VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Caso Donnarumma: come finirà?
  Dirà addio al Milan per il Real Madrid
  Rinnoverà separandosi da Raiola
  Rinnoverà restando con Raiola
  Dirà addio al Milan per la Juventus
  Dirà addio al Milan con altra destinazione

TMW Mob
A tu per tu

...con Milanese

"Leyton, non potevo chiedere di meglio. Ok da giocatore in Inghilterra, ora ci provo da ds. Giocatori italiani? Può darsi, ma prima vediamo la forza della squadra. Obiettivo seconda divisione..."
11.07.2014 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 26757 volte
© foto di Balti Touati/PhotoViews

Una nuova opportunità. Mauro Milanese lascia l'Italia e vola in Inghilterra. Destinazione Leyton. Tutto fatto, l'ex ds del Varese è il nuovo uomo mercato della società inglese, che punta ad andare in seconda divisione inglese. "Non potevo chiedere di meglio", dice Milanese a TuttoMercatoWeb.

Perché il Leyton?
"Avevo altre possibilità. Potevo andare al Reading, poi si è pesentata questa opportunità del Leyton. Da giocatore sono andato all'estero, in Inghilterra dove ora voglio mettermi in gioco da direttore sportivo".

Ha scelto una società di terza serie inglese...
"Non ho guardato la categoria e neppure il profilo economico o la durata del contratto. È giusto dimostrare le proprie capacità dove si hanno gli stimoli. Londra me lo permette, sono contento di aver ottenuto quello che speravo. Una cosa è fare il giocatore, un'altra il direttore sportivo e punto a fare bene".

Lei al Leyton, Salerno al Leeds, Nani al Watford. Gli italiani all'estero siete tanti...
"Significa avere il coraggio di rischiare. Tutta gente capace che ha saputo imporsi con le proprie capacità e ora vuole misurarsi in un posto diverso. È una sfida, sono contento di trovare persone che pensano che non ci sia solo l'Italia ma anche altri posti dove si fa bel calcio. L'Inghilttera è uno dei posti più belli. Stavo per firmare con un'altra squadra, è capitato tutto in fretta. È una sfida stimolante".

Per il mercato guarderà all'Italia?
"Qualche pensiero si farà. Anche se il modo di fare calcio è diverso e non tutti i calciatori vanno bene per il calcio inglese. Piano piano vedremo le qualità della squadra. Il mercato poi rimane aperto per i prestiti tutto l'anno, il presidente ha appena preso il club e ora verifichiamo entità e forza della squadra che non è andata in serie B per un rigore. Qualcuno è andato via, ma c'è una buona base sulla quale lavorare. Daremo la precedenza ai giocatori inglesi, non guarderò l'Italia ma la forza della squadra e i ruoli che vanno colmati in base alle esigenze dell'allenatore".

Obiettivo seconda divisione quindi?
"C'è un presidente ambizioso e anche una società giovane. Tutti vorremmo la promozione. Fare meglio dell'anno scorso significherebbe andare in serie B. Ma non è facile, perché pur essendo un club storico e glorioso non ha un suo profilo di tanti anni di A e B. Proviamo a fare bene".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Canovi 27.06 - "Donnarumma? Si capisce poco, credo di aver visto il rinnovo peggio gestito e non solo per colpa di Raiola". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Dario Canovi. Di chi le colpe principali? "Un po' di tutti. Anche del Milan, che doveva capire di avere di fronte Raiola...
Telegram

A tu per tu

...con Martorelli 26.06 - "Ho visto un Milan molto attivo, l'unica società che si è mossa in maniera importante. Mi aspetto tanto dall'Inter, che è abbastanza ferma sul mercato e credo farà tante operazioni. Servirà capire cosa farà la Juventus, soltanto il Milan ha fatto qualcosa di diverso e importante....

A tu per tu

...con Gasparin 25.06 - Gigio Donnarumma e il Milan, trattativa in corso per il rinnovo. "Sono dalla parte del Milan, anche se ci sono delle situazioni delicate e difficili. Il potere contrattuale del calciatore è molto forte, poi c'è Mino Raiola che è un ostacolo di quelli difficili da scalare. Gigio Donnarumma...

A tu per tu

...con Salvatori 24.06 - "Sarà un mercato in cui si metteranno tutte in competizione per contrastare la corazzata Juventus, Roma e Napoli saranno competitive. Chi ha più da lavorare sono le milanesi". Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Fabrizio Salvatori, ex tra le altre di Trapani, Bologna e Torino....

A tu per tu

...con Tami 23.06 - Un'eredità pesante - quella di Tramezzani - e il mercato che si accende. Il Lugano riparte da Pier Tami. "La squadra ha smesso da poco, la pausa è stata breve. Stiamo lavorando per completare la rosa, il tempo stringe e quindi dobbiamo fare in fretta", dice il nuovo allenatore della...

A tu per tu

...con Sannino 22.06 - "Donnarumma e il mancato rinnovo con il Milan?Un ragazzo cresciuto nel Milan, di diciotto anni, non doveva neanche pensarci. Doveva restare e basta. Ma nessuno crede più al cuore e alla maglia, avendo un agente importante come Raiola è normale che lo stesso procuratore faccia gli...

A tu per tu

...con Novellino 21.06 - "La società si sta muovendo bene, ma siamo ancora sulle verifiche. Sicuramente c'è la volontà di fare bene". Così a TuttoMercatoWeb l'allenatore dell'Avellino, Walter Novellino. Obiettivi per il prossimo anno? "Vogliamo soffrire meno dell'anno scorso. Poi strada facendo...

A tu per tu

...con Capozucca 20.06 - "Fin qui è stato protagonista il Milan, in maniera inaspettata. Mirabelli si è ben districato. Il problema Donnarumma fa passare in secondo piano tutto quello che è stato fatto, ma se valutiamo tutto il Milan ha fatto un ottimo mercato". Così a TuttoMercatoWeb l'ex ds del Cagliari,...

A tu per tu

...con Colomba 19.06 - "Donnarumma e il caso scoppiato al Milan? Secondo me l'errore è stato commesso in passato: quando si ha un legno grezzo non bisogna arrivare all'ultimo. Si sa benissimo come vanno le cose al giorno d'oggi, le bandiere non esistono più. La festa di Totti è la prova che la gente ha...

A tu per tu

...con Antonini 18.06 - Tiene banco il caso Donnarumma. "Io avrei firmato in bianco, il mio approccio è diverso. Il mio procuratore avrebbe potuto dirmi qualunque cosa, ma io avrei firmato. Stiamo parlando del Milan", dice a TuttoMercatoWeb l'ex difensore rossonero Luca Antonini. Critiche e tanto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.