VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con Perinetti

"Bari serbatoio di passione, mi dispiace per i tifosi e i Matarrese: in Puglia ho fatto il mio dovere. Berta come mio successore? Sì, avevo fatto il suo nome. I miei ricordi in biancorosso. Mercato: Sosa all'Fk Senica, Bacinovic e Struna..."
27.02.2014 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 13978 volte
© foto di Vincenzo Blandino

Si chiude l'era dei Matarrese a Bari. Un'epoca fatta di luci e ombre, successi ed insuccessi. Sabato i biancorossi andranno di scena a Palermo, una partita speciale per Giorgio Perinetti, che a Bari ha ottenuto risultati importanti e ha riportato in festa il San Nicola. Poi l'addio, voluto dai Matarrese. E il resto è storia recente. La società è destinata al fallimento, potrebbe arrivare un nuovo imprenditore entro i tempi previsti e farle mantenere categoria e denominazione. Oppure il Bari che verrà potrebbe ricominciare dalle serie inferiori. Una situazione in evoluzione. A TuttoMercatoWeb ne parla proprio Giorgio Perinetti, direttore dell'area tecnica del Palermo.

Perinetti, Bari in fallimento: che effetto le fa?
"Il Bari appartiene alla storia del calcio italiano, è un serbatoio di passione. Mi dispiace per i tifosi e per la famiglia Matarrese, che ha dato un contributo importante in questi anni al movimento calcistico e ora che ha ritenuto opportuno fermarsi, spero che il Bari trovi una soluzione alternativa".

Dopo il suo addio al Bari aveva suggerito Berta?
"Su richiesta della proprietà mi sono interessato al mio possibile successore. Tra i vari nomi, Angelozzi e Castagnini, avevo parlato anche di Berta, che stava facendo bene a Parma e avrebbe potuto rappresentare un'ottima soluzione. Adesso Berta ha trovato una collocazione di prestigio all'Atletico Madrid e sono contento anche delle parole che ha speso per me, mi fa piacere essere sempre utile a qualcuno".

Il ricordo più bello della sua esperienza a Bari?
"È legato purtroppo ad una sconfitta. Ma diecimila baresi a Roma rimangono un ricordo bello, una macchia di colore davvero notevole".

Quello più brutto l'addio?
"Sì. Perché non mi è stato dato modo di replicare e salutare la tifoseria. Questo mi è dispiaciuto".

In che rapporti è rimasto con la Famiglia Matarrese?
"Quando ci sentiamo sempre cordiali. E con Bari i rapporti rimangono positivi, anche se qualcuno si diverte a manipolare la realtà, ma non me ne curo perché so di aver fatto il mio dovere".

Giusto abolire i playout vista la situazione del Bari?
"Ne parleremo oggi in Lega, in assemblea. Sono decisioni delicate, vanno soppesate nella maniera giusta. All'ordine del giorno uno degli argomenti è la riforma dei campionati, una cosa da guardare con attenzione. Bisognerà valutare attentamente".

Che partita si aspetta sabato?
"Non dobbiamo sottovalutare il Bari, le ultime vicende avranno stimolato ulteriormente il gruppo. Non ci si aspettiamo un avversario distratto. Anzi, sarà una partita tosta, difficile. Quando si presentano grandi difficoltà come queste le squadre si uniscono ancora di più".

Il suo messaggio ai tifosi del Bari?
"A Siena dicevo «chiunque sia tifoso del Bari può venirmi a trovare». Sono ancora troppo legato ai baresi".

Mercato: ieri avete ceduto Sebastian Sosa.
"Lo abbiamo ceduto in prestito all'Fk Senica, ha bisogno di visibilità in Europa. Non lo conosciamo pienamente, non sappiamo che percorso fa. Così avremo modo di vederlo meglio"

Bacinovic e Struna invece rimarranno?
"Purtroppo non è stato facile completare le operazioni: in Ucraina hanno altro a cui pensare e in Russia al momento nulla da fare".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Marchetti 20.11 - “Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro...

A tu per tu

...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...

A tu per tu

...con Tavano 14.11 - L’Italia non va al Mondiale. Il doppio confronto con la Svezia non ha dato i frutti sperati. Niente Russia. “Incredibile”, commenta a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Diego Tavano. “Dispiace troppo, siamo una nazione - prosegue Tavano - con una potenzialità enorme ma che non...

A tu per tu

...con Stellone 13.11 - “La serie B?!È un campionato più concentrato rispetto agli altri anni. Potrebbero esserci due sorprese come Cremonese e Venezia ma è già successo che altre squadre neopromosse abbiamo fatto bene subito”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone fa le carte al campionato di serie B....

A tu per tu

...con Colantuono 12.11 - “La sorpresa? La Lazio, ma non più di tanto. Sulla scia di quanto fatto l’anno scorso comunque mi aspettavo una squadra del genere. Chi costruisce la squadra - Tare e Lotito - difficilmente sbaglia. Guardate cosa hanno fatto i biancocelesti l’anno scorso...”. Parla così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Quaison 11.11 - Un’avventura positiva, tutta da continuare a vivere. Robin Quaison a gennaio dell’anno scorso ha sfiorato la Juventus. “Ma a queste cose non penso, se ne occupa il mio agente”, dice l’ex Palermo - oggi al Mainz - a TuttoMercatoWeb. Come procede al Mainz? “Sto imparando la lingua...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.