VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con Gautieri

"Totti merita il Mondiale, va portato in Brasile. Prandelli, che scelta tra Destro e Immobile! Bari, ti rialzerai: nessun rimpianto per l'addio. Varese? Via per l'ambiente, la società voleva farmi programmare il futuro"
01.04.2014 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 11711 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoJuveStabia.it

"Domenica sera si sono affrontate due squadre che giocano bene a calcio. Il Napoli ha meritato la vittoria sulla Juventus, per il gioco e per le occasioni create". Parole firmate Carmine Gautieri. L'ex allenatore di Lanciano e Varese parla così a TuttoMercatoWeb, tra campionato, passato e futuro. Perché l'addio al Varese non lo ha ancora digerito.

Tra Juve e Napoli ci sono davvero diciassette punti di differenza?
"Al di là dei punti di differenza va detto che la Juventus vince da tanti anni il campionato. Quando arrivi a sei-sette giornate dalla fine e hai un margine di punti importante su Napoli e Roma, vuol dire che hai qualcosa in più".

Sorpresa Roma: Totti fa ancora la differenza.
"Bisogna fare i complimenti alla società, che ha lavorato benissimo prendendo giovani di grande prospettiva. E va dato merito a Garcia di aver dato una mentalità e un nuovo gioco alla squadra".

Porterebbe Totti al Mondiale?
"Sta facendo la differenza. Sì, va portato ai Mondiali".

Destro non si ferma più.
"Ha fatto bene anche negli anni passati, così come Immobile. Prandelli ha il vantaggio di poter scegliere. E poi uno come Totti che non è più giovane ma può fare la differenza credo che vada portato".

Serie B: comanda il Palermo, poi?
"Il Palermo sta facendo la differenza: si impone da tante partite, in casa e fuori. Poi c'è l'Empoli di un allenatore valido come Sarri supportato da un'ottima società. E va dato grande merito al Crotone, che sta facendo un ottimo lavoro. Così come Trapani, Crotone e Lanciano".

Da quando è fallita la società, il Bari sta facendo un altro tipo di campionato. L'allenatore sarebbe potuto essere lei, se non fosse andato via...
"Ringrazio ancora il Bari per aver pensato a me, la società in sede di mercato ha lavorato bene. I giovani in squadra sono bravi, di prospettiva. E quando hai tanti giovani con grandi qualità in una una piazza importante come Bari, vuol dire che nonostante le difficoltà la società lavora bene".

Dopo il fallimento che società si aspetta?
"Chi subentrerà potrà divertirsi. Il Bari può puntare a qualcosa di importante".

Perché è andato via da Bari?
"Ho preferito non proseguire. Ma la piazza è importante, ventimila persone non le fai neanche in serie A. Bari ama la squadra, l'allenatore, fa lavorare. Nonostante i problemi societari l'ambiente poteva sembrare un po' difficile ma alla città bisogna fare i complimenti: i tifosi si sono comportati bene, hanno aiutato l'allenatore e i giocatori. Questo ha fatto la differenza".

Rimpianti?
"Quando finisce un discorso non ci sono rimpianti. Sono contento però per il campionato del Bari"

Dopo Bari il Varese: non è andata benissimo...
"Ho trovato un ambiente che non ho capito, ne ho parlato anche con la società. Accetto tutto. E pochi giorni prima dell'esonero la società mi aveva parlato di programmare il futuro. Avevo declinato, era giusto aspettare. Alla fine purtroppo non è andata, ho trovato un ambiente in cui non ho potuto lavorare in una certa maniera. Ma ho cercato di dare il massimo. Sono stato chiamato a Varese perché c'erano dei problemi, non erano contenti del mio collega che secondo me stava comunque facendo un ottimo lavoro. Quando sono arrivato io hanno rivoluto il collega che c'era prima. Ma è stata una bella esperienza".

In ogni caso pronto a ripartire...
"Certo. Non mi fermo. Ho voglia di ripartire, vado in giro a vedere partite. Quando passi da un'esperienza non bella hai tanta voglia di dimostrare il suo valore".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Corsi 24.11 - Sfida d’alta quota. Scontro diretto. Empoli-Frosinone è l’anticipo della giornata di serie B. “Cerchiamo di prepararla come una bella partita.... siamo giovani e abbiamo prospettive e ambizioni che andranno verificate quando il campionato entrerà nel vivo”, dice a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Rubinho 23.11 - “Vedo un campionato molto bello, divertente. Tante squadre in pochi punti e che stanno giocando bene. Lazio, Roma, Napoli... tutte squadre che rappresentano, in un modo o nell’altro, delle sorprese”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex portiere della Juventus, Fernando Rubinho. La Juve...

A tu per tu

...con Planes 22.11 - “Juventus Barcellona? Una bella partita, davvero. Il Barcellona è in un grande momento, sta ottenendo grandi risultati. Ma la Juventus in casa è una squadra davvero forte. Sarà comunque una partita molto diversa rispetto a quella di andata. Non pensate al match d’andata...”. Così...

A tu per tu

...con Battistini 21.11 - “Credo che sia stata una vergogna non aver assistito alle dimissioni immediate di Tavecchio e Ventura. Davvero, una cosa vergognosa. Tavecchio non si è presentato davanti agli organi di informazione dopo la partita, è scappato... E Ventura poi si sentiva in colpa soltanto per il risultato...

A tu per tu

...con Marchetti 20.11 - “Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro...

A tu per tu

...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.