HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato chiuso: quale big s'è mossa meglio?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

Bonucci insiste, ma la Juve non cede Caldara senza ricompra. Higuain no al Milan, va da Sarri con Rugani. Chelsea prende Reina, Morata ai rossoneri. Conte congelato. Vrsaljko all’Inter. Correa e Badelj alla Lazio

27.07.2018 07:08 di Enzo Bucchioni   articolo letto 97154 volte
Bonucci insiste, ma la Juve non cede Caldara senza ricompra. Higuain no al Milan, va da Sarri con Rugani. Chelsea  prende Reina, Morata ai rossoneri. Conte congelato. Vrsaljko all’Inter. Correa e Badelj alla Lazio

Ieri il mercato è girato tutto attorno a Marina Granovskaia, la donna più potente del calcio mondiale, braccio destro di Abramovich al Chelsea. La zarina, assistita da Ramadani, dopo aver preso Sarri, sta cercando di fargli la squadra. Dopo l’arrivo di Jorginho dal Napoli, eccoci al vorticoso giro che si sta mettendo in piedi fra Chelsea, appunto, Juventus e Milan.

Come vi abbiamo detto da tempo, Higuain è destinata a tornare con Sarri. Lo vuole l’allenatore, lui d’accordo e ieri si è lavorato per l’intesa con il Chelsea. Nel pacchetto c’è anche Rugani, altro uomo di Sarri. La Juve non molla dai 110 milioni richiesti al primo contatto. Ieri il Chelsea ha provato a mettere nella trattativa David Luiz, ma la Juve preferisce monetizzare. Nel giro s’è infilato anche il Milan perché quando ancora c’era Mirabelli, era stato fatto un tentativo per Higuain. Come ha ribadito anche ieri il nuovo responsabile dell’area tecnica Leonardo, l’affare è impossibile per il Milan che deve rispettare i parametri dell’Uefa. Il Chelsea però vuole Reina (valutato sette milioni) e se chiude con Higuain è disposto a dare Morata (che vuole tornare in Italia) in prestito oneroso con riscatto fissato l’anno prossimo.

La sintesi dovrebbe essere questa: Higuain, Rugani e Reina al Chelsea, Morata al Milan. Per la Juve una paccata di milioni per compensare la spesa per il cartellino di Ronaldo. Ma Ramadani assiste anche Pjanic. La Juve non ha detto no alla sua cessione, vuol semplicemente 110 milioni che frutterebbero una plusvalenza di oltre settanta. Ramadani lavora su più tavoli, dal Chelsea appunto che potrebbe perdere Hazard in direzione Real, ma anche City beffato da Jorginho e Barcellona che cerca il sostituto di Iniesta. A quel punto, grazie a Raiola, la Juve tornerebbe su Pogba. Non a caso ieri Allegri ha riempito di elogi “è completamente maturato, ha fatto un grande mondiale”, l’ex centrocampista bianconero.

Ma non basta. La Juve è evidente che sta cercando di fare una squadra favorita per la Champions, la vuole vincere quest’anno come non mai. Oltre Ronaldo cerca giocatori di personalità, esperienza e forza fisica. Oltre al portoghese, Emre Can e Cancelo non possono bastare. Allegri ha in testa un centrocampo a due con Emre Can e Pogba. Dietro Ronaldo centroavanti vede Douglas Costa, Dybala e Matuidi. Con le alternative Mandzukic, Cuadrado e Bernardeschi. Tantissima roba.

In difesa invece non tutto è a posto. Chiellini e Barzagli sono over, non potranno giocare sempre. Benatia non fa impazzire Allegri. Caldara è il futuro, ma a certi livelli va testato.

Ecco perché non sono state rifiutate le avances di Bonucci “voglio tornare” e Marotta ci sta ragionando su. Bonucci è il più giovane della Bbc, 31 anni, ha carisma ed esperienza. Il Milan vuole Caldara, ma la Juve non ci sta, propone un prestito oneroso a 25 milioni con ricompra per la Juventus a 30. Si può discutere anche di inserire Sturaro, ma Caldara sarà nella Juve del futuro. Su questo la trattativa si è incagliata, con una considerazione: se non va alla Juve, comunque Bonucci nel Milan è bruciato. Vedremo. Tornando alla difesa della Juve, un inciso, all’occorrenza Emre Can il centrale lo ha fatto e fatto bene.

Tornando a Bonucci se non dovesse farcela a tornare in bianconero è sempre aperta l’ipotesi Psg dove ritroverebbe Buffon. Sempre a proposito di Milan, Gattuso è stato confermato e rinfrancato dal presidente Scaroni, ma sa benissimo che l’addio di Fassone e Mirabelli sposta molto. Gattuso non è l’allenatore della nuova proprietà. Ha la fiducia, ma condizionata a prestazioni sportive sempre ottimali. Dovrà trovare grande intesa con la squadra e farla funzionare subito. Conte aleggia, è inevitabile. La nuova proprietà sta cambiando tutte le figure e anche in panchina nel medio periodo andrà una figura diversa. L’operazione è stata rallentata dalla volontà di Conte di risolvere prima il contenzioso con il Chelsea per il licenziamento. Non c’è stata possibilità di un’intesa extragiudiziale, si andrà in giudizio e i tempi non saranno brevissimi viste le richieste di Conte che vuole tutto l’ammontare del contratto e anche i danni. Comunque il futuro del Milan sarà di Conte. Tocca a Gattuso far saltare il banco, ma il carattere di Gattuso in queste sfide si esalta.

Passando all’Inter, Vrsaljko nel mirino da tempo, è in dirittura d’arrivo. L’Atletico sta provando a strappare il colombiano Arias al Napoli, comunque ha aperto all’Inter per il terzino croato: prestito a otto milioni, altri diciassette per il riscatto.

Bel colpo della Lazio che prende a zero Badelj, regista ex Fiorentina, e soprattutto riporta in Italia l’attaccante Correa, 23 anni, che aveva fatto bene nella Samp. Al Siviglia venti milioni.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Ancelotti valore aggiunto del Napoli, Emre Can farà la differenza alla Juventus, Inter mercato top, Milan può lottare per la Champions, Milinkovic Savic rinnova con la Lazio fino al 2023 18.08 - Come ogni estate arriva il momento del gong. Sono passate appena 4 ore dalla chiusura del mercato e l’adrenalina è ancora alle stelle. La prima riflessione che mi viene da fare è che è stato bellissimo, il più entusiasmante degli ultimi anni. E non solo perché è arrivato Cristiano...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Modric, l’ultimo no del Real. Ma nella notte restano piccole speranze. All’Inter è mancato uno come Mendes per Ronaldo. Nerazzurri sono comunque l’anti-Juve. E c’è sempre Rafinha. Milan, colpi da Champions League 17.08 - Florentino Perez ha detto l’ultimo no. Il Real Madrid non libera Luca Modric, non lo farà andare all’Inter come avrebbe voluto. Del resto, hanno spiegato i dirigenti madridisti al procuratore del giocatore nell’ultimo incontro di ieri, in due mesi sono cambiate troppe cose e il presidente...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Ancora 48 ore e tutti si affannano: anche chi sembra aver chiuso tutto. 48 ore da vivere con il fiato sospeso... 16.08 - Siamo ormai alle battute finali e tutti si affannano per rifinire la squadra. Il Milan, è naturalmente, la big più attiva visto che per i problemi societari si è potuta muovere concretamente soltanto un paio di settimane fa. Sono arrivati a Milano Castillejo e Laxalt, entrambe operazioni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy