HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Stendardo

“Grazie Pescara, ora la fase due della mia vita. Atalanta, stasera puoi farcela. Difensori del futuro: Romagnoli e Caldara. Calcio italiano, punto su Malagò...”
22.02.2018 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 7364 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Guglielmo Stendardo dice addio al calcio giocato. “Una scelta fatta per diversi motivi: il primo è per raggiunti limiti di età e poi perché maturavo da tempo questa decisione. Ora inizia la fase due della mia vita”, dice l’ex difensore di - tra le altre - Atalanta e Pescara a TuttoMercatoWeb.

E ora, che farà?
“Devo innanzitutto ringraziare il presidente Sebastiani per le parole di elogio che ha speso per me sul piano umano. Le parole del presidente, il quale mi offre anche un posto in società, mi inorgogliscono. Sono avvocato, ho studiato, vorrei rimanere nel mondo del calcio”.

Lei ha lasciato l’Atalanta per andare al Pescara. Dal punto di vista sportivo non una scelta felice, infatti ha trovato poco spazio.
“Mi sarebbe piaciuto chiudere la carriera giocando un po’ di più. Capisco però anche che il calcio è cambiato... All’Atalanta ho conosciuto un ambiente sano che mi ha dato tanto, a partire dal Presidente Percassi, e lo dimostrano i risultati; a Pescara anche se sul piano tecnico ho avuto poca fortuna devo dire grazie Sebastiani”.

Per l’Atalanta un periodo felice.
“Non è più una sorpresa. So come lavora con il settore giovanile, c’è un’organizzazione ben precisa. Ormai è un punto di riferimento e i risultati si vedono. I vari Consigli, Bonaventura, Bellini, Spinazzola, Conti e Kessie testimoniano il grande lavoro svolto”.

Può fare l’impresa contro il Borussia Dortmund?
“Ha tutte le carte in regola per ribaltare risultato e verdetto finale. Ci saranno quindicimila bergamaschi e quindi per il Borussia Dortmund non sarà facile. L’Atalanta fa di corsa e determinazione le sue caratteristiche principali”.

Dove immagina Gasperini il prossimo anno?
“Lo immagino ancora all’Atalanta, che gli ha dato carta bianca. Ha avuto il coraggio di puntare su giovani forti, ma è stato fortunato ad incontrare Percassi che gli ha dato una macchina quasi perfetta”.

E lei, dove si vede il prossimo anno?
“Mi auguro di poter continuare nel mondo del calcio. Vedremo cosa deciderà il Presidente Sebastiani per il mio futuro. Intanto inizierò a praticare la mia professione di avvocato. Finita la carriera calcistica di profila una realtà completamente diversa, perché entri nel mondo del lavoro. Spero di essere all’altezza del compito fuori dall’arena”.

Rimpianti in carriera?
“Quando sono andato alla Juve Ranieri voleva che restassi. E se Lotito avesse messo un diritto più basso ci sarebbero state le condizioni per rimanere in bianconero. Ma sono rientrato a Roma dove ho casa, la mia vita e i miei amici. Sono felice del percorso fatto”.

Chi è il nuovo Stendardo?
“Mi piace molto Romagnoli. Può essere un riferimento per presente e futuro del Milan e della Nazionale. Così come Mattia Caldara che è in orbita Juve. I ricambi ci sono, manca una classe dirigente che faccia ripartire il calcio italiano. In FIGC c’è un commissario, la mancata qualificazione al Mondiale non è solo una sconfitta tecnica. Mi auguro che innanzitutto si possa scegliere il giusto selezionatore. Confido molto nelle capacità di Giovanni Malagò, che saprà ribaltare il sistema attuale. Un sistema che non ha prodotto benefici, ma tanta delusione”.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Paloschi 16.10 - “Fin qui ho cercato di sfruttare al meglio le occasioni che mi ha concesso il mister. Ma mi dispiace che i gol realizzati non abbiano portato ad un risultato positivo, perché ciò che conta è l’obiettivo di squadra”. Così a TuttoMercatoWeb l’attaccante della SPAL, Alberto Paloschi....

A tu per tu

...con Bergodi 15.10 - “Dalla Lazio ci si aspettava di più, anche se la classifica sorride le prestazioni non sono state all’altezza dello scorso campionato”. Cosi a TuttoMercatoWeb Cristiano Bergodi fa le carte al campionato di Serie A. Ci si aspettava di più da Milinkovic Savic. “Forse troppe pressioni....

A tu per tu

...con A.Marotta 14.10 - Cercasi successo. L’Italia all’esame Polonia, a caccia di una vittoria che darebbe linfa al morale e alla classifica. “È una partita da ultima spiaggia per entrambe, ammesso che questo torneo abbia un valore effettivo. Sia l’Italia che la Polonia cercheranno un successo, l’ambiente...

A tu per tu

...con Cosmi 13.10 - “La Nazionale? Vincere, amichevole e competizione dove ci sono punti in palio, da sempre fiducia. Poi la squadra è giovane, quindi un successo sarebbe un’iniezione di fiducia importante. Mi è sembrato che la Nazionale abbia giocato un buon calcio, si può essere fiduciosi”. Così a...

A tu per tu

...con Delneri 12.10 - “Con CR7 la Juventus ha acquisito forza non solo sul campo ma anche mentale. Cristiano Ronaldo è il fattore in più, questa Juve può essere protagonista non solo in campionato ma anche in Champions League”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore bianconero, Luigi Delneri. Intanto...

A tu per tu

...con Sannino 11.10 - “Tutti partono con un progetto, poi bastano due sconfitte e si cambia...”. Così a TuttoMercatoWeb Giuseppe Sannino a proposito dei cambi di allenatore da parte di Chievo Verona e Genoa. Il cambio in casa Chievo, comunque, era prevedibile. La classifica piange... “Un conto è entrare...

A tu per tu

...con Sebastiani 10.10 - “Il primato in classifica? Nessun effetto. Non ci sposta minimamente. Sappiamo che non abbiamo fatto niente. Viviamo alla giornata”. Così a TuttoMercatoWeb il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani. L’obiettivo stagionale? “Vogliamo fare un bel campionato, il meglio possibile....

A tu per tu

...con Di Carlo 09.10 - “La Juventus non partiva così bene da tempo, grande merito a CR7 che in campo sprona tutti. Quest’anno è bello vedere i bianconeri, c’è grande entusiasmo”. Così a TuttoMercatoWeb Domenico Di Carlo fa le carte al campionato di Serie A. Sorride l’Inter, nonostante la partenza... “È...

A tu per tu

...con Caravello 08.10 - “Da novembre chi dovrà impostare qualcosa comincerà a guardarsi intorno. Le squadre che stanno facendo bene toccheranno poco, gennaio sarà invece un’occasione per chi sta giocando meno”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Danilo Caravello. Giusto aspettarsi l’Inter protagonista...

A tu per tu

...con Martorelli 07.10 - “Il campionato? Tutto come previsto per quanto riguarda la Juve e il Napoli... Qualcosina in meno rispetto alle attese da Inter e Milan. La sorpresa invece è la Fiorentina”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Giocondo Martorelli. E le milanesi? “Sono entrambe in ripresa,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy