HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

A tu per tu

...con Stendardo

“Grazie Pescara, ora la fase due della mia vita. Atalanta, stasera puoi farcela. Difensori del futuro: Romagnoli e Caldara. Calcio italiano, punto su Malagò...”
22.02.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 7205 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Guglielmo Stendardo dice addio al calcio giocato. “Una scelta fatta per diversi motivi: il primo è per raggiunti limiti di età e poi perché maturavo da tempo questa decisione. Ora inizia la fase due della mia vita”, dice l’ex difensore di - tra le altre - Atalanta e Pescara a TuttoMercatoWeb.

E ora, che farà?
“Devo innanzitutto ringraziare il presidente Sebastiani per le parole di elogio che ha speso per me sul piano umano. Le parole del presidente, il quale mi offre anche un posto in società, mi inorgogliscono. Sono avvocato, ho studiato, vorrei rimanere nel mondo del calcio”.

Lei ha lasciato l’Atalanta per andare al Pescara. Dal punto di vista sportivo non una scelta felice, infatti ha trovato poco spazio.
“Mi sarebbe piaciuto chiudere la carriera giocando un po’ di più. Capisco però anche che il calcio è cambiato... All’Atalanta ho conosciuto un ambiente sano che mi ha dato tanto, a partire dal Presidente Percassi, e lo dimostrano i risultati; a Pescara anche se sul piano tecnico ho avuto poca fortuna devo dire grazie Sebastiani”.

Per l’Atalanta un periodo felice.
“Non è più una sorpresa. So come lavora con il settore giovanile, c’è un’organizzazione ben precisa. Ormai è un punto di riferimento e i risultati si vedono. I vari Consigli, Bonaventura, Bellini, Spinazzola, Conti e Kessie testimoniano il grande lavoro svolto”.

Può fare l’impresa contro il Borussia Dortmund?
“Ha tutte le carte in regola per ribaltare risultato e verdetto finale. Ci saranno quindicimila bergamaschi e quindi per il Borussia Dortmund non sarà facile. L’Atalanta fa di corsa e determinazione le sue caratteristiche principali”.

Dove immagina Gasperini il prossimo anno?
“Lo immagino ancora all’Atalanta, che gli ha dato carta bianca. Ha avuto il coraggio di puntare su giovani forti, ma è stato fortunato ad incontrare Percassi che gli ha dato una macchina quasi perfetta”.

E lei, dove si vede il prossimo anno?
“Mi auguro di poter continuare nel mondo del calcio. Vedremo cosa deciderà il Presidente Sebastiani per il mio futuro. Intanto inizierò a praticare la mia professione di avvocato. Finita la carriera calcistica di profila una realtà completamente diversa, perché entri nel mondo del lavoro. Spero di essere all’altezza del compito fuori dall’arena”.

Rimpianti in carriera?
“Quando sono andato alla Juve Ranieri voleva che restassi. E se Lotito avesse messo un diritto più basso ci sarebbero state le condizioni per rimanere in bianconero. Ma sono rientrato a Roma dove ho casa, la mia vita e i miei amici. Sono felice del percorso fatto”.

Chi è il nuovo Stendardo?
“Mi piace molto Romagnoli. Può essere un riferimento per presente e futuro del Milan e della Nazionale. Così come Mattia Caldara che è in orbita Juve. I ricambi ci sono, manca una classe dirigente che faccia ripartire il calcio italiano. In FIGC c’è un commissario, la mancata qualificazione al Mondiale non è solo una sconfitta tecnica. Mi auguro che innanzitutto si possa scegliere il giusto selezionatore. Confido molto nelle capacità di Giovanni Malagò, che saprà ribaltare il sistema attuale. Un sistema che non ha prodotto benefici, ma tanta delusione”.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Gerolin 23.05 - “Il bilancio non può sicuramente essere positivo, abbiamo raddrizzato la barca soltanto alla fine. Undici sconfitte consecutive ci dicono che abbiamo sbagliato qualcosa, avremmo dovuto prestare più attenzione”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo dell’Udinese, Manuel Gerolin. Numeri...

A tu per tu

...con Sorrentino 22.05 - Una stagione faticosa, difficile. Ma alla fine ciò che conta è il risultato. E anche quest’anno il Chievo Verona ha portato a casa la salvezza. Uno dei protagonisti della permanenza del Chievo in Serie A è stato ancora una volta Stefano Sorrentino. Una certezza tra i pali. Esperienza...

A tu per tu

...con Salerno 21.05 - “Ho sempre ammirato Buffon, un portiere fuori dal comune. Psg? Credo che smetterà”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo di - tra le altre - Leeds, Watford, Cagliari e Palermo, Nicola Salerno. Scudetto alla Juve: cosa è mancato al Napoli? “Il gap si è abbassato. Il Napoli...

A tu per tu

...con Tesser 20.05 - “Siamo arrivati fino all’ultima giornata per decidere la salvezza, questo è un segnale nell’interesse del campionato”. Così a TuttoMercatoWeb Attilio Tesser a proposito della giornata di oggi che sancirà gli ultimi verdetti della serie A. Sulla carta per il Crotone è assai complicata... “Chiaro,...

A tu per tu

...con Galli 19.05 - “Mancini mi piace, con me si sfonda una porta aperta. È uno dei tecnici più adatti alla Nazionale”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente Beppe Galli a proposito del nuovo allenatore della Nazionale Italiana. Come far partire il nuovo ciclo azzurro? “Dando più fiducia ai giovani. Facendoli...

A tu per tu

...con Perinetti 18.05 - “Per noi è stato un campionato dove siamo stati protagonisti di un’impresa. L’inizio è stato difficile, bravo Ballardini a svegliare i ragazzi e brava la società ad averlo messo nelle giuste condizioni”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti a proposito...

A tu per tu

...con Ursino 17.05 - Missione impossibile, a caccia di un’altra impresa. Perché al Crotone le cose facili non vanno di moda. La sfida al Napoli per ottenere la salvezza e scrivere un’altra pagina di storia. La squadra di Zenga ci proverà. “Dobbiamo fare il nostro dovere, poi vedremo alla fine che cosa...

A tu per tu

...con Sannino 16.05 - “Sarri e lo scudetto del Napoli perso in hotel a Firenze? Quando c’è un campionato e si conoscono già le date devi mettere in preventivo che puoi giocare prima o dopo un’altra squadra in lotta per i tuoi stessi obiettivi”. Cosi a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino a proposito della...

A tu per tu

...con Vagnati  15.05 - “Rischiamo ancora in tanti, ognuno deve giocare per ottenere un risultato positivo e quindi la vittoria. Chi ha qualche punto in meno è messo peggio. Noi dobbiamo scendere in campo senza pensare al Crotone, al Cagliari o ad altre squadre. Ad inizio anno avremmo firmato per giocarci...

A tu per tu

...con Meluso 14.05 - “Più passa il tempo più prendiamo coscienza della grande impresa che abbiamo fatto, quando si vince succede perché funzionano tutte le componenti. Interne ed esterne. I tifosi ci hanno aiutato, tutto l’ambiente è stato equilibrato anche nei momenti di difficoltà. Se non ci fosse stato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy