HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

La Giovane Italia
Altre Notizie

TMW RADIO - 15 anni fa l'addio a Mero. Il ricordo di Sonetti, Filippini e Petruzzi

23.01.2017 20:12 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 14924 volte

Era il 23 gennaio 2002 quando Vittorio Mero s'è spento a causa di un incidente stradale. A ricordare l'ex difensore del Brescia ci hanno pensato, attraverso le frequenze di TMW Radio, l'allenatore Nedo Sonetti oltre gli ex calciatori Emanuele Filippini e Fabio Petruzzi.

“Ero compagno di stanza di Vittorio”, ha detto Emanuele Filippini che ha poi proseguito: “Per me è stata una tragedia, fu come perdere un familiare. Quel giorno facemmo allenamento la mattina, sul campo c'eravamo io e lui in quanto squalificati per la gara di quella sera in Coppa Italia contro il Parma al Tardini. Con noi c'era Koźmiński poiché infortunato. Dopo l'allenamento tornammo a casa, ma c'era intenzione di andare a vedere la gara dal vivo. Poi chiamai il team manager, perché mi arrivarono notizie su quell'incidente. È stata una grave perdita, era un ragazzo solare e sempre sorridente. Era un trascinatore per solarità e simpatia, quando era chiamato in causa da mister Mazzone dava sempre tutto”.

Arriva anche il ricordo di Fabio Petruzzi, che ha detto: “Fu una tragedia, Vittorio era un uomo spogliatoio. Sempre pronto alla battuta, non giocava tantissimo ma era tra i leader di quel gruppo. Sapemmo della sua morte in campo, decidemmo di rientrare negli spogliatoi. Fu una tragedia che ci lasciò senza parole, quell'anno vide anche la squalifica di Guardiola, l'infortunio di Roberto Baggio. Fu una stagione particolare. Ci salvammo all'ultima giornata, dovevamo vincere per restare in Serie A. Riuscimmo a battere il Bologna, la vittoria fu ovviamente dedicata a Vittorio”.

“L'avevo definito lo 'Sceriffo'”, ha detto Nedo Sonetti. L'allenatore, che aveva avuto Mero a disposizione a Brescia nella stagione 1999-2000, ha poi proseguito: “Ricordo Vittorio sempre con grande simpatia, era una persona che dava sostanza allo spogliatoio insieme ai fratelli Filippini. Era solare, ma quando scendeva in campo era sempre pronto al duello. Affrontava a testa alta e con grande efficacia ogni attaccante avversario”.


Speciale appuntamento per ricordare Vittorio Mero. In studio Daniele Petroselli e Vincenzo Marangio Ospiti: Emanuele Filippini, Fabio Petruzzi e Nedo Sonetti


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

TOP NEWS Ore 20 - Roma, Totti torna a parlare. Brescia-Balotelli, le ultime Le voci dei protagonisti, le esclusive di mercato e tanto altro su TMW: di seguito le notizie più importanti del tardo pomeriggio: ESCLUSIVA TMW - Prandelli: "Sarri intelligente a non proporre subito sue idee" - Leggi la news, CLICCA QUI! Europa League, Lazio e Celtic multate...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510