VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Caso Donnarumma: come finirà?
  Dirà addio al Milan per il Real Madrid
  Rinnoverà separandosi da Raiola
  Rinnoverà restando con Raiola
  Dirà addio al Milan per la Juventus
  Dirà addio al Milan con altra destinazione

TMW Mob
A tu per tu

...con Imborgia

"Parma, c'è qualcuno che ti vuole. Saponara? È da big. Varese, perché dare le colpe a me? Io non parlo di Bettinelli, non si parli di me..."
24.05.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 26040 volte
© foto di Federico De Luca

"La mia sensazione è che i curatori stiano provando a fare l'impresa, anche se non è semplice perché il debito sportivo è frutto di vari emolumenti precedenti e premi spostati a questa stagione. Sono soldi che i ragazzi avevano meritato nelle stagioni precedenti". Così a TuttoMercatoWeb l'ex responsabile del mercato del Parma, Antonio Imborgia.

Alla fine il Parma troverà un acquirente?
"Chiaro, se i curatori non dovessero riuscirci non gli si potrebbe dire nulla, perché la missione è difficile. Troppi numeri, troppi soldi. Ma c'è qualcuno che vuole prendere il Parma, ecco perché stanno cercando di ridurre all'osso il debito".

Intanto Saponara torna alla ribalta. Lo aveva preso lei al Parma.
"Lo ritenevo un giocatore da Parma, come Ninis che adesso gioca nel Panathinaikos, mica nella piazza del paese. Saponara aveva già mostrato le sue qualità, ma si portava dietro dei problemi di natura fisica. L'annata è stata un po' così...ma adesso ha ritrovato le sue peculiarità".

Insomma, è da big?
"Ha le qualità per giocare in una grande squadra. Al Milan c'erano già dei problemi, questo non lo ha aiutato. Non so se la Roma sia il contesto ideale, Saponara è un giocatore con qualità importanti, può fare bene dappertutto. Tra tanti errori che ho commesso - ma solo chi non lavora può dire di non avere sbagliato - qualcosa di buono ho fatto".

Serie B: ci si aspettava ben altro da Bari, Bologna e Catania.
"Non bisogna mai dimenticare da dove è ripartito il Bologna, cioè da due mesi con difficoltà economiche. La programmazione tecnica è stata fatta in un momento di passaggio tra la vecchia proprietà e la nuova. Se non si riesce a fare una programmazione che si possa chiamare così, alla lunga paghi. Qualche attenuante al Bologna c'è. Questo vale sempre: quando giochi per vincere e per salvarti. Poi non è che Corvino, Fusco, Imborgia o un altro hanno le chiavi per cambiare tutto. Per quanto riguarda Catania e Bari, sono le due squadre che sarebbero dovute stare al posto di Frosinone e Carpi. Il Catania ha un valore tecnico straordinario, è difficile capire cosa sia successo ma ho troppo rispetto per Pablo Cosentino, lui sicuramente saprà cosa fare. Il Bari è più forte dell'anno scorso, aveva molte più alternative rispetto alla passata stagione".

E il Varese che è retrocesso? Lei è rimasto due mesi...
"È giusto che parli chi del Varese conosce la storia. Ed è giusto che parli chi ha fatto la squadra, perché le squadre si fanno a giugno. Quindi allenatore e dg. Ho letto che le responsabilità della retrocessione sono da attribuire al mio mercato scellerato: prendo atto, ma non commento. Io sono stato due mesi. Non raccolgo e non rispondo. Sono loro che devono fare capire a me e agli altri. Non ho mai parlato del lavoro di Cannella o di come ha allenato Bettinelli. Mi dispiace che ripetutamente sia stato chiamato in causa il mercato fatto da me. Non mi sembra che Culina, Jakimovski, Lores Varela e Rossi siano giocatori scarsi. Ah, una precisazione".

Prego.
"Io non mi sono dimesso perché contestato, bensì perché qualche giocatore ha manifestato - non a me direttamente ma a qualcuno della dirigenza - la propria preferenza verso Bettinelli piuttosto che nei confronti di Dionigi, che era una mia scelta".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Canovi 27.06 - "Donnarumma? Si capisce poco, credo di aver visto il rinnovo peggio gestito e non solo per colpa di Raiola". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Dario Canovi. Di chi le colpe principali? "Un po' di tutti. Anche del Milan, che doveva capire di avere di fronte Raiola...
Telegram

A tu per tu

...con Martorelli 26.06 - "Ho visto un Milan molto attivo, l'unica società che si è mossa in maniera importante. Mi aspetto tanto dall'Inter, che è abbastanza ferma sul mercato e credo farà tante operazioni. Servirà capire cosa farà la Juventus, soltanto il Milan ha fatto qualcosa di diverso e importante....

A tu per tu

...con Gasparin 25.06 - Gigio Donnarumma e il Milan, trattativa in corso per il rinnovo. "Sono dalla parte del Milan, anche se ci sono delle situazioni delicate e difficili. Il potere contrattuale del calciatore è molto forte, poi c'è Mino Raiola che è un ostacolo di quelli difficili da scalare. Gigio Donnarumma...

A tu per tu

...con Salvatori 24.06 - "Sarà un mercato in cui si metteranno tutte in competizione per contrastare la corazzata Juventus, Roma e Napoli saranno competitive. Chi ha più da lavorare sono le milanesi". Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Fabrizio Salvatori, ex tra le altre di Trapani, Bologna e Torino....

A tu per tu

...con Tami 23.06 - Un'eredità pesante - quella di Tramezzani - e il mercato che si accende. Il Lugano riparte da Pier Tami. "La squadra ha smesso da poco, la pausa è stata breve. Stiamo lavorando per completare la rosa, il tempo stringe e quindi dobbiamo fare in fretta", dice il nuovo allenatore della...

A tu per tu

...con Sannino 22.06 - "Donnarumma e il mancato rinnovo con il Milan?Un ragazzo cresciuto nel Milan, di diciotto anni, non doveva neanche pensarci. Doveva restare e basta. Ma nessuno crede più al cuore e alla maglia, avendo un agente importante come Raiola è normale che lo stesso procuratore faccia gli...

A tu per tu

...con Novellino 21.06 - "La società si sta muovendo bene, ma siamo ancora sulle verifiche. Sicuramente c'è la volontà di fare bene". Così a TuttoMercatoWeb l'allenatore dell'Avellino, Walter Novellino. Obiettivi per il prossimo anno? "Vogliamo soffrire meno dell'anno scorso. Poi strada facendo...

A tu per tu

...con Capozucca 20.06 - "Fin qui è stato protagonista il Milan, in maniera inaspettata. Mirabelli si è ben districato. Il problema Donnarumma fa passare in secondo piano tutto quello che è stato fatto, ma se valutiamo tutto il Milan ha fatto un ottimo mercato". Così a TuttoMercatoWeb l'ex ds del Cagliari,...

A tu per tu

...con Colomba 19.06 - "Donnarumma e il caso scoppiato al Milan? Secondo me l'errore è stato commesso in passato: quando si ha un legno grezzo non bisogna arrivare all'ultimo. Si sa benissimo come vanno le cose al giorno d'oggi, le bandiere non esistono più. La festa di Totti è la prova che la gente ha...

A tu per tu

...con Antonini 18.06 - Tiene banco il caso Donnarumma. "Io avrei firmato in bianco, il mio approccio è diverso. Il mio procuratore avrebbe potuto dirmi qualunque cosa, ma io avrei firmato. Stiamo parlando del Milan", dice a TuttoMercatoWeb l'ex difensore rossonero Luca Antonini. Critiche e tanto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.