HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

A tu per tu

...con Malesani

“Napoli, occhio al Feyenoord. Inter, per lo Scudetto ci sei. Genoa, bravo Ballardini. Il Milan e il gol di Brignoli, capiterà tra cinquant’anni... fiducia in Gattuso. Italia, io sto con Ventura. Vorrei allenare una Nazionale”
06.12.2017 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 13034 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

“Il Napoli contro il Feyenoord? Formalità è una parola che per la Champions non va mai bene. Ma se il Napoli è concentrato e gioca ai suoi livelli può farcela”. Così a TuttoMercatoWeb Alberto Malesani fa le carte alla partita di questa sera tra il Napoli e il Feyenoord.

Il Feyenoord delude anche in campionato.
“Si, sono finite le sfornate di grandi campioni. Devono ricostruirsi un po’. Poi gli stranieri vanno sempre meno a giocare lì. Però la partita secca è diversa dal campionato. Bisogna sempre stare con le antenne dritte”.

La sconfitta contro la Juve può avere tolto delle certezze?
“Se c’è una cosa che il Napoli non ha perso è proprio la consapevolezza in se stesso. Non è uno scandalo perdere. Magari il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Gli azzurri hanno giocato una bella partita, hanno le loro certezze”.

E i bianconeri?
“Basta che non vincano una partita e si dice che non sono solidi. Ma sono a due punti dalla prima che sarebbe l’Inter. Hanno agguantato il Napoli e sono a poco dai nerazzurri. Sono sempre lì, a lottare. Sono umani anche loro, poi Allegri è una garanzia”.

La prossima di campionato è Juve-Inter.
“Come a Napoli la Juve ci sarà. Non è una passeggiata andare a Torino, per l’Inter sarà un banco di prova importante”.

Inter da Scudetto?
“Beh, direi di sì. L’allenatore è bravo, giusto provarci. Spalletti ha saputo motivare l’ambiente che era depresso, ha rivalutato i giocatori che erano già in casa. L’Inter può giocarsela per lo Scudetto”.

Il suo ex Genoa è rinato.
“Bravo Ballardini a dare la svolta. Va anche detto che il Genoa non ha niente a che spartire con la zona retrocessione, credo sia normale la sua risalita”.

Il Milan a Gattuso: la prima non è andata bene. E ha fatto gol persino Brignoli.
“Quando un ambiente non è rilassato sono cose che capitano. Magari un’altra cosa del genere capiterà tra cinquant’anni. Sono quelle annate un po’ così. Il Milan non riesce a fare quello che ha fatto l’Inter, cioè il salto di qualità. Non è una questione di un allenatore o un giocatore o una situazione generale. All’inizio sembrava che le cose potessero andare bene, poi si è bloccato qualcosa. Il Milan ha bisogno di entusiasmo. Gattuso è stato un grande giocatore, ha la maglia rossonera addosso. Ha qualcosa in più per questo, conosce tutte le sfumature. E quindi credo possa fare bene”.

Per il Benevento un punto di ripartenza?
“Ripartirà, ma un punto in quindici partite è un’impresa titanica. In chiave salvezza la vedo complicata, ma non si sa mai. Il Crotone insegna”.

L’Italia e la figuraccia al Mondiale: da fuori, che idea s’è fatto?
“Determinate cose bisognerebbe viverle da dentro. Si fa presto a giudicare. Le sconfitte non hanno padri. Si gioca a scaricabarile. Facile additare qualcuno, non mi sento di dare giudizi. Mi dispiace molto per la nostra Nazionale, perché un Mondiale senza l’Italia non è bello. So quanto è difficile fare l’allenatore, quindi non mi sento di fare come tutti che hanno sparato contro Ventura, che è stato scelto mica è andato lì a caso. A volte bisogna capire i criteri con cui si sceglie una persona. Sono molto solidale nei suoi confronti”.

E lei, mister?
“Mi piacerebbe allenare una Nazionale. Ma è difficile per mille motivi. A volte la Nazionale è anche un fatto politico, bisogna conoscere tutto quello che le gira intorno. Il campo mi manca. Ma siccome di errori ne ho fatti tanti a scegliere determinate squadre per mille motivi, sono stato un po’ limitato dai risultati. E nel calcio si guarda più all’immediato che al passato”.

Programmi per il futuro?
“Mi piace aggiornarmi, vedere, capire. A me il calcio piace in maniera viscerale. Qualcosa farò...”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con L.Pasqualin 25.05 - “Ancelotti al Napoli testimonia le importantissime ambizioni degli azzurri. Ora seguiranno tre grandi colpi. Alla base di questo rapporto, oltre l’ingaggio importante, ci sono sicuramente delle garanzie di natura tecnica su una rosa di qualità ma troppo corta”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Stroppa 24.05 - “È stata una stagione bella, importante. Da una situazione all’altra non abbiamo mai mollato, portando a casa un campionato importante. Giocare bene e non vincere da fastidio, noi abbiamo giocato e fatto bene”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore del Foggia Giovanni Stroppa traccia...

A tu per tu

...con Gerolin 23.05 - “Il bilancio non può sicuramente essere positivo, abbiamo raddrizzato la barca soltanto alla fine. Undici sconfitte consecutive ci dicono che abbiamo sbagliato qualcosa, avremmo dovuto prestare più attenzione”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo dell’Udinese, Manuel Gerolin. Numeri...

A tu per tu

...con Sorrentino 22.05 - Una stagione faticosa, difficile. Ma alla fine ciò che conta è il risultato. E anche quest’anno il Chievo Verona ha portato a casa la salvezza. Uno dei protagonisti della permanenza del Chievo in Serie A è stato ancora una volta Stefano Sorrentino. Una certezza tra i pali. Esperienza...

A tu per tu

...con Salerno 21.05 - “Ho sempre ammirato Buffon, un portiere fuori dal comune. Psg? Credo che smetterà”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo di - tra le altre - Leeds, Watford, Cagliari e Palermo, Nicola Salerno. Scudetto alla Juve: cosa è mancato al Napoli? “Il gap si è abbassato. Il Napoli...

A tu per tu

...con Tesser 20.05 - “Siamo arrivati fino all’ultima giornata per decidere la salvezza, questo è un segnale nell’interesse del campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Attilio Tesser a proposito della giornata di oggi che sancirà gli ultimi verdetti della serie A. Sulla carta per il Crotone è assai complicata... “Chiaro,...

A tu per tu

...con Galli 19.05 - “Mancini mi piace, con me si sfonda una porta aperta. È uno dei tecnici più adatti alla Nazionale”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Beppe Galli a proposito del nuovo allenatore della Nazionale Italiana. Come far partire il nuovo ciclo azzurro? “Dando più fiducia ai giovani. Facendoli...

A tu per tu

...con Perinetti 18.05 - “Per noi è stato un campionato dove siamo stati protagonisti di un’impresa. L’inizio è stato difficile, bravo Ballardini a svegliare i ragazzi e brava la società ad averlo messo nelle giuste condizioni”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti a proposito...

A tu per tu

...con Ursino 17.05 - Missione impossibile, a caccia di un’altra impresa. Perché al Crotone le cose facili non vanno di moda. La sfida al Napoli per ottenere la salvezza e scrivere un’altra pagina di storia. La squadra di Zenga ci proverà. “Dobbiamo fare il nostro dovere, poi vedremo alla fine che cosa...

A tu per tu

...con Sannino 16.05 - “Sarri e lo scudetto del Napoli perso in hotel a Firenze? Quando c’è un campionato e si conoscono già le date devi mettere in preventivo che puoi giocare prima o dopo un’altra squadra in lotta per i tuoi stessi obiettivi”. Cosi a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino a proposito della...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy