VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Colpi d'Ala

Stiamo perdendo la pace, dono di chi ci ha preceduto. Basta fiaccolate, ora serve agire duramente e riscoprire la nostra italianità

Nato a Roma, ha vestito le maglie di Parma, Fiorentina, Lecce, Perugia, Reggiana, Roma e Nazionale italiana. Ha vinto una Coppa Italia con la Roma e una Coppa delle Coppe, una Coppa UEFA, una Supercoppa UEFA e una Coppa Italia, tutte col Parma.
14.11.2015 15:19 di Alberto Di Chiara   articolo letto 36281 volte

Di cosa si può parlare in queste ultime ore macchiati dal sangue e dal terrore, dal sangue di gente innocente e disarmata, uccisa dalla follia e dalla barbarie di individui che non possono essere considerati nè essere umani nè animali, perché anche gli animali uccidono per spirito di sopravvivenza. Individui che sulla base di deliranti fanatismi religiosi o presunti tali, uccidono e colpiscono non luoghi o militanti di qualche fazione opposta, ma si accaniscono vigliaccamente sulle persone innocenti bambini, donne, anziani, facendosi addirittura esplodere dando alla vita stessa un valore pari allo zero.

Stiamo perdendo di vista i valori, i nostri valori, che ci siamo conquistati o meglio che ci hanno donato i nostri predecessori. Che hanno vissuto la guerra per regalarci la pace. Non sono contro la globalizzazione o l'integrazione, dico solo che ci sono dei limiti a tutto. Ogni cosa deve essere rispettata, ogni fede religiosa che però porti pace. Quando la fede prevarica la violenza e la mancanza di rispetto allora bisogna essere decisi e spietati nel reprimerla. Qualcuno dirà che violenza genera violenza. D'accordo. Ma certe provocazioni sono decisamente da condannare. Solidarietà, fiaccolate, raduni di piazza, benissimo. Ma ora serve agire con decisione per farci ritornare a vivere la nostra libertà , la nostra serenità. Tutto questo non può essere calpestato da vere e proprie follie chiamiamole religiose.

La civiltà, la democrazia, la libertà sono valori imprescindibili che non devono essere violati da pazzi che in nome di un loro Dio uccidono gente innocente, sgozzano, si fanno esplodere per fare stragi. Non si può permettere tutto questo. Riprendiamo in mano la situazione, riprendiamoci i nostri valori, riprendiamoci la nostra vita, prima che ci venga tolta.

Che tutto questo ci serva quantomeno a ridare importanza ai giusti valori in ogni campo. Nel lavoro, nello sport e naturalmente anche nel calcio. Ritroviamo quello spirito di nazionalità e di campanilismo sano che viene purtroppo fuori solo quando succedono tragedie indicibili. Allora subentra quell'aggregazione, quello spirito di gruppo che dovrebbe esserci sempre e non solo nei momenti drammatici. Riscopriamo quei valori patriottici, riscopriamo l'amore per la maglia azzurra. Chi sta al potere, sia politico che calcistico, non aiuta molto a farlo. Ma è necessario riprovare a sentire certi valori per non perdere del tutto la nostra identità. Riscopriamo giocatori italiani, investiamo sui settori giovanili per riscoprire i talenti di casa nostra. So che potrebbe sembrare banale, ma il calcio è sempre stato un veicolo trascinante per tutti! Cominciamo a riscoprire i valori nostrani per ritrovare noi stessi. Ritorniamo a cercare di essere orgogliosi della nostra italianità. Ritorniamo a cantare l'inno quando la nostra nazionale ci rappresenta! Ritorniamo a provare ad essere italiani!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Colpi d'Ala
Altre notizie

Primo piano

Cagliari-Milan, le formazioni ufficiali: c'è Kalinic con Suso Queste le formazioni ufficiali di Cagliari-Milan, fischio d'inizio alle 18. CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Romagna, Ceppitelli, Pisacane; Faragò, Barella, Cigarini, Ionita, Padoin; Sau, Pavoletti. A disp.: Rafael, Crosta, Castan, Andreolli, Miangue, Van der Wiel, Dessena, Cossu, Giannetti,...
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - Ceccarini: "Emre Can, Juve avanti. Due in uscita a giugno" Ai microfoni di TMW Radio è intervenuto l’esperto di mercato Niccolò Ceccarini per commentare le ultime notizie relative d’attualità:...
21 gennaio 1971, Djalma Santos dà l'addio al calcio: il miglior terzino destro della storia Il 21 gennaio 1971 all'età di quarantuno anni Djalma Santos dà l'addio al calcio, dopo una gara contro il Gremio. E' stato considerato...
TMW RADIO - I Collovoti: "Caldara 8: pronto per la Juve. Fazio spaesato" Arrivano consueti e puntuali, nel pomeriggio di Tribuna Stampa su TMW Radio, i Collovoti di Fulvio Collovati, che ha analizzato il...
GoalCar - Viviano racconta l'anno a Londra e il caso 'maglia Juve'" Undicesima puntata di GoalCar. In questo nuovo episodio il portiere della Sampdoria Emiliano Viviano ha raccontato il suo anno a Londra...
Carlo Nesti: "Il solito errore dell'ambiente romanista: troppo disfattismo, quando basterebbero analisi serene, dopo gli incidenti di percorso". Questo è il diario dei miei "pensieri", in formato "NES-tweet", a partire dall'inizio della stagione, e quindi dal luglio 2017 al giugno...
TMW RADIO - Scanner: Il calciomercato sempre più materia da contabili" Oltre il calcio giocato, oltre il calcio parlato, oltre la semplice apparenza... con l'avvocato Giulio Dini e Lorenzo Marucci, ospite...
L'altra metà di ...Gennaro Troianello Gennaro Troianello, ex calciatore dell'Hellas Verona, che ha conquistato con la maglia veronese la Serie A ha dichiarato in più di...
Fantacalcio, oggi ti presento... RAFINHA Nome: Rafinha Nato a: Sao Paolo (Brasile)  il 12 Febbraio 1992 Ruolo: Centrocampista Squadra: Inter
Gli agenti e le regole che verranno, tutti gli aspetti da chiarire Una legge dello Stato, la Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore lo scorso primo gennaio, pone fine al periodo di cosiddetta deregulation...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 21 gennaio 2018

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 21 gennaio 2018.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.