Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Le Iene, Paolo Calabresi: "Ecco la verità sul servizio Bologna-Juve"

Le Iene, Paolo Calabresi: "Ecco la verità sul servizio Bologna-Juve"
venerdì 16 marzo 2012, 21:00Altre Notizie
di Gaetano Mocciaro
fonte tuttojuve.com

Non è ancora andato in onda, ma ha già generato polemiche. Il servizio de "Le Iene", che ha come tema lo scandalo del calcioscommesse del 1980, con occhio particolare verso la partita Bologna-Juventus, ha scatenato l'ira dei tifosi bianconeri. Previsto per ieri sera, il reportage è stato poi rimandato a data da destinarsi. A fare chiarezza è intervenuto, in esclusiva per TuttoJuve.com, l'autore del servizio in questione, la "Iena" Paolo Calabresi.

Paolo Calabresi, ha sollevato molta curiosità i servizio delle Iene previsto per ieri, poi non andato in onda. Che cosa è successo?

"Succede spesso che la scaletta cambi all'ultimo. Parenti (l'autore della trasmissione, ndr) è una fucina di idee e a volte cambiano le cose all'ultimo. Questo servizio in teoria non era pronto ma l'ufficio stampa aveva dato ugualmente l'annuncio mentre noi abbiamo voluto prendere un po' di tempo".

Nessun rinvio "diplomatico", quindi

"Assolutamente. Se pensate che il servizio non sia andato in onda per motivi diplomatici o legali la risposta è: no. Il servizio andrà certamente in onda".

Quando lo vedremo?

"Dipende dalle dinamiche. Potrebbe essere giovedì prossimo, ma anche quello dopo se dovessero arrivare servizi di strettissima attualità".

La prossima settimana, però, sarà molto delicata per la Juve: Milan in Coppa Italia e Inter in campionato...

"A questo non ci avevamo pensato e terremo certamente in considerazione questo aspetto per valutare quando sarà più opportuna messa in onda. La forza del programma è quello di ascoltare qualsiasi suggerimento e tengo a precisare che in quello che facciamo non c'è alcuna dietrologia".

Avete ricevuto mail di protesta a riguardo del servizio?

"Sinceramente ho avuto poco tempo per guardare, ma so che nel sito sono arrivati molti interventi non solo di juventini poiché la questione ha sollevato grande interesse. In ogni caso credo che si stia esprimendo un giudizio alla base di alcuni virgolettati riportati, ma inviterei a guardare il servizio prima di poter esprimere un giudizio definitivo. Solo guardandolo capisci qual è il messaggio che può mandare".

Cosa ha portato a realizzare il servizio in questione?

"Volevamo attaccarci al discorso del calcioscommesse, argomento attuale e credo che siamo di fronte all'alba di una nuova bufera. Perciò ci è sembrato attuale fare una cosa inattuale, come quello di parlare di ciò che è successo nel 1980. Specifichiamo che il servizio tiene presente il fatto che una cosa sono le eventuali combine e un'altra cosa è il calcioscommesse".

L'idea di ritornare a una partita del 1980 ha scatenato le ire dei tifosi bianconeri. L'opinione generale è quella di un attaccamento mediatico nei confronti della Juve, oltretutto in un periodo, calcisticamente parlando, delicato, con la squadra in piena lotta per il titolo

"Capisco che sia facile l'associazione Iene=Mediaset=Milan da una parte e Juve dall'altra. Noi prendiamo con grande oggettività le dichiarazioni delle parti, in questo siamo molto obiettivi. Tutto è stato concepito intorno a una figura molto importante del 1980 come Carlo Petrini, che il mondo juventino vede con grande critica ma che noi volevamo ascoltarne le testimonianze, oltre che di altri protagonisti di allora. Volevamo capire se questo personaggio oggi così sofferente ha solo delirato o aveva un fondo di verità, anche sul discorso doping. Infatti abbiamo deciso di dividere l'intervista a Petrini in due tronconi".

Essendo "Le Iene" un programma noto per le sue inchieste, vedremo mai qualcosa su Calciopoli, verso il quale mondo juventino chiede ancora chiarezza?

"Calciopoli ha delle situazioni legali aperte dove noi non vogliamo entrare nel rispetto del decorso normale delle cose. Alcuni rivoli sono ancora aperti e non vogliamo ancora prendere posizione".