuna voglia di rinnovare, un futuro tutto da scrivere. "Me l'aspettavo, il proprietario del cartellino è Donnarumma mica il Milan: quando arrivi ad un anno della scadenza, che poi sono sei mesi perché a gennaio puoi firmare per un'altra squadra, sei praticamente...

A tu per tu

...con Di Carlo 16.06 - "È stata un'esperienza positiva, centonove punti in un anno e mezzo non sono bastati per arrivare al sogno serie A. Ma il lavoro svolto è stato positivo". Così a TuttoMercatoWeb Domenico Di Carlo sulla sua esperienza allo Spezia che si è da poco conclusa ufficialmente. Rimane...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.