VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

A tu per tu

...con Gerolin

"Roma, non perdere e impensierisci la Juve. Monchi? Bravo, ma sarà difficile fare meglio di Sabatini. Palermo, che peccato non essere rimasto... Giovanni Simeone un rimpianto. Parma? Sì, se n'era parlato"
17.12.2016 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 9326 volte
© foto di Federico De Luca

La Juventus per dare continuità, la Roma per cercare di insidiare i bianconeri. "Una partita importantissima", dice a TuttoMercatoWeb l'ex giallorosso Manuel Gerolin, l'anno scorso ds del Palermo. "La Juventus è e rimane la squadra di battere, però la Roma s'è ripresa e quest'anno ha ritrovato il centravanti che aveva già in casa. Dzeko oggi è un attaccante di ottimo livello. Forse oggi la Roma è l'unica antagonista della Juve".

Se la Roma riuscisse a vincere potrebbe impensierire la Juve.
"Sì. Davvero. Ma anche in caso di pareggio. Per la Roma l'importante è non perdere. Non dimentichiamo che la Juve a febbraio dovrà affrontare la Champions League, che porta via energie. Vincere per la Roma sarebbe un'impresa fantastica".

Monchi verso la poltrona di ds della Roma: come lo vede?
"Ha dimostrato di essere bravissimo. Ma fare il direttore alla Roma è molto difficile, non è come farlo a Siviglia. La Roma aveva un grandissimo direttore sportivo come Sabatini, che però s'è scontrato con il dover far quadrare i conti. Walter ha fatto degli errori, magari puntando su tanti giovani. Ma meglio puntare sui giovani piuttosto che su gente già andata. Sostituire Sabatini non sarà facile. Chi va alla Roma ha l'obbligo di vincere".

Che mercato sarà quello di gennaio?
"Da due-tre anni prendiamo gli scarti dei campionati inglese e spagnolo. Le squadre vanno organizzate prima di gennaio. Una grande squadra sarà già prima che deve muoversi. Gennaio è fatto per chi ha sbagliato o deve rimediare. Mi aspetto protagoniste le squadre in difficoltà, per esempio il Palermo che è ultimo in classifica e deve risalire. Tre devono retrocedere, le quattro squadre in lotta per la salvezza devono rinforzarsi e sbagliare poco. Salvarsi vuol dire restare in Serie A e questo è basilare, fondamentale".

E lei invece?
"A me è rimasto un rammarico".

Cioè?
"Non essere rimasto al Palermo. Nove cambi di allenatore, ma alla fine ci siamo salvati. Se non dai continuità agli allenatori e ai direttori sportivi diventa difficile. Non è più il Palermo di dieci anni fa che comprava giocatori fortissimi e spendeva, però bisogna avere un certo equilibrio. Sono andati via Dybala e Belotti e ci siamo salvati lo stesso. A parte gli ultimi due-tre mesi abbiamo fatto un campionato dignitoso. Quando fai un campionato con molti giovani ci vuole anche un po' di pazienza. Sono stato un anno, ma ho amato e apprezzato la Sicilia: sembrerà strano, ma essere a Palermo mi riempiva d'orgoglio, mi sentivo bene. M'è dispiaciuto non aver dato continuità. Avrei potuto fare cose interessanti. E oggi vedo in tv giocatori che potevano essere del Palermo, c'ero arrivato prima".

Per esempio?
"Beh, Giovanni Simeone. Un anno e mezzo fa. Ma anche Calleri, seppure adesso non stia facendo benissimo. Erano state intavolate alcune trattative. Anche Defrel sarebbe potuto essere nostro. L'anno scorso non è stato fallimentare. Bisognava dare un po' di continuità, con me ma anche con gli allenatori".

Poteva andare a Parma.
"Se n'era parlato. Ma il Parma voleva un profilo che conosceva più la categoria".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Stellone 18.01 - “La scelta di Verdi può essere giusta perché a Bologna è protagonista, mentre a Napoli avrebbe rischiato di giocare poco perché ci sono Insigne, Mertens e Callejón. Il no deve essere visto sotto questo aspetto”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore del Frosinone, Roberto Stellone. E...

A tu per tu

...con Stramaccioni 17.01 - Programmazione. Parola d’ordine in casa Sparta Praga. E a guidare il nuovo progetto ceco è Andrea Stramaccioni. “È una grandissima sfida e una grandissima esperienza essere il primo allenatore straniero della storia di un club così titolato a livello internazionale. Siamo a quattro...

A tu per tu

...con Legrottaglie 16.01 - “Da qui alla fine Napoli e Juve si daranno battaglia, i bianconeri comunque rimangono favoriti per rosa ed esperienza. Sarà una lotta degna del nostro campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Nicola Legrottaglie fotografa il campionato di serie A che riprenderà questa settimana. Il...

A tu per tu

...con Berti 15.01 - “In estate ci sarà un valzer di portieri, se Perin continua così andrà in una grande squadra. E poi occhio a Donnarumma, che potrebbe andare via dal Milan”. Così a TuttoMercatoWeb sul possibile valzer di portieri che si verificherà in estate, l’ex portiere Gianluca Berti, oggi dirigente...

A tu per tu

...con Tedesco 14.01 - “Inter e Napoli devono puntellare il proprio organico, non perché abbiano difficoltà ma per provare a raggiungere gli obiettivi prefissati. Se il Napoli vuole competere per la vittoria del campionato deve aggiungere qualche tassello. Così come l’Inter per arrivare tra le prime quattro”....

A tu per tu

...con Damiani 13.01 - "Per adesso non ci sono stati movimenti significativi. C'è stata qualche uscita, le grandi invece hanno fatto poco: si può far qualcosa per allungare la rosa. L'unico vero acquisto potrebbe essere Verdi al Napoli, con un esborso economico anche importante". Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Joao Santos 12.01 - Due primati. In serie A e in serie B, sorridono Jorginho e Igor Coronado con Napoli e Palermo. E sorride anche Joao Santos, agente dei due calciatori. “Un risultato frutto del lavoro delle due squadre che puntano a vincere i rispettivi campionati. E il mercato non influenzerà la...

A tu per tu

...con Carli 11.01 - “Gennaio è sempre difficile... per le big e le medio alte di serie A difficilmente arrivano dei colpi”. Così a TuttoMercatoWeb Marcello Carli, ex dg dell’Empoli, fotografa la sessione di mercato in corso. L’Inter però cerca rinforzi... “Ma, ci sono giocatori da Inter in giro?...

A tu per tu

...con Canovi 10.01 - “Pastore all’Inter? No. L’Inter non può permetterselo, lo escludo. Anche per una ragione economica. Rimarrà al PSG, il futuro poi sarà valutato in estate ma dinanzi ad un’offerta da 25-30 milioni”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Dario Canovi. Si aspetta l’Inter...

A tu per tu

...con Capozucca 09.01 - “Il mercato di gennaio è sempre abbastanza difficile e particolare: le grandi squadre difficilmente fanno qualcosa di eclatante. Il Napoli però è obbligato a trovare il sostituto di Ghoulam, Giuntoli sicuramente saprà cosa fare”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo di Genoa...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.