VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

A tu per tu

...con Malesani

“Napoli, occhio al Feyenoord. Inter, per lo Scudetto ci sei. Genoa, bravo Ballardini. Il Milan e il gol di Brignoli, capiterà tra cinquant’anni... fiducia in Gattuso. Italia, io sto con Ventura. Vorrei allenare una Nazionale”
06.12.2017 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 12801 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

“Il Napoli contro il Feyenoord? Formalità è una parola che per la Champions non va mai bene. Ma se il Napoli è concentrato e gioca ai suoi livelli può farcela”. Così a TuttoMercatoWeb Alberto Malesani fa le carte alla partita di questa sera tra il Napoli e il Feyenoord.

Il Feyenoord delude anche in campionato.
“Si, sono finite le sfornate di grandi campioni. Devono ricostruirsi un po’. Poi gli stranieri vanno sempre meno a giocare lì. Però la partita secca è diversa dal campionato. Bisogna sempre stare con le antenne dritte”.

La sconfitta contro la Juve può avere tolto delle certezze?
“Se c’è una cosa che il Napoli non ha perso è proprio la consapevolezza in se stesso. Non è uno scandalo perdere. Magari il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Gli azzurri hanno giocato una bella partita, hanno le loro certezze”.

E i bianconeri?
“Basta che non vincano una partita e si dice che non sono solidi. Ma sono a due punti dalla prima che sarebbe l’Inter. Hanno agguantato il Napoli e sono a poco dai nerazzurri. Sono sempre lì, a lottare. Sono umani anche loro, poi Allegri è una garanzia”.

La prossima di campionato è Juve-Inter.
“Come a Napoli la Juve ci sarà. Non è una passeggiata andare a Torino, per l’Inter sarà un banco di prova importante”.

Inter da Scudetto?
“Beh, direi di sì. L’allenatore è bravo, giusto provarci. Spalletti ha saputo motivare l’ambiente che era depresso, ha rivalutato i giocatori che erano già in casa. L’Inter può giocarsela per lo Scudetto”.

Il suo ex Genoa è rinato.
“Bravo Ballardini a dare la svolta. Va anche detto che il Genoa non ha niente a che spartire con la zona retrocessione, credo sia normale la sua risalita”.

Il Milan a Gattuso: la prima non è andata bene. E ha fatto gol persino Brignoli.
“Quando un ambiente non è rilassato sono cose che capitano. Magari un’altra cosa del genere capiterà tra cinquant’anni. Sono quelle annate un po’ così. Il Milan non riesce a fare quello che ha fatto l’Inter, cioè il salto di qualità. Non è una questione di un allenatore o un giocatore o una situazione generale. All’inizio sembrava che le cose potessero andare bene, poi si è bloccato qualcosa. Il Milan ha bisogno di entusiasmo. Gattuso è stato un grande giocatore, ha la maglia rossonera addosso. Ha qualcosa in più per questo, conosce tutte le sfumature. E quindi credo possa fare bene”.

Per il Benevento un punto di ripartenza?
“Ripartirà, ma un punto in quindici partite è un’impresa titanica. In chiave salvezza la vedo complicata, ma non si sa mai. Il Crotone insegna”.

L’Italia e la figuraccia al Mondiale: da fuori, che idea s’è fatto?
“Determinate cose bisognerebbe viverle da dentro. Si fa presto a giudicare. Le sconfitte non hanno padri. Si gioca a scaricabarile. Facile additare qualcuno, non mi sento di dare giudizi. Mi dispiace molto per la nostra Nazionale, perché un Mondiale senza l’Italia non è bello. So quanto è difficile fare l’allenatore, quindi non mi sento di fare come tutti che hanno sparato contro Ventura, che è stato scelto mica è andato lì a caso. A volte bisogna capire i criteri con cui si sceglie una persona. Sono molto solidale nei suoi confronti”.

E lei, mister?
“Mi piacerebbe allenare una Nazionale. Ma è difficile per mille motivi. A volte la Nazionale è anche un fatto politico, bisogna conoscere tutto quello che le gira intorno. Il campo mi manca. Ma siccome di errori ne ho fatti tanti a scegliere determinate squadre per mille motivi, sono stato un po’ limitato dai risultati. E nel calcio si guarda più all’immediato che al passato”.

Programmi per il futuro?
“Mi piace aggiornarmi, vedere, capire. A me il calcio piace in maniera viscerale. Qualcosa farò...”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Sannino 21.02 - “Napoli e Juve hanno fatto un campionato, il resto delle squadre ne stanno facendo un altro. Gli azzurri hanno un punto di vantaggio ma anche la consapevolezza di dover fare una partita importante, quando arriverà il momento, contro i bianconeri. Occhio però, la Juve sta dimostrando...

A tu per tu

...con Valcareggi 20.02 - Emanuele Giaccherini è tornato. In grande stile. Con un gol che può segnare un nuovo percorso, prendendo per mano il Chievo Verona. “In realtà non era mai andato via... è stata una pausa. Come gli dai una maglia è difficile che fallisca l’obiettivo. Certo, se non gli dai la maglia...”,...

A tu per tu

...con Stemperini 19.02 - Da Cagliari a Perugia, andata e ritorno. Perché il 31 gennaio Kwang Song Han s'è ripreso la maglia rossoblù, con la Juventus sullo sfondo. Il passaggio del coreano dal Cagliari alla Juventus sembrava cosa fatta. Tutto rimandato, se ne riparlerà. “Prima del mercato il Cagliari mi aveva...

A tu per tu

...con Accardi 18.02 - A movimentare uno scialbo gennaio ci ha pensato Beppe Accardi. Tutta colpa della Juventus e di Mino Raiola, almeno così pare. Perché i bianconeri hanno ingaggiato Leandro Fernandes dal PSV, un calciatore il cui mandato apparteneva ad Accardi, che parla a TuttoMercatoWeb con un occhio...

A tu per tu

...con Gerolin 17.02 - “Cinque anni da calciatore a Udine, sei alla Roma. In bianconero ho esordito, poi l’approdo in giallorosso dove ho vissuto anni che mi hanno formato come calciatore e come uomo”. Parla a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo dell’Udinese, Manuel Gerolin che ha indossato la maglia...

A tu per tu

...con Giammarioli 16.02 - “Arriviamo alla partita con la serenità di sempre. Serenità che è stata da sempre la nostra forza, in particolare del mister e del suo staff”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo della Cremonese, Stefano Giammarioli in vista della sfida di questa sera al Bari. Serenità...

A tu per tu

...con Bianchi 15.02 - "L'Atalanta sta facendo un grande lavoro, davvero. Complimenti a tutti, dall’allenatore a tutta la struttura societaria”. Parla a TuttoMercatoWeb Rolando Bianchi, ex attaccante della Dea, dove ha anche mosso i primi passi nel settore giovanile. Per l’Atalanta un lavoro che parte...

A tu per tu

...con Stellone 14.02 - “All’inizio dell’anno avevo detto che per la promozione diretta visto l’organico le favorite erano Palermo, Empoli e Frosinone e stanno rispettando, al di là di qualche eventuale passo falso, le aspettative”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone sul campionato di Serie B. Piccolo...

A tu per tu

...con De Fanti 13.02 - “La Juve sta incontrando il Tottenham nel suo momento migliore, lo ha dichiarato anche Pochettino che è un momento brillantissimo per la sua squadra”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato esperto di calcio inglese, Roberto De Fanti. Pregi e difetti del Tottenham? “Beh,...

A tu per tu

...con Lupo 12.02 - “Dimentichiamo il 4-0 e riprendiamo il cammino interrotto ad Empoli, dove siamo incappati in una giornata storta. Dobbiamo ritrovare lo spirito del girone d’andata e anche in fretta. E in questo senso ho visto la squadra lavorare molto bene”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.