VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Caso Donnarumma: come finirà?
  Dirà addio al Milan per il Real Madrid
  Rinnoverà separandosi da Raiola
  Rinnoverà restando con Raiola
  Dirà addio al Milan per la Juventus
  Dirà addio al Milan con altra destinazione

TMW Mob
A tu per tu

...con Piccini

"Prima l'infortunio, ora protagonista... La mia esperienza al Betis. Vorrei restare qui. L'Italia? Mi manca. E la Fiorentina..."
20.01.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 21714 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Un'esperienza in Spagna, per crescere e maturare. E il futuro? Chissà, potrebbe essere di nuovo in Italia. Cristiano Piccini si mette in mostra al Betis Siviglia, un'avventura che al difensore di proprietà della Fiorentina piacerebbe anche continuare in futuro. Piccini parla a TuttoMercatoWeb.

Dall'Italia alla Spagna, al Betis. Un primo bilancio?
"Quando sono arrivato ho giocato una partita e mi sono infortunato, ho passato tre mesi da inferno perché il tipo di infortunio che avevo non mi consentiva di fare molto. Ho trascorso le giornate a guardare la tv, a casa. Ora però sto bene, sto giocando e sono felice. Ci sono ancora tante partite e l'obiettivo è riportare il Betis in Primera".

Ambientarsi è stato difficile?
"No, neanche tanto. Conoscevo la lingua e poi i miei compagni sono dei bravissimi ragazzi che mi hanno aiutato tanto".

Quali differenze ha notato con il calcio italiano?
"La tattica, sicuramente. Quello italiano è un calcio più compatto che ti lascia meno spazi. Ma a mio avviso qui in Spagna c'è più qualità a livello tecnico e di gioco".

E il prossimo anno, si vede ancora in Spagna?
"Sinceramente al Betis mi trovo benissimo. La città è uno spettacolo e i tifosi sono incredibili, mi hanno fatto sentire importante sin dal primo giorno. In caso di promozione mi piacerebbe rimanere qui. Ma sono cose che andranno discusse a fine stagione. Ci penserà il mio agente (Dario Ristori, ndr). Io penso a crescere e a dare il meglio, a fine stagione tireremo le somme".

La Serie A, intanto, sta tornando competitiva.
"Mi sembra che il livello si stia alzando di nuovo. La serie A rimane uno dei campionati più affascinanti al mondo".

E la sua Fiorentina, come la vede?
"Sta facendo un buon campionato. Quando posso la guardo in tv. Inizialmente ci sono state un po' di difficoltà, ma le cose andranno per il verso giusto. La Fiorentina può anche dire la sua in Europa League".

Nostalgia dell'Italia?
"Certo. Mi manca la mia famiglia. I miei amici. Firenze, la mia città. Ma qui sto bene. Sarebbe stato più difficile se fossi andato in un'altra città che non è Siviglia".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Falcinelli 28.06 - "Abbiamo fatto una stagione importante, bellissima. Nessuno credeva nella nostra salvezza. E invece, ce l'abbiamo fatta". Ripercorre così a TuttoMercatoWeb le tappe della salvezza del Crotone l'attaccante Diego Falcinelli, che dal 1 luglio farà ritorno al Sassuolo. Quando è...
Telegram

A tu per tu

...con Canovi 27.06 - "Donnarumma? Si capisce poco, credo di aver visto il rinnovo peggio gestito e non solo per colpa di Raiola". Così a TuttoMercatoWeb l'operatore di mercato Dario Canovi. Di chi le colpe principali? "Un po' di tutti. Anche del Milan, che doveva capire di avere di fronte Raiola...

A tu per tu

...con Martorelli 26.06 - "Ho visto un Milan molto attivo, l'unica società che si è mossa in maniera importante. Mi aspetto tanto dall'Inter, che è abbastanza ferma sul mercato e credo farà tante operazioni. Servirà capire cosa farà la Juventus, soltanto il Milan ha fatto qualcosa di diverso e importante....

A tu per tu

...con Gasparin 25.06 - Gigio Donnarumma e il Milan, trattativa in corso per il rinnovo. "Sono dalla parte del Milan, anche se ci sono delle situazioni delicate e difficili. Il potere contrattuale del calciatore è molto forte, poi c'è Mino Raiola che è un ostacolo di quelli difficili da scalare. Gigio Donnarumma...

A tu per tu

...con Salvatori 24.06 - "Sarà un mercato in cui si metteranno tutte in competizione per contrastare la corazzata Juventus, Roma e Napoli saranno competitive. Chi ha più da lavorare sono le milanesi". Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo Fabrizio Salvatori, ex tra le altre di Trapani, Bologna e Torino....

A tu per tu

...con Tami 23.06 - Un'eredità pesante - quella di Tramezzani - e il mercato che si accende. Il Lugano riparte da Pier Tami. "La squadra ha smesso da poco, la pausa è stata breve. Stiamo lavorando per completare la rosa, il tempo stringe e quindi dobbiamo fare in fretta", dice il nuovo allenatore della...

A tu per tu

...con Sannino 22.06 - "Donnarumma e il mancato rinnovo con il Milan?Un ragazzo cresciuto nel Milan, di diciotto anni, non doveva neanche pensarci. Doveva restare e basta. Ma nessuno crede più al cuore e alla maglia, avendo un agente importante come Raiola è normale che lo stesso procuratore faccia gli...

A tu per tu

...con Novellino 21.06 - "La società si sta muovendo bene, ma siamo ancora sulle verifiche. Sicuramente c'è la volontà di fare bene". Così a TuttoMercatoWeb l'allenatore dell'Avellino, Walter Novellino. Obiettivi per il prossimo anno? "Vogliamo soffrire meno dell'anno scorso. Poi strada facendo...

A tu per tu

...con Capozucca 20.06 - "Fin qui è stato protagonista il Milan, in maniera inaspettata. Mirabelli si è ben districato. Il problema Donnarumma fa passare in secondo piano tutto quello che è stato fatto, ma se valutiamo tutto il Milan ha fatto un ottimo mercato". Così a TuttoMercatoWeb l'ex ds del Cagliari,...

A tu per tu

...con Colomba 19.06 - "Donnarumma e il caso scoppiato al Milan? Secondo me l'errore è stato commesso in passato: quando si ha un legno grezzo non bisogna arrivare all'ultimo. Si sa benissimo come vanno le cose al giorno d'oggi, le bandiere non esistono più. La festa di Totti è la prova che la gente ha...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.