HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere del Mondiale?
  Cristiano Ronaldo
  Lionel Messi
  Neymar
  Romelu Lukaku
  Harry Kane
  Antoine Griezmann
  Denis Cheryshev
  Sergio Aguero
  Gabriel Jesus
  Diego Costa
  Timo Werner
  Dries Mertens
  Luis Suarez
  Kylian Mbappé
  Artem Dzyuba
  Edinson Cavani
  Falcao
  Mario Mandzukic
  Thomas Muller
  Altro

A tu per tu

...con Moggi

“2017 disastroso, il calcio italiano riparta dalle regole. Milan, con Gattuso più entusiasmo. Juve, nessun caso Dybala: esclusione colpa dei centrocampisti. Troppi stranieri, così no”
30.12.2017 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 13932 volte
© foto di Simone Calabrese

“È stato un 2017 disastroso, basti pensare all’eliminazione dal Mondiale. Che poi ci siano squadre che tengono alta l’immagine del calcio non c’è dubbio. Però purtroppo nella nostra serie A ci sono troppi stranieri, che danno fastidio alla Nazionale”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex dg della Juventus, Luciano Moggi fotografa il 2017 del calcio italiano.

E per la Juve, che anno è stato?
“Nella Juve ci giocano molti italiani e già questo è un vantaggio. Poi ci sono anche giocatori che possono rappresentare il futuro della Nazionale, da Rugani a Bernardeschi. Quando vedi che ci sono squadre con undici giocatori stranieri che alcuni potrebbero stare al paese loro qualche domanda te la fai... ci vorrebbe una regola per limitare il loro impiego. Per la Juventus comunque il 2017 è stato più che positivo, anche ora è la candidata per vincere lo Scudetto”.

Juve un po’ più vulnerabile rispetto agli altri anni?
“Lo era prima. Con l’ingresso di Matuidi e del terzo centrocampista non subisce gol, vuol dire che ha trovato la quadra giusta”.

E il Napoli?
“Gioca meglio di tutti, ma con i soliti undici. Se ne manca uno diventa un problema. È una bella squadra”.

Il Milan di Gattuso arranca...
“La vittoria nel derby è stata una bella soddisfazione, vedremo come andranno con Gattuso, che ha cominciato da poco a fare l’allenatore e non si può dire che non sia bravo. Il Milan prima dell’arrivo di Gattuso era una squadra senza nervo, ora ha cominciato a far capire di che pasta è fatto. Poi che manchi il gioco è un altro discorso”.

Che mercato si aspetta?
“Il Milan è condizionato economicamente, magari farà qualcosa l’Inter che ha una rosa ristretta. La Juve invece ha due squadre, si permette di tenere fuori Dybala, Douglas Costa, Rugani....”.

Alla Juve potrebbe scoppiare il caso Dybala?
“Ha un modo di giocare diverso, l’allenatore ha visto che la squadra prendeva troppi gol e ha capito che mancava il Marchisio della situazione e quindi doveva fare delle scelte mettendo dentro Matuidi. Oggi la Juve gioca in contropiede: Higuain unica punta e poi centrocampo e difesa. La Juventus parte con un finto 4-3-3 e finisce con un 6-3-1: non dà spettacolo, fa fare possesso palla in orizzontale e poi colpisce in contropiede. Questo va bene in Italia, ma non all’estero”.

Quindi non si aspetta la cessione?
“No. È più probabile che parta un altro centrocampista. Dybala è un giocatore importantissimo. La Juve può farne a meno, ma è un lusso”.

Il 2018 sarà l’anno dell’allenatore della Nazionale...
“Credo che più che puntare sull’allenatore bisognerebbe avere giovani su cui lavorare. Non si possono vedere undici stranieri in una squadra sola...così non emerge il calcio italiano. L’Udinese è una fucina di talenti ma sono tutti stranieri. Per avere una Nazionale forte occorre partire dalle regole”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con G.Di Carlo 24.06 - “Nella prima partita la Polonia è... rimasta in Polonia”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Gianluca Di Carlo analizza l’esordio al Mondiale della Polonia, sconfitta dal Senegal. “Mi è sembrato - sottolinea l’esperto di calcio polacco -che la squadra non avesse le giuste motivazioni....

A tu per tu

...con Colantuono 23.06 - “Il risultato è sicuramente pesante, grosso. Ma non si pensi che la Croazia sia una squadretta....”. Così a TuttoMercatoWeb Stefano Colantuono a proposito della debacle dell’Argentina ai Mondiali. Chi vincerà il Mondiale? “Il Brasile è la squadra più forte. Ma ci potrebbe essere...

A tu per tu

...con Accardi 22.06 - “Pastore alla Roma e Nainggolan all’Inter sono operazioni che rendono contenti entrambi i club”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente di mercato Beppe Accardi analizza la trattativa che si è da poco conclusa. E ora che si aspetta? “Dopo i Mondiali vedremo chi sarà capace di andare...

A tu per tu

...con De Biasi 21.06 - “In termini di risultati la Russia, da padrona di casa, ha fatto cose importanti ma va anche tenuto conto che ha giocato contro Arabia Saudita ed Egitto”. Così a TuttoMercatoWeb Gianni De Biasi sul Mondiale. Che effetto fa non vedere l’Italia? “Un effetto strano. Davvero. Perché...

A tu per tu

...con Braglia 20.06 - “Sono contento per la società, per Trinchera e per tutti quelli che ci hanno voluto bene. E anche per chi ci ha voluto male”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore del Cosenza Piero Braglia, fresco di promozione in Serie B e rinnovo contrattuale. Archiviati i festeggiamenti è tempo...

A tu per tu

...con Manconi 19.06 - “A Carpi magari avrei dovuto impegnarmi un po’ di più mentalmente, potevo dare di più. Poi ho deciso di scendere di categoria a Livorno, dove mi sono trovato molto bene anche perché abbiamo vinto il campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Jacopo Manconi traccia un bilancio della sua esperienza...

A tu per tu

...con Brignoli 18.06 - “Al di là del gol contro il Milan, non è stata una stagione particolarmente positiva”. Così a TuttoMercatoWeb il portiere del Benevento e di proprietà della Juventus, Alberto Brignoli traccia un bilancio del suo campionato. Torniamo indietro di qualche mese: se ripensa al gol...

A tu per tu

...con Rinaldi 17.06 - Verso la prima del Brasile al Mondiale. Questa sera la squadra di Tite sfiderà la Svizzera di Vladimir Petkovic. “Il Brasile deve stare attento, la Svizzera è una squadra ostica”, dice a TuttoMercatoWeb l'ex dirigente della Federazione Brasiliana, Gilmar Rinaldi. Il Brasile e...

A tu per tu

...con Imborgia 16.06 - “Frosinone-Palermo la vedo meglio rispetto a quando dovevo ancora vedere i rosanero contro il Venezia. La partita di mercoledì ha reso il Palermo più equilibrato e aggressivo, fermo restando che La Gumina per caratteristiche deve giocare più da solo che con altri”. Cosi a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Bordin 15.06 - Dalla Moldavia all’Azerbaijan. Roberto Bordin fa il giro del mondo e non si ferma. “Mi è piaciuto il progetto biennale, in società c’è voglia di riportare il Neftchi Baku nelle zone alte della classifica. Qui c’è la volontà di fare qualcosa di importante, domenica si riparte”, dice...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy