HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

A tu per tu

...con Sannino

“Sarri ok, quando vincerà il campionato sarà da 10. Crotone, che peccato. Playoff B, auguri al Palermo e a Zamparini. Triestina eri un piccolo gioiello, Milanese non dica inesattezze. Io e le dimissioni, non accetto intromissioni”
16.05.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 9516 volte
© foto di Federico Gaetano

“Sarri e lo scudetto del Napoli perso in hotel a Firenze? Quando c’è un campionato e si conoscono già le date devi mettere in preventivo che puoi giocare prima o dopo un’altra squadra in lotta per i tuoi stessi obiettivi”. Cosi a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino a proposito della lotta Scudetto che ha decretato la Juventus ancora una volta campione d’Italia.

Per l’ennesima volta lo Scudetto lo ha portato a casa la Juventus.
“La Juventus ha dimostrato di essere la più forte. Ha dato grande dimostrazione di forza contro l’Inter, al di là dell’episodio di Pjanic perdeva 2-1 e ha ribaltato la partita vincendo 3-2. Mi auguro che il Napoli riesca a crescere ancora di più”.

Che voto da alla gestione Sarri?
“Sarri ha fatto vedere cose importanti. Però meriterà 10 quando vincerà un campionato”.

Che lotta per la salvezza! E rischia davvero il Crotone...
“Può succedere di tutto. La SPAL gioca in casa contro la Sampdoria, il Chievo contro il Benevento. Dispiace per Zenga, si è dimostrato un allenatore bravo, ha messo in difficoltà anche la Lazio. Credevo che il Crotone potesse salvarsi senza troppi problemi”.

Playoff Serie B: chi la spunterà?
“Complimenti al Cittadella, che arriverà ai playoff con la testa più libera. Bravo il ds Marchetti. I playoff sono un torneo a parte, contano cuore, testa e gambe. Il Palermo ha fatto un campionato di vertice fino ad un certo punto, poi è successo qualcosa. Faccio un augurio a Zamparini e alla città di Palermo affinché possa ritornare a livelli che meritano”.

Mister, e lei? Cinque dimissioni nelle ultime cinque esperienza...
“Negli ultimi anni non ho brillato per tante vicissitudini. Ho dato le dimissioni negli ultimi cinque anni, quando vai via lasci gli anni di contratto e quindi i soldi”.

Perché si è dimesso così tante volte?
“Per me fare l’allenatore vuol dire avere in mano le redini della squadra e gestirla. Quando questo viene meno o stai lì e prendi lo stipendio oppure lasci”.

Eppure alla Triestina i risultati erano dalla sua. Nonostante le dichiarazioni di Milanese...
“Quando ho lasciato non ho mai fatto dichiarazioni polemiche. Ho visto però che il mio buon amico Milanese ha detto che sono andato via per i risultati... beh, a Trieste il programma era di due anni e avevo accettato la Triestina per questo. Ho lasciato la squadra in zona playoff. Ho costruito un piccolo gioiello che faceva un bel calcio”.

Cosa è successo davvero alla Triestina? Milanese ha detto che lei ha pagato i risultati. E invece sì è dimesso.
“Non parlare a volte è molto meglio di quando si parla. Ma la verità la sanno tutti: giocatori e ambiente. Dai tempi di Palermo non mi sono mai permesso di dire una parola, ma se devo sentire delle stronzate è giusto rispondere. Sono andato via da Trieste in zona playoff. Giocatori e tifosi sanno la verità. Non accetto intromissioni di natura tecnica”.

Si spieghi meglio...
“Amo sempre il confronto, ma quando non mi sento libero di poter fare il lavoro come è giusto che faccia un professionista è corretto farsi da parte. Io vivo di passione e lavoro per la società, però la mia faccia devo metterla perché sono libero. Sono una persona che vuole fare il proprio mestiere ed essere giudicata alla fine. Non sto da una parte per prendere i soldi, per me è più dignitoso dimettersi che aspettare che ti mandino via”.

Watford, Catania, Carpi, Salernitana e Triestina. Le analizziamo tutte?
“Al Watford eravamo secondi in classifica, a Catania sono andato via prima che avvenissero i famosi episodi dei treni del gol, del Carpi non voglio parlare, mi sono dimesso anche alla Salernitana a pochi punti dai playoff. Alla Triestina sono andato perché pensavo si potesse lavorare per un progetto. Non credevo di dover andare contro il mio modo di essere. Le dimissioni non devono passare per una debolezza, anzi”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Giaretta 21.07 - “Con l’uscita di Bellini pensavo già di uscire anche io dall’Ascoli, mi sembrava doveroso. Il nostro lavoro è fatto anche di saluti, era il momento giusto”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo dell’Ascoli, Cristiano Giaretta. Cosa le rimane dell’ultima stagione? “Una...

A tu per tu

...con Ferrari 20.07 - “CR7 alla Juve a parte, hanno fatto un ottimo mercato Inter e Roma. Ora mi aspetto qualcosa di importante dal Napoli, che ha incassato tanti soldi da Jorginho”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Fabrizio Ferrari analizza la sessione di calciomercato in corso. Ferrari, uno dei componenti...

A tu per tu

...con Iachini 19.07 - “Con Politano l’Inter ha fatto un ottimo acquisto. Può ricoprire diversi ruoli in attacco. Per i vari moduli che sta preparando Spalletti credo possa essere adattabile su più fronti”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore del Sassuolo, Beppe Iachini approva l’acquisto di Politano...

A tu per tu

...con Fascetti 18.07 - “Mi dispiace, davvero...”. Ovviamente amareggiato e deluso per l’epilogo della vicenda Bari, l’ex allenatore biancorosso Eugenio Fascetti, interpellato da TuttoMercatoWeb dopo la scomparsa del club pugliese. Un finale che era nell’aria, ma che non sembrava potesse verificarsi. “Io...

A tu per tu

...con Legrottaglie 17.07 - .“Mondiale? Ha vinto l’aspetto fisico, la Francia è ben strutturata. Grande merito loro, pur non giocando un grande calcio sono stati concreti. Il grande calcio è quello che porta a casa i risultati. Complimenti a Deschamps”. Così a TuttoMercatoWeb Nicola Legrottaglie a proposito...

A tu per tu

...con Gasparin 16.07 - “Cristiano Ronaldo alla Juventus è un affare che parte da lontano. È stata un’operazione costruita con grande attenzione, con tempi lunghi. C’è stata grande lungimiranza da parte dei dirigenti bianconeri, sono stati bravi. Questo è una delle più grandi operazioni degli ultimi trent’anni”....

A tu per tu

...con Gerolin 15.07 - “La Francia in finale c’era da aspettarsela. È una squadra composta da giovani che hanno grande esperienza. Mbappé sta stupendo tutti, è un fuoriclasse. Mi ha sorpreso molto la Croazia, che è stata brava a superare mille ostacoli”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo dell’Udinese,...

A tu per tu

...con Pagni 14.07 - Piazze calde, presidenti difficili. Dalla prima categoria alla Serie A. La storia di Danilo Pagni parla da sola. Lo scorso anno osservatore del Milan al fianco di Mirabelli e Gattuso dopo aver centrato un miracolo sportivo con la Ternana. Ora il ritorno dove aveva lasciato da vincitore....

A tu per tu

...con Cacia 13.07 - “Da lunedì inizierò il ritiro a Coverciano, ne approfitto perché oltre ad allenarmi voglio prendere il patentino UEFA B”. Daniele Cacia è pronto a tornare in pista, scalpita in attesa della chiamata giusta. E parla in esclusiva a TuttoMercatoWeb. Si aspettava di essere svincolato...

A tu per tu

...con Tavano 12.07 - “Fuzato alla Roma? Una trattativa che nasce dal fatto che fosse plausibile che la Roma avesse la necessità di rinforzare il reparto dei portieri a prescindere dal futuro di Alisson. Monchi lo ha studiato e lo ha ritenuto all’altezza della Roma. E poi il ragazzo era a scadenza con...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy