VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Accadde Oggi...

14 luglio 1969, il calcio come miccia: scoppia la guerra Honduras-El Salvador

14.07.2017 04:00 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 35658 volte
14 luglio 1969, il calcio come miccia: scoppia la guerra Honduras-El Salvador

Il calcio come miccia per lo scoppio della guerra civile. Succede il 14 luglio 1969 fra Honduras ed El Salvador. I rapporti fra i due Paesi sono già tesi dal raggiungimento dell'indipendenza dalla Spagna, con El Salvador che lamenta di non avere sbocchi sull'oceano Atlantico a differenza del vicino di casa. Nel 1967 i due dittatori Fidel Sanchez (El Salvador) e Oswaldo Lopez (Honduras) firmano per motivi di opportunità la "Convenzione bilaterale sull'immigrazione". Questo permette a 300mila contadini salvadoregni di varcare il confine e coltivare i terreni dell'Honduras. Peccato che le condizioni economiche di quest'ultimo Paese siano precarie, creando il malcontento fra gli indigeni che si ritrovano a gestire un numero troppo grande di immigrati. La tensione cresce tanto che Lopez decide nel 1969 di espellere tutti i contadini salvadoregni, espropriandoli delle loro terre.

Ed ecco che entra di scena il calcio. A maggio 1969 c'è uno spareggio da giocare che vale la qualificazione ai Mondiali in Messico: proprio Honduras-El Salvador. L'andata a Tegucigalpa si gioca in un clima a dir poco ostile, con i salvadoregni minacciati per tutta la vigilia e costretti a giocare in un clima irreale. Vince l'Honduras per 1-0 e per la disperazione una ragazza salvadoregna di 18 anni, Amelia Bolanos, si spara un colpo di pistola al petto: per i salvadoregni diventa subito una martire. C'è la partita di ritorno da giocare, a San Salvador. Il trattamento riservato agli honduregni è persino peggiore, tanto che la squadra ospite sarà costretta a raggiungere lo stadio accompagnata dai carri armati dell'esercito. Finisce 3-0 per El Salvador, sugli spalti l'inferno che costa la morte a due tifosi dell'Honduras. Le regole dell'epoca non prevedono la somma dei gol nelle due partite, per cui si deciderà tutto nella "bella" in campo neutro, a Città del Messico. Vince El Salvador per 3-2 dopo i tempi supplementari. Nonostante l'impiego di 5.000 agenti di polizia l'odio tra honduregni e salvadoregni è troppo forte e la capitale messicana è messa a ferro e fuoco. Di fatto la guerra è cominciata in quel momento.

In Honduras vengono aggrediti e uccisi i salvadoregni rimasti, El Salvador dichiara guerra per legittima difesa e il 14 luglio le sue truppe varcano i confini. I combattimenti andranno avanti fino al 18 luglio, quando l'Organizzazione degli Stati Americani impone il cessate il fuoco. Moriranno 6.000 persone. Ryszard Kapuściński, giornalista polacco che si trovava in Honduras al momento del conflitto la ribattezzerà "La Guerra del calcio".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Accadde Oggi...
Altre notizie

Primo piano

Juve pronta a pagare la clausola di Pellegrini. Ingaggio da 3,5 mln l'anno Secondo quanto riferito da Rai Sport, la Juventus intende dare l'assalto al centrocampista Lorenzo Pellegrini ed è pronta a pagare la clausola del centrocampista, fissata a 25 milioni di euro. L'offerta al calciatore del direttore Marotta sarebbe di 3,5 milioni netti a stagione per...
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - Ceccarini: "Emre Can, Juve avanti. Due in uscita a giugno" Ai microfoni di TMW Radio è intervenuto l’esperto di mercato Niccolò Ceccarini per commentare le ultime notizie relative d’attualità:...
21 gennaio 1971, Djalma Santos dà l'addio al calcio: il miglior terzino destro della storia Il 21 gennaio 1971 all'età di quarantuno anni Djalma Santos dà l'addio al calcio, dopo una gara contro il Gremio. E' stato considerato...
TMW RADIO - I Collovoti: "Caldara 8: pronto per la Juve. Fazio spaesato" Arrivano consueti e puntuali, nel pomeriggio di Tribuna Stampa su TMW Radio, i Collovoti di Fulvio Collovati, che ha analizzato il...
GoalCar - Viviano racconta l'anno a Londra e il caso 'maglia Juve'" Undicesima puntata di GoalCar. In questo nuovo episodio il portiere della Sampdoria Emiliano Viviano ha raccontato il suo anno a Londra...
Carlo Nesti: "Il solito errore dell'ambiente romanista: troppo disfattismo, quando basterebbero analisi serene, dopo gli incidenti di percorso". Questo è il diario dei miei "pensieri", in formato "NES-tweet", a partire dall'inizio della stagione, e quindi dal luglio 2017 al giugno...
TMW RADIO - Scanner: Il calciomercato sempre più materia da contabili" Oltre il calcio giocato, oltre il calcio parlato, oltre la semplice apparenza... con l'avvocato Giulio Dini e Lorenzo Marucci, ospite...
L'altra metà di ...Gennaro Troianello Gennaro Troianello, ex calciatore dell'Hellas Verona, che ha conquistato con la maglia veronese la Serie A ha dichiarato in più di...
Fantacalcio, +1 GLI ASSIST DELLA 21^ GIORNATA Tutti gli assist della 21^ giornata di fantacalcio: Atalanta-Napoli => Callejon Bologna-Benevento => Verdi, Verdi Verona-Crotone => Ricci, Benali
Gli agenti e le regole che verranno, tutti gli aspetti da chiarire Una legge dello Stato, la Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore lo scorso primo gennaio, pone fine al periodo di cosiddetta deregulation...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 gennaio 2018

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi lunedì 22 gennaio 2018.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.