HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

A tu per tu

...con Imborgia

“Milan, bravi Gattuso e staff: rinnovo guadagnato sul campo. Flop Inter, che sorpresa. Juve, contro il Tottenham tutto aperto. Palermo l’esonero di Lupo non ha senso: consiglieri di Zamparini scarsi o in malafede. Parma? Brutta impressione”
02.03.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 6498 volte

Il Milan cambia marcia e sorride. “Un lavoro importante da parte di Gattuso e il suo staff, perché un allenatore non è mai vincente da solo”, dice a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Antonio Imborgia. “Conosco lo staff di Gattuso, ha delle valenze importanti. E lui sa rapportarsi nello spogliatoio, basta vedere che rapporto ha con i giocatori”.

Insomma, s’è meritato il rinnovo.
“Sta facendo un grande lavoro. Nella vita ci vuole anche un po’ di buona sorte. Guardate l’esplosione di Cutrone, dovuta anche ai problemi di Kalinic. La scelta di Mirabelli e Fassone oggi si è rivelata positiva. E il rinnovo Gattuso se l’è guadagnato sul campo. Finale di Coppa Italia, rendimento dei giocatori: c’è un lavoro importante riconoscibile dai risultati”.

E la Juve? In Europa sembra più vulnerabile.
“Non mi sembra ne più vulnerabile e ne più vincente. Il Tottenham è una squadra molto forte allenata da uno dei tre migliori allenatori al mondo. Il risultato d’andata comunque non vuol dire nulla. È cambiato poco”.

Che fatica l’Inter...
“Sono molto sorpreso. I risultati negativi dell’Inter sono sorprendenti quanto quelli positivi del Milan. Non pensavo che i nerazzurri potessero vivere queste difficoltà, così come non credevo che il Milan si risollevasse così presto. Basta però vedere quante partite ha giocato e non ha giocato Icardi: è un campione e i campioni sono determinanti. L’Inter ha un gruppo forte, ma non consolidato da poter sopportare la mancanza di Icardi. Il calcio però è fatto di poche certezze: magari nel derby ci sorprendono tutti un’altra volta”.

Il Palermo ha cambiato direttore sportivo. Da Lupo a Valoti. Lei, da palermitano, come la vede?
“Non è che il cambio del direttore sia riconducibile ai risultati... Mi ero meravigliato quando Lupo è arrivato a Palermo perché non vedevo un filo caratteriale. Non voglio fare la Cassandra ma anche Valoti è molto pacato proprio come Lupo, di carattere sono uguali. Zamparini però è così: non penso che il cambio possa incidere sul rendimento della squadra, quello dipende dalle capacità di Tedino. Conosco Fabio Lupo da almeno dieci anni, dal punto di vista caratteriale e il modo di porsi sicuramente non è uno che urla. Non è il direttore che attacca al muro un calciatore. Ma il Palermo non mi sembra neppure una squadra difficile da gestire. Non la penso come Zamparini da tanto tempo, anche se a differenza di altri palermitani gli riconosco lo storico di aver dato al Palermo le migliori squadre della sua storia. Per vendere i vari Cavani, Dybala e Pastore bisogna anche comprarli. Se poi mi si chiede se preferisco Zamparini o Renzo Barbera rispondo Renzo Barbera perché aveva un modo diverso di gestire persone e situazioni. Detto questo Zamparini fa quello che vuole perché il Palermo è suo, ma non era il momento di cambiare il direttore sportivo, a questo punto era inutile. Da questo però si evince una cosa”.

Cioè?
“Beh, è evidente che Zamparini abbia dei consiglieri non all’altezza o in malafede. Il Palermo comunque ha una squadra forte. Poi se uno si mette fare casino e complica le cose normali si rischia. Gente di calcio che ha una logica non può fare cambiare il direttore sportivo così all’improvviso. Zamparini lo conosco bene, ci ho parlato tante volte anche se il tempo annacqua i ricordi. Quello che fa è frutto di cattivi consigli da parte di persone incapaci oppure in malafede”.

E il suo ex Parma? Che fatica...
“Ho visto il Parma a Empoli, mi ha fatto una brutta impressione. Mi è sembrata una squadra in difficoltà, è un buon gruppo di giocatori ma non so quanto si possa tramutare in una squadra vincente. Sabato gioca proprio contro il Palermo, vedo i rosanero favoriti”.

Cambierebbe D’Aversa?
“No. E se non lo ha cambiato dopo Empoli, evidentemente la società ritiene che sia la persona giusta. Parma è una piazza che viene da vent’anni di calcio con Tanzi, dove sono passati giocatori importanti. Ma non è che sia scritto da qualche parte che il Parma deve stare in serie A: ci arriverà, ma serve calma”.

Scudetto: Juve o Napoli?
“È difficile. Molto difficile. Non ho la sfera di cristallo. Dipenderà ovviamente dallo scontro diretto, non lo scopro certo io”.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con De Giorgis 26.05 - “Roberto è un allenatore equilibrato, conosce il calcio nazionale ed internazionale. Avrà la possibilità di gestire un gruppo di calciatori, è stata sempre una sua qualità quella di prendere un gruppo e farlo diventare vincente”. Così a TuttoMercatoWeb lo storico agente del commissario...

A tu per tu

...con L.Pasqualin 25.05 - “Ancelotti al Napoli testimonia le importantissime ambizioni degli azzurri. Ora seguiranno tre grandi colpi. Alla base di questo rapporto, oltre l’ingaggio importante, ci sono sicuramente delle garanzie di natura tecnica su una rosa di qualità ma troppo corta”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Stroppa 24.05 - “È stata una stagione bella, importante. Da una situazione all’altra non abbiamo mai mollato, portando a casa un campionato importante. Giocare bene e non vincere da fastidio, noi abbiamo giocato e fatto bene”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore del Foggia Giovanni Stroppa traccia...

A tu per tu

...con Gerolin 23.05 - “Il bilancio non può sicuramente essere positivo, abbiamo raddrizzato la barca soltanto alla fine. Undici sconfitte consecutive ci dicono che abbiamo sbagliato qualcosa, avremmo dovuto prestare più attenzione”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo dell’Udinese, Manuel Gerolin. Numeri...

A tu per tu

...con Sorrentino 22.05 - Una stagione faticosa, difficile. Ma alla fine ciò che conta è il risultato. E anche quest’anno il Chievo Verona ha portato a casa la salvezza. Uno dei protagonisti della permanenza del Chievo in Serie A è stato ancora una volta Stefano Sorrentino. Una certezza tra i pali. Esperienza...

A tu per tu

...con Salerno 21.05 - “Ho sempre ammirato Buffon, un portiere fuori dal comune. Psg? Credo che smetterà”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo di - tra le altre - Leeds, Watford, Cagliari e Palermo, Nicola Salerno. Scudetto alla Juve: cosa è mancato al Napoli? “Il gap si è abbassato. Il Napoli...

A tu per tu

...con Tesser 20.05 - “Siamo arrivati fino all’ultima giornata per decidere la salvezza, questo è un segnale nell’interesse del campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Attilio Tesser a proposito della giornata di oggi che sancirà gli ultimi verdetti della serie A. Sulla carta per il Crotone è assai complicata... “Chiaro,...

A tu per tu

...con Galli 19.05 - “Mancini mi piace, con me si sfonda una porta aperta. È uno dei tecnici più adatti alla Nazionale”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Beppe Galli a proposito del nuovo allenatore della Nazionale Italiana. Come far partire il nuovo ciclo azzurro? “Dando più fiducia ai giovani. Facendoli...

A tu per tu

...con Perinetti 18.05 - “Per noi è stato un campionato dove siamo stati protagonisti di un’impresa. L’inizio è stato difficile, bravo Ballardini a svegliare i ragazzi e brava la società ad averlo messo nelle giuste condizioni”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti a proposito...

A tu per tu

...con Ursino 17.05 - Missione impossibile, a caccia di un’altra impresa. Perché al Crotone le cose facili non vanno di moda. La sfida al Napoli per ottenere la salvezza e scrivere un’altra pagina di storia. La squadra di Zenga ci proverà. “Dobbiamo fare il nostro dovere, poi vedremo alla fine che cosa...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy