HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Calcio femminile

Francia 19, prima fascia: USA, Germania e Francia alla caccia del titolo

08.12.2018 10:04 di Tommaso Maschio   articolo letto 1824 volte

Oggi alle 18 italiane alla Seine Musicale a Parigi ci sarà il sorteggio dei gironi della Coppa del Mondo femminile in programma la prossima estate (7 giugno-7 luglio) in Francia

La Francia padrona di casa, gli Stati Uniti campioni in carica e poi la sempre temibile Germania, ferita dall’ultimo Europeo, un’Inghilterra in crescita e le solite mine vaganti Canada e Australia espressioni di movimenti femminili all’avanguardia nel mondo. Questa la composizione della prima fascia di Francia 2019. Tutte e sei le squadre si candidano ad arrivare in fondo alla competizione e almeno tre puntano senza nascondersi a salire sul tetto del Mondo.

La Francia non solo vuole capitalizzare al massimo il proprio ruolo di padrona di casa, ma anche dimostrare che oltre il Lione c’è di più. Ovvero c’è un movimento in grande crescita, fra i più importanti del Vecchio Continente, ma che a livello di Nazionale finora non è mai salito sul podio in nessuna delle competizioni (Europei, Mondiali e Olimpiadi) a cui ha partecipato. La squadra si basa sugli zoccoli duri di Lione e Paris Saint-Germain: Bouhaddi, Renard, Majri, Henry e Le Sommer dalle campionesse d’Europa; Cascarino, Diani e la stella nascente Katoto.

Restando in Europa c’è una Germania che è da sempre una certezza del calcio femminile: due titoli mondiali (2003 e 2007), uno olimpico e ben otto titoli europei. Le tedesche vorranno rifarsi dopo la delusione dell’ultima Europeo, nel 2017, che ha interrotto una serie di vittorie consecutive difficilmente replicabile. Le stelle? Dzsenifer Marozsan, numero 10 del Lione, su tutte, ma guai a dimenticare le varie Lena Goessling, Anja Mittag, Sara Dabritz e Svenja Huth. Ma anche tante giovani interessanti come Giulia Gwinn, astro nascente del calcio tedesco.

L’Inghilterra invece, per storia, assomiglia più alla Francia: una nazione in grande crescita che negli ultimi anni ha investito tanto nel calcio femminile come dimostrano il terzo posto agli scorsi mondiali e la semifinale agli europei. Quo le stelle sono le attaccanti Karen Carney del Chelsea e Toni Duggan del Barcellona, senza dimenticare Fran Kirby e Lucy Bronze.

Lasciando l’Europa ecco la dominatrice assoluta del calcio femminile: gli Stati Uniti. Tre coppe del Mondo, quattro Olimpiadi e 8 Coppe del Nord-Centro America. Una corazzata che punta a confermarsi sul tetto del Mondo e che può vantare una formazione di grande esperienza oltre che qualità: Alex Morgan è la stella più brillante, ma Carli Lloyd, Megan Rapinoe, Becky Sauerbrunn vogliono chiudere la carriera con un altro alloro. Il Canada invece dopo la delusione casalinga – eliminata ai quarti di finale – si è rifatto con il terzo posto alle Olimpiadi e la finale di Coppa del Nord-Centro America. La squadra sta vivendo un cambio generazionale tanto che nelle ultime convocazioni si sono viste alcune stelle di prima grandezza come Christine Sinclair e Diana Mathesson affiancate da giovani rampati come Julia Grosso, Jordyn Huitema o Jessie Fleming (20 anni e già oltre 50 presenze in nazionale).
Infine l’Australia guidata da una delle più forti calciatrici al mondo come Sam Kerr. Una squadra solida, con una sola calciatrice – Alex Chidiac – che gioca in Europa, dotata della giusta esperienza internazionale per emergere e andare finalmente oltre lo scoglio dei quarti di finale.

Prima fascia: Francia, USA, Germania, Inghilterra, Canada, Australia


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Calcio femminile

Primo piano

FOCUS TMW - La leva calcistica del 93: c'è Politano. Francia, 6 Campioni Il 1993 è l'annata della Francia: Umtiti, Varane, Pogba, Fekir, Thauvin e Areola. Tutti campioni del Mondo. A questi va aggiunto Pléa, pagato quest'estate 25 milioni dal Borussia Mönchengladbach, ma anche l'ex romanista Digne. Annata decisamente meno prospera per le altre grandi d'Europa...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510