VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Benvenuto Seedorf, ora il campo. Il Napoli stringe per Capoue e non molla Jorginho. La Juve guarda al futuro, Burdisso saluta la Roma. Lazio, preso Djordevic. Attaccanti italiani che piacciono in giro, con qualche sorpresa!

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
16.01.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 29912 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS

E' iniziata l'era Seedorf, ufficialmente. Abbracciato fisicamente da Galliani, idealmente da tutti i tifosi milanisti. Lo aspetta una bella avventura, sicuramente non semplice se un allenatore come Allegri ci ha rimesso le penne. Seedorf, pur essendo alla prima esperienza, ha la giusta personalità, carisma e passato per giocarsi le sue carte. Sa lui per primo che dovrà impegnarsi molto, ma ora non c'è più tempo di pensare, ma di agire. Circolano i primi nomi ai quali potrebbe essere interessato in futuro il neo allenatore rossonero, ma in realtà si tratta soltanto di possibilità più che di richieste (Doria del Botafogo e Cesar del Ponte Preta, entrambi difensori).

A Napoli, oltre a godersi il passaggio del turno in coppa Italia (condito dal giallo-fuorigioco), aspettano notizie dall'Inghilterra. I segnali che arrivano dal Tottenham sono positivi: si può trattare, ma i nove milioni non bastano, magari servirà un blitz di Bigon entro questa settimana. Mentre queste potrebbero essere ore decisive per Jorginho: in previsione un incontro con il suo procuratore, con il Verona si potrebbe intavolare una comproprietà. Per Gonalons gli spiragli sono sempre più esili (il Lione ha vinto contro il Marsiglia).

Alla Juventus sono tranquilli, tranquillissimi. Lavorano per il futuro, rintuzzano gli attacchi nel presente. E' chiaro che gli attaccanti sono la merce più richiesta. Quagliarella dalla Lazio, Vucinic (interessa al Tottenham che deve sostituire Defoe) e Giovinco. Tutti scadenza contratto 2015, ma la Juve già non li vuole dare, figurati in prestito. Qualora invece dovesse arrivare l'offerta giusta (per uno di questi) magari ci potrebbero essere degli spiragli per Morata, attaccante del Real Madrid (anche lui scadenza 2015) che in blanco gioca poco ma è un talento. Il problema è che il Real vorrebbe avere una sorta di contropzione per ricomprarlo, quindi bisognerà trattare, eventualmente. E magari vincere anche la concorrenza dell'Inter, che sta seguendo il ragazzo anche se non ci sono soldi in questo momento nelle casse del mercato nerazzurro.

Mercato che è fermo anche per D'Ambrosio. Inter e Torino sono in fase di assoluta standby. Il nome su cui si scontrano è sempre quello Botta (Inter prestito, il Toro lo vuole in comproprietà), bisognerà aspettare ancora un po'. Come per Borriello: prima bisogna valutare bene le condizioni di Milito, non fossero ottimali allora potrebbe essere una bella opportunità da cogliere. Altrimenti Marco rimarrebbe volentieri a Roma dove ha incassato la fiducia di Garcia.
Chi se ne andrà è invece Burdisso: il Genoa lo vorrebbe, ma l'ingaggio lo frena. Ci potrebbe essere sullo sfondo anche la Samp (con il discorso Paredes magari) oppure l'estero. Quello che è certo è che Sabatini dovrà prendere un altro difensore: in questo momento la soluzione low cost può essere Heitinga dell'Everton, anche lui a scadenza di contratto, oppure Paletta, difensore del Parma, ma non tornano le cifre. Ghoulham Saint Etienne invece, almeno in prestito, non si fa.

Il vero colpo lo ha messo a segno la Lazio: arriverà Djordevic, attaccante serbo del Nantes. Arriverà a zero, 5 anni di contratto per lui, doppietta in coppa contro il Lille poche ore fa. Un giocatore inseguito a lungo, sarà un nuovo rinforzo. E la Lazio continua però a seguire anche gli altri nomi di cui abbiamo parlato (Quagliarella in pole).

Il Genoa invece continua a seguire i suoi (e ci mancherebbe): contatto con la Juventus per De Ceglie, sonda Diakité del Sunderland (ex Lazio), è interessato a Cherubin del Bologna e continua a chiedere al Parma Sansone. E dovrà rispondere presto al West Ham che (viste le difficoltà per Belfodil e Borriello) ora punta Gilardino.

Dovrà rispondere presto anche Guanzghou su Diamanti il Bologna, ha già risposto no al Besiktas per Bianchi (proposto solo prestito). Le piste straniere per rinforzarsi sono tre: Nelson Valdez (attaccante paraguayano ex Valencia, ora all'Al Jazira), Martin Linnes, attaccante esterno norvegese (1991) del Molde, e Nery Dominguez centrocampista centrale argentino del Rosario Central.

A Firenze arriva Anderson nel pomeriggio (operazione estremamente intelligente, prestito con diritto di riscatto di un centrocampista molto forte) mentre si tiene sotto osservazione Rosseti, attaccante del Siena, naturalmente per giugno.

Il Sassuolo ufficializza Manfredini, il Chievo ha fatto un'offerta per Cala (difensore centrale del 1989 del Siviglia) e piace anche Greco del Livorno. Il Verona lavora al rinnovo di Halfredsson (seguito anche dal Palermo) mentre Cacia piace molto al Toronto. E attenzione all'Inghilterra: Paulinho del Livorno offerta da parte del Fulham (2 milioni per il prestito), ma anche l'Arsenal ci pensa!

Poi la notizia della notte: esonerato De Canio, di ritorno Maran a Catania.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.