HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere della Serie A 2018/19?
  Cristiano Ronaldo
  Gonzalo Higuain
  Mauro Icardi
  Ciro Immobile
  Edin Dzeko
  Dries Mertens
  Paulo Dybala
  Gregoire Defrel
  Arkadiusz Milik
  Duvan Zapata
  Krzysztof Piatek
  Mario Mandzukic
  Leonardo Pavoletti
  Altro

La Giovane Italia
Editoriale

CR7 e un mercato esplosivo da vivere minuto per minuto. Voci e indiscrezioni da tutto il mondo, mentre il resto continua a muoversi

05.07.2018 07:14 di Luca Marchetti   articolo letto 37227 volte
© foto di Federico De Luca

Marotta non parla. Cerca di non esprimersi. Rimanendo impassibile, ma forse dentro un sorriso gli è scappato. Non parla perché qualsiasi cosa potrebbe generare una conseguenza: di congetture, illazioni, considerazioni, sogni. Non parla, ma comunque non smentisce. È vero, non avrebbe potuto smentire una trattativa del genere in mezzo alla strada, soltanto a un microfono solitario. Ma comunque non ha smentito. Non commenta, non parla. E non lo fa neanche pubblicamente sul proprio sito, attraverso i propri canali. Tutto il mondo parla della Juve, di Cristiano Ronaldo, dei suoi conti, dei bilanci. Se ce la fa o meno. Ma dalla Juve nessuno parla, nessuno vuole dire niente, nessuno si sbilancia, girano voci, più o meno incontrollate, di grandi manovre nel mondo bianconero, nel mondo degli sponsor, per l’organizzazione di un evento. CR7 è stato visto a Torino, vicino Torino, pronto pr arrivare a Torino. Tutti parlano di CR7, anche chi non è tifoso. Sarebbe un colpo pazzesco. E la Juve rimane in silenzio. Conta e non parla. La Juve è prudente, ma ci crede sempre di più. Continua a trattare con gli intermediari in attesa di capire che succede con il famoso incontro fra Jorge Mendes, appena sbarcato a Madrid, e Florentino Perez. I due giganti a confronto. In Spagna sono convinti che il prezzo a 100milioni sia l’ennesima offesa a Cristiano Ronaldo. Che quindi il portoghese andrà via, senza dubbio. I margini di una ricomposizione di una frattura non ci sono. Anche se poi a pensar male si potrebbe pensare tutto e il contrario di tutto. L’ennesimo capitolo della telenovela fra Florentino e CR7, un tentativo di creare asta intorno al dominatore del calcio mondiale. Oppure il colpo più clamoroso della storia della Juventus. Non tanto per il prezzo del cartellino ma dell’ingaggio. E alla Juve, ora, stanno studiando proprio questo. Con la crescita commerciale riescono a coprire le spese. Non abbiamo sufficienti elementi per dichiararlo con convinzione, ma quello che avvertiamo è che la convinzione in casa Juve cresca ogni giorno di più. Per magari la consapevolezza di accollarsi un rischio, per la voglia di entrare nella storia, per la voglia di vincere la Champions. O semplicemente perché si può fare. Non spetta a noi fare i conti: spetta però raccontare questa spasomdica attesa, quasi fosse un conto alla rovescia... rimane però da raccontare quello che succede in Spagna, dove le voci si accavallano e non sempre sono chiare: resta, va via, rottura, perdono... è il bello del mercato, di trattative incredibili, quasi dimenticate...
quasi passa in secondo piano la dichiarazione di Nicholas Higuain, fratello di Gonzalo che intervenuto a Sky ha detto che il Pipita è felicissimo a Torino e non ha nessuna trattativa aperta. Anche se poi alla fine qualcuno (se dovesse arrivare CR7) potrebbe anche partire...
Di fronte a questi tipo di opportunità tutto il resto sembra passare in secondo piano. Ma le altre indipendentemente da tutto si muovono. Anche chi non ha poi così tanto agio, come il Milan: aveva cercato Berardi, nella trattativa Locatelli. Ma avrebbe potuto prendere il giocatore solo in prestito con diritto di riscatto. Così non si può fare: ma il Milan al momento non può proporre altro, perché prima deve vendere se vuole comprare. Quindi eventualmente dopo alcune cessioni le due società si riparleranno. E così il Milan cede: Gustavo Gomez al Boca, Musacchio offerta del Fulham da valutare.
A Napoli è arrivato Meret, visite mediche per lui, fra poco tocca a Karnezis, all’Inter ufficializzato Lautaro continuano a lavorare con estrema tranquillità (sapendo anche di dover cedere) per Malcom, Darmian e Dembelé. Anche la Roma cede: Bruno Peres al San Paolo, Castan al Frosinone (ma attenzione all’ingaggio alto) e Ponce richiesto dall’Aek Atene.
Izzo è ufficiale a Torino (8+2 al Genoa), Nkolou è stato ufficialmente riscattato dal Lione, il Parma ha preso Bruno Alves (visite mediche per lui) e pensa ad Agazzi come alternativa a Sepe per il ruolod i dodicesimo. Il Sassuolo, dovesse cedere Acerbi alla Lazio (a proposito, trattativa ancora non sbloccata, la Lazio offre 10+2 il Sassuolo vuole 12 senza bonus) si butterebbe su Bonifazi (del Torino, scorso anno alla Spal che lo vorrebbe ancora). La Lazio se non prende Acerbi, per cui pensa di aver fatto il massimo, è pronta ad andare su Badstuber. A Bologna Palacio rinnova per un’altra stagione. Al Genoa piace Meité, giocatore del Monaco che interessava molto anche al Torino, contatti proficui per Romulo che si libererà dal Verona e interesse molto vivo anche per Mazzitelli, praticamente chiuso dal Sassuolo. La Samp non ha ancora chiuso per La Gumina, sul quale ora è piombato anche l’Empoli e invece sta per chiudere Jankto dall’Udinese. L’Atalanta sta crcando di capire se esistono spiragli per arrivare a Pasalic del Chelsea, che stava per chiudere con la Fiorentina. Fiorentina interessata a Ceccherini del Crotone. Il Chievo ha ufficializzato Giaccherini. La Spal continua ad insistere per Valoti del Verona, ha ufficilizzato Milinkovic Savic dal Torino e non prenderà più Valdifiori. Il Frosinone ha chiesto Rossettini al Genoa, Crisetig al Bologna (trattativa in via di definizione) e ha incontrato la Sampdoria per parlare di Sala ma anche di Verre e Alvarez. L’Empoli è in trattativa con la Samp per Capezzi e tratta Diabaté lo scorso anno al Benevento. Molto attivi anche in B: il Verona è in pressing su Gustafsson del Torino, il Palermo in porta vuole Brignoli (che ha anche lo Spezia), il Bari ha chiesto informazioni per Varga, al Cittadella interessa Ivan della Samp (che piace anche al Crotone), la Cremonese ha praticamente preso Greco, il Padova insiste per Bonazzoli, a Cosenza ecco Anastasio e Palmiero a Lecce ufficiale Falco. A Venezia piace Di Mariano, ma attenzione alla Feralpi Salò che è in vantaggio. Del Luca potrebbe passare dalla retrocessione con l’Entella alla Champions League con il Cluj, mentre Balotelli ha riecuto un’offerta choc dalla Cina per 30 milioni di euro all’anno. Come Cristiano Ronaldo. Solo che lui non vorrebbe andare per non perdere la Nazionale. Decisioni forse più semplici...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Si scrive Inter, si legge crisi. Ronaldo e il gol: adesso via ai titoloni. Allarme Roma mentre Gattuso deve prendere una decisione 17.09 - Parlare di crisi dopo 4 giornate è prematuro. Non si possono lanciare allarmi e non si possono fare funerali ad uno che ha solo il raffreddore. Se è vero che abbiamo forzato un pò la mano per il titolo è altrettanto vero che l'Inter non ha solo il raffreddore ma la diagnosi è piuttosto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il Var così è inutile, parte seconda. Ci hanno rotto il calcio: è tutto più che ridicolo. E il campionato sembra già finito 16.09 - In due settimane di pausa si sono sviluppati tre macrotemi: la Nazionale, il campionato dei tribunali e quello che sembra già finito, cioè la A, perché provate a pensare quando si sbloccherà Cristiano Ronaldo. Ieri si è aggiunto in maniera prepotente, ma in realtà è così dalla prima...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter ancora Modric nel mirino e si lavora per il rinnovo di Skriniar, Juve occhi su Marcelo, il Napoli vuole blindare Milik. Milan, oltre Rabiot piacciono Paquetà e Paredes 15.09 - Siamo appena a metà settembre eppure gennaio sembra così vicino, perché il mercato è sempre in movimento. E allora parto dall’Inter che ha cullato per alcuni giorni il sogno Modric. Il no netto di Florentino Perez ha chiuso ogni possibilità, ma ancora il rinnovo con il Real Madrid...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Dybala al Real, Pogba alla Juve, Griezmann allo United: si prepara un grande giro forse già a gennaio. Molto dipende da Zidane. E l’Inter non molla Modric. Sta per finire lo strapotere dei procuratori. Stop ai prestiti selvaggi 14.09 - Visto che il mercato non si ferma mai, le ultime che arrivano soprattutto dalla Spagna vale davvero la pena di cercare di intercettarle e valutarle. Da tempo i giornali spagnoli parlano di Dybala al Real, l’estate scorsa ci furono anche annunci ufficiali con relative smentite. Che...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il mercato internazionale ai raggi X: l'Italia spende e gli affari sono sempre fra i soliti... 13.09 - La FIFA ha fatto la fotografia del mercato internazionale. Ovvero dei trasferimenti provenienti dalle federazioni estere. Un lavoro complesso, reso possibile dal TMS (il Transfer Matching Sistem): quindi non si tratta di proiezioni o di valutazioni, ma di dati certi. Sono dati aggregato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Cristiano Ronaldo ha distrutto la Spagna e il suo Mondiale dal di dentro, e Allegri lo ha aiutato. Ecco come. Mancini poteva avere ragione, ma c’è un particolare fondamentale che lui e la Figc hanno dimenticato su Euro2020 12.09 - E’ stato un piano perfetto. E noi distratti dal passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Altroché. Diabolico CR7, che arrivando ai Mondiali con il Portogallo campione d’Europa, e avendo nel proprio gruppo la Spagna, ha usato tutte le armi per farla fuori, anche se non è bastato...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Italia: un anno senza vittorie (ma non diamo la colpa agli stranieri). In arrivo la quarta giornata, ma c’è già chi parla “del mercato di gennaio” (pietà…). Inter: per il rinnovo di Icardi… non c’è fretta 11.09 - Siamo in piena pausa per la Nazionale. Ma il peggio è passato. Da oggi smetteremo di far finta che ce ne freghi qualcosa della Nations League (“La Nations League è importante!”) e torneremo a creare nuovi casi mediatici: perché Ronaldo non ha segnato durante la pausa? (“perché è bollito!”)....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola, Sacchi ha fatto la storia, tu i soldi in Italia e vivi nel Principato. Rischio concreto di un campionato a senso unico. Sentenza B tra oggi e domani: una macchia eterna in un sistema che salva solo Gravina e Sibilia 10.09 - Volevo ringraziare pubblicamente Mino Raiola. Non sapevo proprio cosa scrivere questo lunedì, in assenza di notizie, campionato e mercato. Ho ragionato per giorni ma cose originali e sensate non me ne venivano in mente. Poi leggo le dichiarazioni di Mino e lo ringrazio perché anche...

EditorialeDI: Marco Conterio

Dallo Stadium a CR7, da First Team alla U23. I motivi per cui Totti ha consegnato il titolo alla Juventus. Il Manchester City e Guardiola intanto stravolgono il modo di raccontare il calcio 09.09 - In principio è stata la Juventus, con il docu-film prodotto da Netflix, First Team. Archetipo del dietro le quinte di quel che c'è nel lavoro d'ogni giorno che avviene a telecamere spente. I giocatori che si confidano, le discussioni nell'alveo dello spogliatoio. E' stata una primogenitura...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Napoli, primi contatti con Mertens per il rinnovo. Situazione Pogba da monitorare. Monchi merita fiducia, Pastore ha tutto per diventare una grande mezzala ma serve tempo. Rabiot può diventare un’idea concreta per il Milan a gennaio 08.09 - Il Napoli è al lavoro per pianificare il futuro. Giuntoli non si ferma un attimo ed è molto attivo sul fronte rinnovi. Vi ho parlato di quelli di Koulibaly e Zielinski, un’altra priorità è Mertens, che ha il contratto in scadenza nel giugno 2020. Il belga rimane un giocatore importantissimo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy