VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
A tu per tu

...con Joao Silva

"Palermo, non ho capito niente... al Bari ero felice, poi la chiamata di Iachini. Futuro, tra Italia e Portogallo: voglio stare in serie A per andare in Nazionale"
27.08.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 30193 volte
© foto di Federico De Luca

Un anno e poi l'addio, senza traccia e forse con qualche rimpianto. Fortemente voluto da Giuseppe Iachini l'anno scorso al Palermo, Joao Silva non è mai stato schierato. L'attaccante portoghese ieri ha firmato la risoluzione e detto addio ai colori rosanero."Ho passato un anno difficile, non stavo bene. Volevo giocare, essere protagonista e mettermi alla prova sentendomi importante. Al Palermo non è stato possibile e quindi non stavo bene, meglio andare via"", dice Joao Silva a TuttoMercatoWeb.

Eppure l'anno scorso Iachini l'ha voluta fortemente.
"Non ho capito niente, davvero. Al Bari stavo bene, poi gli ultimi giorni mi hanno chiamato per andare al Palermo. La serie A è sempre la serie A, sento di avere le qualità per fare bene. Ma mi è dispiaciuto lasciare Bari per poi non avere spazio".

Beh, a gennaio al Bari poteva anche tornarci. Perché ha rifiutato?
"Mi hanno chiamato alla fine del mercato di gennaio, avrei dovuto fare tutto in fretta. Avevo già fatto le cose di fretta una volta in estate, due volte no. Così sono rimasto al Palermo, ho fiducia nelle mie qualità. Ero convinto di poter dire la mia con la maglia del Palermo. Ma non ho giocato, fa parte del calcio. Ho bisogno di giocare".

Situazione paradossale: l'allenatore insiste, la corteggia e poi non la fa giocare.
"Mi ha chiamato tante volte prima di andare al Palermo, era stato un motivo in più per andare in rosanero. Il Palermo è una squadra importante, ero felice di giocare in rosanero. Poi non ho capito che è successo".

In ritiro ha corso a parte con altri della rosa che sono fuori dai progetti.
"Mi hanno aggregato al gruppo perché ho chiesto io di allenarmi con la squadra. Però ora penso al futuro".

E cosa c'è nel futuro?
"Ci sono delle squadre che hanno chiesto informazioni, vediamo. Mi vogliono in Portogallo. Ma vorrei rimanere in Italia. O comunque in serie A, anche in un altro campionato. Anche perché io voglio arrivare in Nazionale e quindi devo fare gol in serie A".

Rimpianti per l'esperienza di Palermo?
"Ho cercato di fare del mio meglio per aiutare il Palermo, alla fine ho giocato poco. Ma ringrazio i tifosi e l'ambiente".

Se le dico Iachini?
"Quando non giochi non sei felice. Ha fatto le sue scelte, le rispetto".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Lucchesi 24.09 - “È un campionato interessante che alla fine si spaccherà in tre tronconi: prime posizioni, gruppo centrale e un po’ di bagarre per la retrocessione”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex dirigente di - tra le altre - Roma, Fiorentina e Pisa, Fabrizio Lucchesi. Scudetto: chi lo vince?...
Telegram

A tu per tu

...con Mondonico 23.09 - Il Torino all’esame Juventus. Per molti La Partita. E di partite speciali ne ha giocate tante anche Emiliano Mondonico, in campo e fuori. Il Mondo sarà presente ad un evento organizzato dall’agenzia FTA nei prossimi giorni, intanto osserva calcio. Come sempre. “La Juventus è la squadra...

A tu per tu

...con Ba 22.09 - Un passato da centrocampista, un futuro a dettare le linee guida in panchina. Ibrahim Ba, ex calciatore del Milan in diversi periodi dell’era rossonera ora fa l’allenatore. “All’inizio non ci pensavo, però provate a chiedere ai miei ex compagni quanti pensavano di fare gli allenatori”,...

A tu per tu

...con Bergodi 21.09 - “Inter e Milan si sono rinforzate. l rossoneri hanno cambiato tanto, la squadra deve amalgamarsi e poi ci sarà da divertirsi”. Così a TuttoMercatoWeb Cristiano Bergodi fa le carte al campionato di serie A. La previsione: chi vincerà il campionato? “Sarà un campionato molto...

A tu per tu

...con Durante 20.09 - "Non vedo nessun miglioramento di qualità nel gioco del campionato italiano. Ci sono tre-quattro squadre superiori alle altre, poi una fascia media più forte e a seguire un'altra parte che equivale alle squadre di una serie B. Il campionato italiano è sceso di livello. E non sono...

A tu per tu

...con Carli 19.09 - "Il campionato di B sta rispettando le gerarchie. Le squadre migliori sono quattro: Frosinone, Palermo, Empoli e Perugia. Poi strada facendo il torneo prenderà una sua identità". Così a TuttoMercatoWeb l'ex dg dell'Empoli, Marcello Carli. L'Empoli oggi va di scena a Parma. "Bella...

A tu per tu

...con Palermo 18.09 - "Bene in campionato e male in Europa? I problemi della Juventus li conosciamo: la difesa. Ogni campionato ha la sua storia, la Juve resta sempre una delle più forti d'Europa, in Italia è la migliore. Ma sicuramente si è indebolita". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Paolo...

A tu per tu

...con Martina 17.09 - "Una partita tosta. Importante. Genoa e Lazio sono forti, il Grifone gioca in casa e quindi è in vantaggio. Ma occhio, la Lazio sta attraversando un momento felice. Anche se aver giocato in settimana può essere un'insidia". Cosi a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Silvano Martina,...

A tu per tu

...con Petkovic 16.09 - "Giocare in Champions non è semplice, basta trovare la giornata negativa e succede quello che è successo a Napoli e Juventus. E poi il Barça ha dato una risposta normale...". Cosi a TuttoMercatoWeb il ct della Nazionale Svizzera, Vladimir Petkovic. Juve ridimensionata? "La...

A tu per tu

...con Iachini 15.09 - "La debacle delle italiane in Champions? Quando vai a giocare a questi livelli in Europa non è mai facile. Ci può stare di fare un po di fatica. Esperienza e personalità possono fare la differenza. Per la Juve non è andata benissimo, ma è una storia che ha sempre dimostrato di poter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.