VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Altre Notizie

Torino, la Coppa Italia con il Pisa una formalità da non sottovalutare

L'obiettivo del Torino è andare più avanti possibile in Coppa Italia. Con il Pisa Mihajlovic effettuerà turnover dando spazio a chi finora ha giocato meno.
29.11.2016 06.01 di Elena Rossin   articolo letto 2984 volte
Fonte: Torinogranata.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Questa sera il Torino torna in campo per superare il quarto turno di Coppa Italia e l'avversario sarà il Pisa di Rino Gattuso. Sulla carta la partita non ha storia perché pur con tutto il rispetto per i toscani il Torino è più forte, infatti, condivide con il Napoli il sesto posto in serie A mentre il Pisa al dodicesimo in serie B, in coabitazione con Salernitana, Novara e Latina. In più la squadra di Gattuso non potrà disporre di Valera, andato in Uruguay per il funerale del padre, Eusepi e Mannini, squalificati, e degli infortunati Cardelli, Crescenzi e Tabanelli. Come se tutto questo non bastasse da mesi le vicende societarie, con il passaggio di proprietà che continua a non concretarsi, tengono tutto l'ambiente in apprensione e, di fatto, la squadra abbandonata a se stessa a tal punto che il mister avrebbe voluto al termine della partita con il Torino rimanere in Piemonte poiché sabato in campionato dovrà affrontare la Pro Vercelli di Moreno Longo allo stadio Silvio Piola, ma non ci sono i soldi per paragare il soggiorno.

Mihajlovic parlando di questa partita al termine di quella con il Chievo aveva detto: "Per noi la Coppa Italia è un obiettivo al quale teniamo molto, non giocando le coppe ci rimangono solo campionato e Coppa Italia, quindi, dobbiamo andare il più avanti possibile e magari anche vincerla. Non so chi giocherà, ma qualche cambio lo faremo, vedremo come sta chi ha giocato con il Chievo. Come dico sempre, non ho undici titolari, ma ventidue e quindi ci sarà la possibilità per chi ha giocato meno di mettersi in mostra. Non so quanti ne cambierò, questo devo ancora deciderlo, ma è sicuramente una partita fondamentale per noi e vogliamo fare bene". Ha poi aggiunto: "Non ho mai sentito di squadre che giochino per perdere. Tutti giocano per vincere, specialmente noi e anche il Pisa verrà qua per vincere. Noi non dobbiamo sottovalutare nessuno perché il Pisa è una squadra tosta, che fa pochi gol, ma che ne subisce anche pochi, quindi, vanno presi sul serio poiché, come ho detto, per noi la Coppa Italia è un obiettivo fondamentale e chi giocherà dovrà dare il massimo. Bisognerà tenere la tensione alta e fare la nostra partita cercando di vincere sapendo che noi siamo più forti e se giocheremo da Toro vinceremo. Dipenderà molto da noi, loro non possono vincere questa partita siamo solo noi che possiamo perderla, con tutto il rispetto per il Pisa, ma penso che noi siamo più forti, al di là di chi giocherà".

Parole e intenti chiarissimi quelli dell'allenatore del Torino e il risultato ammissibile, quindi, è solo uno: la vittoria. Dovesse scendere in campo anche una squadra completamente rivoluzionata non ci saranno alibi per nessuno. Sarebbe interessante vedere in azione allo stadio Grande Torino Padelli, De Silvestri, Bovo, Ajeti, Moretti, Acquah, Lukic, Obi, Martinez, Maxi Lopez e Boyé per capire fino a che punto sono gli altri undici titolari e dare loro la responsabilità di passare il turno di Coppa Italia per poi affrontare a gennaio il Milan agli ottavi. Un cambiamento così drastico è improbabile, però, molti fra i giocatori che finora hanno trovato meno spazio saranno utilizzati e avranno la possibilità di mettersi in mostra, magari facendo venire qualche dubbio in più a Mihajlovic quando deve scegliere chi mandare in campo anche in campionato.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
1 maggio 1988, il Milan batte 3-2 il Napoli, lo supera in classifica e si avvia verso lo scudetto Il primo maggio 1988 il Milan vince 3-2 contro il Napoli al San Paolo e mette un'ipoteca sullo scudetto. Alla vigilia i rossoneri inseguivano...
TMW RADIO - I Collovoti: "Icardi l'eccezione, Zapata da brividi" Top Babacar: stava prendendo qualche critica per non essere il degno sostituto di Kalinic e che non fosse da Fiorentina,...
TMW RADIO - Scanner: "Gli agenti dei calciatori, una figura discussa" In questa puntata di Scanner andata in onda su TMWRadio, l'avvocato Giulio Dini ha parlato degli agenti dei calciatori...
Juventus portabandiera e la leggenda del calcio spettacolo: Allegri ha creato un gruppo super, per un gioco semplice È' innegabile che se dobbiamo parlare di una squadra italiana che rappresenti al meglio in Europa la nostra bandiera in questo momento...
L'altra metà di ...Leonardo Perez Federica, la compagna di Leonardo Perez, attaccante dell'Ascoli, è intevenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica...
Fantacalcio, RESOCONTO E TABELLINI 34^ GIORNATA Tutti i bonus e malus della 34^ giornata di Serie A       ATALANTA 2 - 2 JUVENTUS GOL (+3): Conti, Dani Alves, Freuler AUTOGOL (-2):...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 01 May 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi Monday 01 May 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.