VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
A tu per tu

...con Montali

"Roma, che stagione! Totti al Mondiale? Sempre legato all'azzurro, ma decide Prandelli. Inter, certi anni non ritornano più: bastava poco per andare in Champions ma Thohir ha le idee chiare. Io a Bologna? Piazza straordinaria, viene dopo le big"
23.04.2014 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 24688 volte
© foto di Alberto Fornasari

La Roma torna in Champions, la Juventus viaggia verso i cento punti. E Gian Paolo Montali aspetta il progetto giusto per rimettersi in pista, potrebbe essere il Bologna, magari con un nuovo imprenditore, tal Francesco Becchetti. L'ex dirigente di Roma e Juventus parla a TuttoMercatoWeb.

Montali, la Roma è tornata in Champions. L'ultima volta che i giallorossi centrarono il traguardo lei era il direttore generale.
"Questa stagione è stata esaltante, perché i risultati sportivi sono stati davvero importanti e la qualità di gioco con la quale è arrivata la qualificazione in Champions League è stata davvero alta. Quest'anno la Roma ha sempre giocato per vincere. Non siamo abituati a vedere squadre come Roma e Juventus in Italia. Cioè pronte a giocare per vincere, sempre. Questa è mentalità europa. La Roma ha fatto un grande salto non solo per i risultati sportivi ma anche a livello culturale. Sono contento, il prossimo anno con questo modo di giocare e di pensare la Roma farà strada".

Totti sempre al top, va portato al Mondiale?
"Prandelli è già tirato per la giacca da tante parti... ma vorrei sottolineare una cosa".

Prego.
"Quando ci sono Mondiali o Europei vedo che tanti giocatori trovano interesse per la Nazionale. Quando ci sono cose meno importanti c'è una propensione minore ad essere legati alla maglia azzurra. Mentre Francesco ha sempre dimostrato attaccamento alla Nazionale. Ma decide Prandelli, è giusto così".

La Roma stupisce, la Juve va verso i 100 punti...
"Se quella della Roma è stata una stagione straordinaria diventa complicato trovare un aggettivo per quella della Juventus, che è sempre stata impegnata in più competizioni mentre la squadra di Garcia solo in campionato. I bianconeri hanno avuto infortuni in ruoli chiave, non in attacco dove ci sono tanti talenti ma in altri reparti. Ogni giocatore ha sempre risposto bene. Roma e Juventus sono due squadre che ci fanno guardare il bicchiere mezzo pieno".

E l'Inter?
"Certi anni non ritornano più. Le stagioni sono uniche. Le persone normali non riescono a fare il salto di qualità, quelle speciali sì: l'Inter è sempre stata sul confine e sarebbe bastato davvero poco per fare una stagione diversa. Peccato, davvero. Era un'opportunità da cogliere, andare in Champions non era impossibile perché il Napoli ha avuto alti e bassi"

Come immagina il futuro nerazzurro?
"Ci sono molti nomi in giro, i campionati si vincono prima a tavolino e poi sul campo. Le strategie diventano decisive, bisogna avere le idee chiare. Thohir non è uno che improvvisa, è uno che ha metodo, rigore e sotto quest'aria un po' da straniero scansonato e sempre col sorriso sulle labbra c'è una persona con le idee chiare. La storia dell'Inter cambierà radicalmente: Thohir darà un'impronta forte e decisa, ancora non si è vista la sua mano".

E lei, pronto a tornare in pista?
"Non dipende da me... quando uno dice «aspetto il progetto giusto» sembra che se la tiri. Io ho un profilo diverso, mi possono prendere in pochi. Ma perché ho un profilo particolare, non semplice da collocare. Non sono un direttore sportivo, non voglio fare mercato. Mi occupo di gestire organizzazioni, sono deputato a giocare per vincere. E sono poche le società che vogliono giocare per vincere. Nel mondo del calcio nessuno vuole mai prendersi i favori del pronostico, quando dai un certo tipo di organizzazione il fardello è pesante. Non è facile. Sono in attesa, il calcio mi piace molto. Sto facendo delle consulenze, ma non è ancora arrivato il momento che qualcuno si interessi a me".

Se le dico Francesco Becchetti e il Bologna?
"Nulla di vero. Parlano gli altri. Ma Bologna è una piazza straordinaria, con un potenziale incredibile. Bologna la metto subito dopo i grandi club blasonati come potenzialità, fidelizzazione della piazza, catino di importanza. È un club con delle potenzialità e in Emilia Romagna c'è cultura sportiva. Bologna è la prima città per i depositi bancari, una città ricca. Se trovasse un'idea di un progetto di un certo tipo basato su un metodo preciso con le cose fatte bene risponderebbe in una maniera incredibile. Potenzialmente è una piazza straordinaria".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Mondonico 23.09 - Il Torino all’esame Juventus. Per molti La Partita. E di partite speciali ne ha giocate tante anche Emiliano Mondonico, in campo e fuori. Il Mondo sarà presente ad un evento organizzato dall’agenzia FTA nei prossimi giorni, intanto osserva calcio. Come sempre. “La Juventus è la squadra...
Telegram

A tu per tu

...con Ba 22.09 - Un passato da centrocampista, un futuro a dettare le linee guida in panchina. Ibrahim Ba, ex calciatore del Milan in diversi periodi dell’era rossonera ora fa l’allenatore. “All’inizio non ci pensavo, però provate a chiedere ai miei ex compagni quanti pensavano di fare gli allenatori”,...

A tu per tu

...con Bergodi 21.09 - “Inter e Milan si sono rinforzate. l rossoneri hanno cambiato tanto, la squadra deve amalgamarsi e poi ci sarà da divertirsi”. Così a TuttoMercatoWeb Cristiano Bergodi fa le carte al campionato di serie A. La previsione: chi vincerà il campionato? “Sarà un campionato molto...

A tu per tu

...con Durante 20.09 - "Non vedo nessun miglioramento di qualità nel gioco del campionato italiano. Ci sono tre-quattro squadre superiori alle altre, poi una fascia media più forte e a seguire un'altra parte che equivale alle squadre di una serie B. Il campionato italiano è sceso di livello. E non sono...

A tu per tu

...con Carli 19.09 - "Il campionato di B sta rispettando le gerarchie. Le squadre migliori sono quattro: Frosinone, Palermo, Empoli e Perugia. Poi strada facendo il torneo prenderà una sua identità". Così a TuttoMercatoWeb l'ex dg dell'Empoli, Marcello Carli. L'Empoli oggi va di scena a Parma. "Bella...

A tu per tu

...con Palermo 18.09 - "Bene in campionato e male in Europa? I problemi della Juventus li conosciamo: la difesa. Ogni campionato ha la sua storia, la Juve resta sempre una delle più forti d'Europa, in Italia è la migliore. Ma sicuramente si è indebolita". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Paolo...

A tu per tu

...con Martina 17.09 - "Una partita tosta. Importante. Genoa e Lazio sono forti, il Grifone gioca in casa e quindi è in vantaggio. Ma occhio, la Lazio sta attraversando un momento felice. Anche se aver giocato in settimana può essere un'insidia". Cosi a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Silvano Martina,...

A tu per tu

...con Petkovic 16.09 - "Giocare in Champions non è semplice, basta trovare la giornata negativa e succede quello che è successo a Napoli e Juventus. E poi il Barça ha dato una risposta normale...". Cosi a TuttoMercatoWeb il ct della Nazionale Svizzera, Vladimir Petkovic. Juve ridimensionata? "La...

A tu per tu

...con Iachini 15.09 - "La debacle delle italiane in Champions? Quando vai a giocare a questi livelli in Europa non è mai facile. Ci può stare di fare un po di fatica. Esperienza e personalità possono fare la differenza. Per la Juve non è andata benissimo, ma è una storia che ha sempre dimostrato di poter...

A tu per tu

...con Moggi 14.09 - "La debacle della Juventus contro il Barcellona? Primo tempo bene, secondo non certamente positivo. Il problema di fondo è che nel Barcellona c'è Messi... ho seguito attentamente la partita e ho visto un Messi che fino al 40' non saltava neppure un birillo. Poi si è acceso e quindi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.