HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Accadde Oggi...

3 giugno 2002, doppio Vieri e l'Italia liquida l'Ecuador del falso mito De la Cruz

03.06.2018 04:00 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 16345 volte
3 giugno 2002, doppio Vieri e l'Italia liquida l'Ecuador del falso mito De la Cruz

Il 3 giugno 2002 l'Italia di Giovanni Trapattoni fa il suo esordio ai Mondiali di Giappone e Corea del Sud. Primo avversario l'Ecuador, teatro della sfida il Sapporo Dome, impianto che ha la particolarità di essere completamente coperto. I giorni di preparazione alla partita saranno ricordati per l'assurdo mito legato a un giocatore dei sudamericani, Ulises de la Cruz, terzino che gioca in una squadra di medio livello scozzese e indicato come pericolo numero uno degli azzurri. La partita in verità si rivela una passeggiata per la Nazionale che chiude già i conti in meno di mezz'ora con Christian Vieri. Sembra l'inizio di una splendida cavalcata per l'Italia, data tra le favorite per la vittoria della Coppa del Mondo. Invece quella contro l'Ecuador sarà l'unico successo in un torneo negativo e sfortunato, chiusosi con l'eliminazione agli ottavi di finale per mano della Corea del Sud.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Milan, sentenza UEFA: trattenuti 12 mln dai ricavi. Rosa a 21 per 2 anni La camera arbitrale dell'Organo UEFA di Controllo Finanziario dei Club (CFCB) ha preso la decisione sul caso AC Milan dopo la sentenza del Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS 2018/A/5808, AC Milan contro UEFA). Il TAS aveva deferito la questione alla CFCB affinché imponesse una misura...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->