HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Marroccu

“Esonero Suazo scelta sofferta. Corini grande acquisto, lo volevamo già l’anno scorso. Futuro, il Brescia vuole andare in Serie A. Inter, Nainggolan il tuo top player”
21.09.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 6585 volte
© foto di Federico De Luca

“L’esonero di Suazo è stata una scelta sofferta. Su David abbiamo ragionato per tanto tempo, pensavamo fosse l’uomo giusto e anche un allenatore di prospettiva: questo ultimi concetti ovviamente non cambiano dopo l’esonero”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Brescia, Francesco Marroccu.

Perché il cambio?
“Arriva un momento in cui l'esperienza accumulata ti dice di intervenire e questo avviene non per un motivo preciso ma per una valutazione globale della situazione. David Suazo comunque è un allenatore di cui sentiremo parlare”.

Avete scelto Corini.
“È stato tra i tanti obiettivi estivi. Non siamo andati a fondo per una supposizione errata, cioè che fosse ancora sotto contratto con il Novara. Cellino lo ha sempre stimato. Tra l’altro il Novara di Corini l’anno scorso vinse 1-0 a Brescia e il Presidente si ricordava di quella partita. È una felice intuizione del presidente. Si tratta di un profilo molto alto, il Brescia ha fatto un grande acquisto”.

Testa al campo. Pronti per il Carpi?
“Un banco di prova importante. Ma nel cambio di allenatore non si è cercato il risultato immediato, bensì un tecnico che possa costruire il Brescia di oggi e di domani. Sappiamo che ogni partita è importante. Ma per noi è importante il percorso di crescita piuttosto che la singola partita. Dobbiamo diventare squadra”.

Caos Serie B, ripescaggi e tante voci che si rincorrono. Come la vede?
“È un’estate tribolata. Leggere a giorni alterni di un campionato a diciannove e poi a ventidue non aiuta. Per far partire il campionato nei tempi regolari non c’era via d’uscita. Ormai il torneo è partito”.

Uno sguardo ai colpi della A: Nainggolan all’Inter. Il top player che mancava?
“Può essere l’uomo determinante per questa Inter. Ma nel calcio attuale il singolo incide solo se inserito in un contesto favorevole. I nerazzurri arriveranno nelle prime posizioni. L’Inter ha fatto un mercato che per ora non sta dando i suoi frutti ma a lungo andare dimostrerà che è stato uno dei migliori”.

E lei direttore? Rimpianti di mercato?
“Solo legati alle uscite. In entrata abbiamo fatto tutto quello che avevamo previsto, con un notevole esborso finanziario”.

L’obiettivo di quest’anno?
“Creare i presupposti affinché il Brescia possa andare in un futuro Serie A. Sarà il tempo a dire quando saremo pronti. Sicuramente non vogliamo soffrire come l’anno scorso”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Angella 16.11 - “Ho avuto un infortunio ma ora è passato, sono carico è motivato per fare bene da qui alla fine. La prima impressione è positiva, il calcio belga a livello di qualità e intensità mi ha dato buone indicazioni. È un po’ all’inglese”. Così a TuttoMercatoWeb il difensore di proprietà...

A tu per tu

...con Bjelica 15.11 - “Sono contento, davvero. Stiamo giocando bene in Europa e siamo primi in campionato con otto punti di vantaggio. Non potrebbe andare meglio”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore della Dinamo Zagabria, Nenad Bjelica. Insomma, il momento è positivo. “Tutto procede nel migliore...

A tu per tu

...con Accardi 14.11 - “Se Ventura davvero ha preso la buonuscita siamo alla follia, mi auguro che ciò non sia avvenuto davvero. È un allenatore che non fa più parte di una logica di calcio come quella del Chievo, eppure mi sembrava il tecnico ideale”. Così a TuttoMercatoWeb Beppe Accardi a proposito dell’addio...

A tu per tu

...con Corini 13.11 - Bel gioco e risultati. Per il Brescia di Eugenio Corini è una settimana felice dopo il 4-2 all’Hellas Verona. “Era una prova importante contro una delle favorite per la vittoria del campionato. Aver vinto è stato un bel segnale, la squadra è stata costruita con dei valori e con i...

A tu per tu

...con Caliendo 12.11 - “CR7 è servito ad accendere quell’attenzione che si era spenta nei confronti del calcio italiano. Un’iniezione di grandissimo impatto mediatico, che ci ha riportato ai livelli del calcio mondiale”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Antonio Caliendo. Il calcio italiano,...

A tu per tu

...con Foschi 11.11 - Scontro al vertice in Serie B. Palermo-Pescara per la testa della classifica. “Siamo arrivati all’undicesima di campionato con una media punti incedibile. Ci piacerebbe continuare questa corsa nell’alta classifica. È una partita difficilissima, uno scontro diretto ma riferito a questo...

A tu per tu

...con Canovi 10.11 - “Juric si gioca la panchina? Una storia già vista”. Così a Tuttomercatoweb l’avvocato Dario Canovi sul momento del Genoa. La partita non è delle più abbordabili: i rossoblu sfidano il Napoli. “Temo che il Genoa non abbia molte speranze di fare risultato contro il Napoli. Incontrare...

A tu per tu

...con Spinelli 09.11 - “È finito, nessuna possibilità di ripensarci. Davvero, diciamo basta”. Così a TuttoMercatoWeb Aldo Spinelli si congeda da Livorno. Ultimo posto in classifica, situazione poco felice. Presidente, perché questa scelta? “Siamo stanchi. Molto stanchi. Abbiamo sprecato tante energie...

A tu per tu

...con Cinelli 08.11 - Antonio Cinelli e il Chievo Verona, è addio. Due giorni per il centrocampista la risoluzione del contratto, ora è tempo di una nuova avventura. “Nel Chievo non c’è mai stato un progetto su di me, non rinnego la scelta perché sono stato legato ad un club di serie A per tre anni. Ma...

A tu per tu

...con Moggi 07.11 - “Per la Juventus è una partita normale, per il Manchester United è fondamentale. La Juve non affronterà il match con la solita cattiveria, mentre il Manchester United dovrà impiegare anche con grandi motivazioni”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale della Juventus, Luciano...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy