VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Berlusconi e il tramonto di un'era meravigliosa: il finale però non è stato degno del suo passato. Juve praticamente perfetta, il prossimo colpo top è dietro l'angolo. Icardi e il Napoli: trattativa per un nuovo maxi ingaggio

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
07.08.2016 14:15 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 93984 volte
© foto di Image Sport

Paolo Berlusconi, fratello del più noto Silvio, ha perfezionato ieri sera l' acquisto del Milan. L'11 febbraio del 1986 Repubblica apriva così le pagine sportive e, ve lo confesso, all'epoca non sapevo ancora leggere. Non avevo neppure un anno, e questo basta da solo a raccontare di come davvero per quelli come me, quelli degli anni '80 ma pure degli anni '70, si sia chiusa un'era. L'epoca rossonera vera e vissuta, quella toccata con mano da vicino. Milanisti o no, Marco van Basten ha fatto strabuzzare gli occhi a tutti. Diavoli o no, Kakà e Shevchenko erano una meraviglia da vedere e Baresi... Ah, quel braccio alzato. Dannato fuorigioco, sempre e solo fuorigioco quando Baresi aveva il braccio alzato. Silvio Berlusconi per l'Italia è stato tante cose, nel bene, nel male. Simbolo e nemico, icona e peccatore. Nel calcio ha rappresentato certamente il simbolo di un uomo che ha saputo guardare avanti nel tempo e vincere. In questi giorni si sta chiudendo un'era e vien da pensare che in fondo s'invecchia. All'epoca neppure parlavo, quando Paolo Berlusconi diceva poi "non so più se è stato un atto di amore o una follia, ma penso proprio che il cuore abbia prevalso sulla ragione". Ecco. Il tempo del Cavaliere, pure nel calcio, era finito. Volto al termine, al tramonto. Crepuscolo di un'era, di un simbolo. Però al di là dei colori e della fede calcistica, impossibile non aver ammirato le gesta del suo Milan. Un augurio, adesso, ai tifosi rossoneri. Che sia certamente rinvigorito il prestigio del passato. Quello recente è stato un Milan che è andato giù insieme alla parabola del suo Cavaliere.

Oggi c'è invece un'altra squadra a dominare il pallone italiano. E' una Juventus che, ceduto Paul Pogba al Manchester United, ha tatticamente un'idea perfetta per sostituirlo. L'ennesima, per una squadra che nei fatti non sta sbagliando un singolo colpo. Ha indebolito il Napoli e si è rinforzata con Gonzalo Higuain. Ha indebolito la Roma e si è rinforzata con Miralem Pjanic. Ha perso Pogba ma l'idea di prendere Blaise Matuidi è perfetta per Massimiliano Allegri. Il bosniaco spinge, lui difende. Può giocare interno, centrocampista nei due con Pjanic semmai trequartista. E' perfetto, e neppure vecchio (ha ventinove anni). Sì, ad Allegri piaceva di più Nemanja Matic, ma sussurrano che Antonio Conte, di vendere giocatori alla Juventus, non abbia troppo intenzione...

Intanto balla sempre il valzer di Mauro Icardi che, detto tra di noi, ha stancato e non poco. La sensazione sembra chiara: il Napoli ci prova e ci proverà ma non arriverà ai 60-70 milioni chiesti dall'Inter. Icardi, dal canto suo, preferirebbe poi restare a Milano piuttosto che trasferirsi e nel caso opterebbe per Londra piuttosto che per la Campania. Così la moglie-agente fa suonare il valzer, puntando a strappare per il marito e pure per sè anche un maxi ingaggio. E' la sensazione che giorno dopo giorno emerge sempre più forte ma Suning dovrà probabilmente cedere (e magari vendere un altro). Presentarsi vendendo il capitano e giocatore più talentuoso, non sarebbe certo il migliore dei biglietti da visita...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Napoli e Deulofeu: contatto. L’Inter e le opportunità, incontro Juve-Samp, Cagliari Castan e non solo... 11.01 - L’agente di Deulofeu Gines Carvajal è stato a Milano. E ha incontrato il Napoli. Le distanze di ingaggio praticamente non ci sono, potremmo dire che è una sorta di accordo visto che le distanze si possono colmare in tempi anche brevi. Ora toccherà poi al Napoli andare a trattare con...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Caos VAR, la soluzione c’è! Loro Coutinho, noi Deulofeu… Roma, un big lascia? Milan, dubbio André Silva! 10.01 - Sono stati giorni caotici e complicati… Dal doveroso arrivederci alle Feste al “campionato falsato dal VAR”. Si esagera nella Feste, si sa. E stiamo esagerando anche con il VAR. Ci si continua a dimenticare che il VAR è al suo debutto, al suo primo anno. E’ un’innovazione sperimentale....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il mercato “tedesco” dei bianconeri. Inter: le tre mosse di gennaio e la rabbia di Spalletti. Napoli: il nodo Verdi e la scelta-scudetto. Milan: auguri Ringhio... e occhio alla sorpresa. Giù le mani dal Var! 09.01 - Buondì. “Auguri a te e famiglia” va in vacanza. Lo rispolvereremo a inizio dicembre 2018. Fine delle feste. Siamo tornati tutti. Non si trova parcheggio. Molti sono incazzati. Qualcuno ha smontato l’albero, l’ha messo in cantina. Altri no, lo lasciano lì “perché in fondo arreda”...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Qualcuno aiuti Spalletti: ecco di cosa ha bisogno l'Inter a gennaio. Milan, DNA Gattuso ma non credete ai miracoli. Tommasi in FIGC? Ha già distrutto la sua categoria. Gravina, unica soluzione credibile 08.01 - Spalletti se ne va in vacanza sbattendo la porta. Per uno come lui è stato già un miracolo aver aspettato il 5 gennaio prima di sbottare. Lo hanno preso, in estate, facendogli credere in una campagna acquisti che a Roma avrebbe potuto solo sognare. Gli hanno preso 4 rinforzi, di cui...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Dall'aperitivo allo Zero, passando per Donnarumma, Pulcinella e Kondogbia. L'alfabeto del mercato di gennaio, per evitare delusioni 07.01 - A come Aperitivo Pare un refrain che ogni anno va consolidandosi. Gli affari migliori si fanno davanti a un bicchiere di vino, magari in un bar con terrazza che guarda Milano. Per il resto ci sono Ipad, Whatsapp e le PEC. I locali oramai vietano pure l'entrata ai giornalisti, come...

EditorialeDI: Mauro Suma

Mercato: il patrimonio del Milan. Siviglia-Innaurato: e Marra? Pellò e Corsaro: juventini, che succede? Roma, Ninja paga per tutti 06.01 - Non c'è nessun bisogno disperato di soldi nel Milan. E non ci sono nemmeno limiti e restrizioni. Questi sono solo luoghi comuni autoreferenziali fra loro: triti, ritriti, ruminati, stressati. Considerando una parte e non il tutto. A inizio 2018, vale la pena tirare le file di tutte...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.