HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » cagliari » Primo piano
Cerca
Sondaggio TMW
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

UN PUNTO CHE SIGNIFICA SALVEZZA. SARÀ ANCORA SERIE A!

18.05.2019 20:09 di Luca Pes    per tuttocagliari.net   articolo letto 394 volte
UN PUNTO CHE SIGNIFICA SALVEZZA. SARÀ ANCORA SERIE A!
© foto di Insidefoto/Image Sport

Una meravigliosa conclusione a giro di Pavoletti ha illuso il Cagliari nel finale del primo tempo, a un minuto dal termine Criscito ha riportato a galla il Genoa. Gli uomini di Maran hanno assaporato per cinquanta minuti il dolce gusto della vittoria ma si sono arresi nel finale a un rigore assegnato dal VAR. I sardi sono comunque salvi perché lasciano a -4 il Grifone diventando così irraggiungibili dai liguri. Per il club di Tommaso Giulini sarà Serie A per il quarto anno di fila. Il Genoa invece rischia grosso: ha infatti due soli punti in più dell'Empoli terzultimo che deve ancora affrontare questo turno di campionato. La salvezza degli uomini di Prandelli si gioca all'ultima giornata in quel di Firenze.

LA CRONACA

MODULI SPECULARI  – Partita molto delicata al Ferraris: il Genoa deve assolutamente vincere per allontanare l'Empoli terzultimo, il Cagliari cerca un almeno un pari per conquistare la matematica salvezza ma non perde di vista il decimo posto. Ai sardi mancano Ceppitelli e Faragò. Maran cambia tutto: davanti a Cragno una difesa a tre con Cacciatore, Pisacane e Klavan. Gli esterni a tutta fascia sono Srna e Pellegrini. In regia, a sorpresa, torna Bradaric; le due mezzali sono Barella e Ionita. Cerri vince il ballottaggio con João Pedro per un posto accanto a Pavoletti. Modulo speculare per Prandelli. Davanti a Radu linea a tre con il rientrante Biraschi al fianco di Gunter e Zukanovic. Pedro Pereira e Criscito sulle corsie esterne. Radovanovic è il play basso, ai suoi lati Bessa (preferito a Lerager) e Veloso. Kouamé si accomoda in panchina: è Pandev la spalla di Lapadula.

SEMPRE PAVOLETTI  – Il Cagliari parte bene e nei primi minuti mantiene il possesso palla con calma e lucidità. La prima conclusione in porta è però del Genoa con Bessa che al 10° colpisce l'esterno della rete. Ottima chance per il Grifone al minuto 22 con Lapadula che gira verso la porta una conclusione sporca di Radovanovic, è attenta la difesa del Cagliari. Genoa ancora in avanti, Cragno è costretto a deviare in angolo un pericoloso tiro-cross. Gli uomini di Prandelli ci credono e si infilano spesso tra le maglie della difesa avversaria. Al 26° Bessa sbaglia il controllo su un lob di Pandev  e Cacciatore per poco non beffa Cragno. L'estremo difensore del Cagliari ancora protagonista al 29° quando si distende alla sua destra per deviare una pericolosa conclusione di Pandev. Al 36° prima occasione della partita per il Cagliari: Pavoletti anticipa in corsa Gunter, scavalca Radu con un pallonetto ma viene chiuso in corner da Biraschi. Al 40° il Cagliari è in vantaggio: Bradaric lancia Pavoletti che esegue uno stop di petto in area e con uno splendido destro a giro fa secco Radu. Il Genoa accusa il colpo ma nel finale di tempo si proietta timidamente in avanti alla ricerca del pari. 

CRISCITO IN EXTREMIS  – Il Genoa ha ormai l'acqua alla gola e Prandelli inserisce la terza punta: è Kouamè il prescelto. Miguel Veloso nei primi minuti della ripresa insidia due volte la porta avversaria, Cragno è attento. Il neo entrato Kouamè è il più attivo dei suoi e prova a squarciare in più occasioni la difesa cagliaritana. L'attaccante ivoriano ha un'ottima occasione al 62° ma la sua girata viene involontariamente deviata da Zukanovic. Pavoletti accusa un problema muscolare, dal 66° in campo João Pedro. Al 72° azione insistita del Genoa che tiene palla per oltre un minuto nei pressi dell'area avversaria senza però rendersi pericoloso. Nel giro di cinque minuti Maran ridisegna il Cagliari inserendo Romagna e Birsa al posto di Cacciatore e Cerri: attacco leggero nell'ultima fase della partita. All'84° il pubblico genoano trema: bella punizione di Birsa verso il centro dell'area, Romagna stacca di testa e Radu devia oltre la traversa con un grandissimo intervento. All'87° proteste del Genoa per un presunto tocco col braccio di Bradaric, l'arbitro Valeri va all'on field review e assegna il rigore. Dagli undici metri Criscito è freddo e spiazza Cragno: 1-1. Nel recupero ingenuità di Pezzella che viene espulso. Il Genoa prova l'assalto finale ma non trova il guizzo vincente. Il pareggio fa felice solo il Cagliari.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Cagliari

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510