VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
A tu per tu

...con Schelotto

"Mancini, dammi una possibilità. Dovevo restare al Chievo, non credevo che il mio futuro fosse legato a quello di Zukanovic. Hanno fatto del male a me e mia moglie. Ora cerco squadra..."
23.07.2015 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 38943 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Tutto fatto e poi...dietrofront. Ezequiel Schelotto è senza squadra. Fuori dai programmi dell'Inter, sembrava ad un passo dalla permanenza al Chievo Verona, poi le due società hanno deciso di inserire l'italoargentino nella trattativa di Zukanovic in nerazzurro. Trattativa saltata, Zukanovic è andato alla Sampdoria. E Schelotto cerca squadra. Intanto parla a TuttoMercatoWeb. "Sono in una situazione non bella, perché la trattativa tra Inter e Chievo era già fatta. Poi da un minuto all'altro tutto è andato in un modo diverso", dice Schelotto.

Si spieghi meglio.
"Zukanovic, che sarebbe dovuto andare all'Inter, è andato alla Samp e io così sono tornato in nerazzurro. All'Inter ho due anni di contratto ma l'allenatore ha già le sue idee. Mancini è un grande allenatore, aveva già fatto le sue scelte. Pensavo di restare al Chievo, tra un mese inizia il campionato, c'è la nuova regola dei venticinque calciatori. E se avessi saputo prima come sarebbe finita, avrei cercato di guardarmi attorno".

E adesso?
"Sono triste, non sto bene. Però devo andare avanti per la mia strada. L'Inter mi ha dato la possibilità di allenarmi, sono ad Appiano Gentile insieme agli altri che non sono andati in ritiro. Con Ausilio troveremo una soluzione al più presto. Ho rifiutato alcune offerte, di tutto, per restare al Chievo. Ora devo ricominciare da zero, voglio trovare una sistemazione al più presto e fare il ritiro".

Sarebbe troppo chiedere una possibilità a Mancini?
"Ho fatto un grande anno a Parma, siamo andati in Europa League e ho giocato tanto. Al Chievo ho giocato bene anche in un ruolo nuovo. Se Mancini mi desse la possibilità sarei la persona più felice del mondo, l'Inter è una grande squadra e ci sono tanti calciatori. Se al ritorno dal ritiro sarò ancora qua, mi farebbe piacere avere una possibilità".

Il Chievo intanto si muove sul mercato.
"È una bella società, hanno fatto acquisti importanti e sono arrivati giocatori come Castro. Poi è rimasto Birsa, speravo di rimanere anche io...".

Tutta colpa di Zukanovic.
"No, lui è un bravissimo ragazzo. Ha aspettato per andare all'Inter, poi non ha voluto aspettare più ed è andato alla Sampdoria. Non pensavo di rientrare nella sua trattativa, la mia permanenza al Chievo credevo fosse separata".

Con chi è arrabbiato?
"Non mi va di fare nomi. Ma a me e a mia moglie ci hanno fatto del male dal punto di vista umano. Ho sempre ringraziato il Chievo e i suoi tifosi che all'inizio non mi capivano bene perché avevo qualche problema fisico. Quando Zukanovic è andato via nessuno ha parlato, l'unico che sta parlando sono io perché voglio fare capire alle persone cosa sta succedendo. Per il Chievo mi sono abbassato lo stipendio, ho fatto di tutto. Le due trattative dovevano essere separate, così mi hanno fatto un danno. Sono stato due settimane a Verona aspettando una chiamata, mi dicevano che mancava qualcosa. Ho fatto tutto quello che volevano".

Ha ricevuto qualche chiamata dal Chievo per comunicarle che non sarebbe rimasto?
"Conosco la società e l'allenatore, l'anno scorso mi hanno dato molta fiducia. Continuare al Chievo sarebbe stato bello, magari chissà, tra qualche settimana.... Ma oggi l'unica persona che sta parlando di questa situazione sono io: non mi ha chiamato nessuno".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie A tu per tu
...con Martorelli 19.11 - “Il flop Italia? Le cose non avvengono per caso. È un malessere che ci portiamo dietro dal 2010, non si è mai voluto che la situazione cambiasse. Ci sono tanti aspetti da migliorare nel nostro sistema calcio, ma nessuno ha voglia di applicarsi questo senso”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Antonini 18.11 - Verso Napoli-Milan. Gli azzurri per continuare la marcia verso lo Scudetto, i rossoneri per cercare di risalire la china. “Sulla carta il Napoli è favorito”, dice a TuttoMercatoWeb l’ex difensore rossonero Luca Antonini. “Per convinzione, gioco, tutto, il Napoli parte in vantaggio....

A tu per tu

...con Accardi 17.11 - “Che l’Italia fosse a rischio di non qualificarsi al Mondiale era una certezza”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Belle Accardi. Sul banco degli imputati l’ex ct, Ventura. “Il problema è uno: oggi tutti crocifiggono Ventura, ma è stata sbagliata la scelta di avergli...

A tu per tu

...con Di Somma 16.11 - “È stato un fallimento totale da parte di tutti. Da parte della squadra, dell’allenatore, di tutti. Forse il rapporto tra il gruppo e il tecnico non era dei migliori, probabilmente non è mai decollato”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex ds del Benevento, Salvatore Di Somma. Ventura alla...

A tu per tu

...con Moggi 15.11 - Un flop annunciato. L'Italia saluta mestamente anzitempo il Mondiale. “Mi è dispiaciuto vedere la faccia di Ventura in conferenza e le lacrime dei giocatori", dice a TuttoMercatoWeb l'ex dg della Juventus, Luciano Moggi. L'epilogo era scritto. "Si. E per questo trovo ingeneroso...

A tu per tu

...con Tavano 14.11 - L’Italia non va al Mondiale. Il doppio confronto con la Svezia non ha dato i frutti sperati. Niente Russia. “Incredibile”, commenta a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Diego Tavano. “Dispiace troppo, siamo una nazione - prosegue Tavano - con una potenzialità enorme ma che non...

A tu per tu

...con Stellone 13.11 - “La serie B?!È un campionato più concentrato rispetto agli altri anni. Potrebbero esserci due sorprese come Cremonese e Venezia ma è già successo che altre squadre neopromosse abbiamo fatto bene subito”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone fa le carte al campionato di serie B....

A tu per tu

...con Colantuono 12.11 - “La sorpresa? La Lazio, ma non più di tanto. Sulla scia di quanto fatto l’anno scorso comunque mi aspettavo una squadra del genere. Chi costruisce la squadra - Tare e Lotito - difficilmente sbaglia. Guardate cosa hanno fatto i biancocelesti l’anno scorso...”. Parla così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Quaison 11.11 - Un’avventura positiva, tutta da continuare a vivere. Robin Quaison a gennaio dell’anno scorso ha sfiorato la Juventus. “Ma a queste cose non penso, se ne occupa il mio agente”, dice l’ex Palermo - oggi al Mainz - a TuttoMercatoWeb. Come procede al Mainz? “Sto imparando la lingua...

A tu per tu

...con Dahlin 10.11 - “Italia-Svezia? Una partita difficile, entrambe le squadre hanno possibilità di fare bene”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Martin Dahlin, ex attaccante della Roma, in vista della partita di questa sera. Chi parte con i favori del pronostico? “Beh. L’Italia ha grandi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.