HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
Editoriale

CR7 e un mercato esplosivo da vivere minuto per minuto. Voci e indiscrezioni da tutto il mondo, mentre il resto continua a muoversi

05.07.2018 07:14 di Luca Marchetti   articolo letto 37231 volte
© foto di Federico De Luca

Marotta non parla. Cerca di non esprimersi. Rimanendo impassibile, ma forse dentro un sorriso gli è scappato. Non parla perché qualsiasi cosa potrebbe generare una conseguenza: di congetture, illazioni, considerazioni, sogni. Non parla, ma comunque non smentisce. È vero, non avrebbe potuto smentire una trattativa del genere in mezzo alla strada, soltanto a un microfono solitario. Ma comunque non ha smentito. Non commenta, non parla. E non lo fa neanche pubblicamente sul proprio sito, attraverso i propri canali. Tutto il mondo parla della Juve, di Cristiano Ronaldo, dei suoi conti, dei bilanci. Se ce la fa o meno. Ma dalla Juve nessuno parla, nessuno vuole dire niente, nessuno si sbilancia, girano voci, più o meno incontrollate, di grandi manovre nel mondo bianconero, nel mondo degli sponsor, per l’organizzazione di un evento. CR7 è stato visto a Torino, vicino Torino, pronto pr arrivare a Torino. Tutti parlano di CR7, anche chi non è tifoso. Sarebbe un colpo pazzesco. E la Juve rimane in silenzio. Conta e non parla. La Juve è prudente, ma ci crede sempre di più. Continua a trattare con gli intermediari in attesa di capire che succede con il famoso incontro fra Jorge Mendes, appena sbarcato a Madrid, e Florentino Perez. I due giganti a confronto. In Spagna sono convinti che il prezzo a 100milioni sia l’ennesima offesa a Cristiano Ronaldo. Che quindi il portoghese andrà via, senza dubbio. I margini di una ricomposizione di una frattura non ci sono. Anche se poi a pensar male si potrebbe pensare tutto e il contrario di tutto. L’ennesimo capitolo della telenovela fra Florentino e CR7, un tentativo di creare asta intorno al dominatore del calcio mondiale. Oppure il colpo più clamoroso della storia della Juventus. Non tanto per il prezzo del cartellino ma dell’ingaggio. E alla Juve, ora, stanno studiando proprio questo. Con la crescita commerciale riescono a coprire le spese. Non abbiamo sufficienti elementi per dichiararlo con convinzione, ma quello che avvertiamo è che la convinzione in casa Juve cresca ogni giorno di più. Per magari la consapevolezza di accollarsi un rischio, per la voglia di entrare nella storia, per la voglia di vincere la Champions. O semplicemente perché si può fare. Non spetta a noi fare i conti: spetta però raccontare questa spasomdica attesa, quasi fosse un conto alla rovescia... rimane però da raccontare quello che succede in Spagna, dove le voci si accavallano e non sempre sono chiare: resta, va via, rottura, perdono... è il bello del mercato, di trattative incredibili, quasi dimenticate...
quasi passa in secondo piano la dichiarazione di Nicholas Higuain, fratello di Gonzalo che intervenuto a Sky ha detto che il Pipita è felicissimo a Torino e non ha nessuna trattativa aperta. Anche se poi alla fine qualcuno (se dovesse arrivare CR7) potrebbe anche partire...
Di fronte a questi tipo di opportunità tutto il resto sembra passare in secondo piano. Ma le altre indipendentemente da tutto si muovono. Anche chi non ha poi così tanto agio, come il Milan: aveva cercato Berardi, nella trattativa Locatelli. Ma avrebbe potuto prendere il giocatore solo in prestito con diritto di riscatto. Così non si può fare: ma il Milan al momento non può proporre altro, perché prima deve vendere se vuole comprare. Quindi eventualmente dopo alcune cessioni le due società si riparleranno. E così il Milan cede: Gustavo Gomez al Boca, Musacchio offerta del Fulham da valutare.
A Napoli è arrivato Meret, visite mediche per lui, fra poco tocca a Karnezis, all’Inter ufficializzato Lautaro continuano a lavorare con estrema tranquillità (sapendo anche di dover cedere) per Malcom, Darmian e Dembelé. Anche la Roma cede: Bruno Peres al San Paolo, Castan al Frosinone (ma attenzione all’ingaggio alto) e Ponce richiesto dall’Aek Atene.
Izzo è ufficiale a Torino (8+2 al Genoa), Nkolou è stato ufficialmente riscattato dal Lione, il Parma ha preso Bruno Alves (visite mediche per lui) e pensa ad Agazzi come alternativa a Sepe per il ruolod i dodicesimo. Il Sassuolo, dovesse cedere Acerbi alla Lazio (a proposito, trattativa ancora non sbloccata, la Lazio offre 10+2 il Sassuolo vuole 12 senza bonus) si butterebbe su Bonifazi (del Torino, scorso anno alla Spal che lo vorrebbe ancora). La Lazio se non prende Acerbi, per cui pensa di aver fatto il massimo, è pronta ad andare su Badstuber. A Bologna Palacio rinnova per un’altra stagione. Al Genoa piace Meité, giocatore del Monaco che interessava molto anche al Torino, contatti proficui per Romulo che si libererà dal Verona e interesse molto vivo anche per Mazzitelli, praticamente chiuso dal Sassuolo. La Samp non ha ancora chiuso per La Gumina, sul quale ora è piombato anche l’Empoli e invece sta per chiudere Jankto dall’Udinese. L’Atalanta sta crcando di capire se esistono spiragli per arrivare a Pasalic del Chelsea, che stava per chiudere con la Fiorentina. Fiorentina interessata a Ceccherini del Crotone. Il Chievo ha ufficializzato Giaccherini. La Spal continua ad insistere per Valoti del Verona, ha ufficilizzato Milinkovic Savic dal Torino e non prenderà più Valdifiori. Il Frosinone ha chiesto Rossettini al Genoa, Crisetig al Bologna (trattativa in via di definizione) e ha incontrato la Sampdoria per parlare di Sala ma anche di Verre e Alvarez. L’Empoli è in trattativa con la Samp per Capezzi e tratta Diabaté lo scorso anno al Benevento. Molto attivi anche in B: il Verona è in pressing su Gustafsson del Torino, il Palermo in porta vuole Brignoli (che ha anche lo Spezia), il Bari ha chiesto informazioni per Varga, al Cittadella interessa Ivan della Samp (che piace anche al Crotone), la Cremonese ha praticamente preso Greco, il Padova insiste per Bonazzoli, a Cosenza ecco Anastasio e Palmiero a Lecce ufficiale Falco. A Venezia piace Di Mariano, ma attenzione alla Feralpi Salò che è in vantaggio. Del Luca potrebbe passare dalla retrocessione con l’Entella alla Champions League con il Cluj, mentre Balotelli ha riecuto un’offerta choc dalla Cina per 30 milioni di euro all’anno. Come Cristiano Ronaldo. Solo che lui non vorrebbe andare per non perdere la Nazionale. Decisioni forse più semplici...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

I primi clamorosi ma non confermati spifferi sul Pallone d'Oro e il premio più incerto dell'ultima decade. Fenomeni contro Francesi ma può essere l'anno della rivoluzione di Modric 18.11 - Urne chiuse. Così la discussione è ufficialmente pronta per proseguire, adesso senza più chance d'influenzare il giudizio dei 173 giornalisti aventi diritto di voto per il Pallone d'Oro del 2018 che sarà assegnato il prossimo 3 dicembre a Parigi. La redazione di France Football nelle...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Il Milan tra Rodrigo Caio e Ibrahimovic. De Ligt primo nome per la difesa della Juventus. La Roma vuole blindare Manolas, che piace anche a Real e Barcellona. Napoli si continua a lavorare ai rinnovi di Zielinski e Hysaj 17.11 - Un mese e mezzo e si parte, anzi il mercato è già partito. E allora andiamo dritti all’obiettivo. In casa Milan è scattato l’allarme rosso. Gli infortuni di Musacchio e Caldara in difesa e di Biglia e Bonaventura a centrocampo hanno creato una situazione difficile. Insomma ci sono...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Ecco tutti gli obiettivi di mercato di Juve, Milan, Inter, Roma e Napoli. Da Barella a Diawara, da Lazzari a Chiesa. Tornano Rafinha e Paredes. E Marotta va in Cina 16.11 - Questa sosta per la Nazionale è utile alle società, tutte stanno facendo un check per capire cosa serve sul mercato di gennaio, ma anche e soprattutto per gettare le basi e mettersi avanti per obiettivi e trattative future. La squadra più in difficoltà, con necessità immediate...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Pronti per gennaio: il Milan più attivo ecco i primi nomi. E poi attenzione: parametri zero pazzeschi! 15.11 - Il mercato si avvicina alla velocità della luce. Sarà più corto del previsto, visto che chiuderà il 18 gennaio, ma non per questo sarà meno intenso. Se dovessimo sbilanciarci potremmo dire che per il Milan potrebbe essere una sessione di primo livello. Nel senso che a gennaio Elliot,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Allegri cosa dici?! Hai cambiato idea rispetto a quando eri al Milan, e proprio prima di una partita con la Juve… Ibrahimovic in rossonero è possibile: ecco a che punto è la trattativa. Juventus su De Gea e James? C’è questo retroscena 14.11 - Massimilano Allegri è già l’allenatore che ha vinto più Panchine d’Oro nella storia, 4. Anche se ovviamente i suoi obiettivi sono altri. Il primo e ovvio è vincere la Champions (Allegri è anche il primo allenatore italiano a perdere entrambe le prime due finali di Champions a cui...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

C’è solo una cosa bella della Sosta per la Nazionale. No, non è vero, non c’è. Tra l’altro sarà la 2323esima quest’anno. Si sono moltiplicate. O forse è solo un’impressione. 13.11 - Juve: la panchina d’oro, i cervelli di ghisa. Inter: le scelte di Spalletti (e un segreto…). Milan: il (troppo) rigore di Higuain. Arbitri: l’esempio di IrraQuando c’è la Sosta per la Nazionale a nessuno frega nulla di qualunque cosa, si fa finta di appassionarsi a temi come “Balotelli...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, no a Ibra. Napoli, un salto nel fango. Spal, l'unica società che ha sfruttato il triplo salto. Liverani, oro di Lecce. Gravina, ecco il primo colpo: Brunelli dalla Lega 12.11 - Arriva la sosta, nel momento meno opportuno, e come sempre si tornerà a parlare di calciomercato. La Juventus cerca un centrocampista, l'Inter in teoria è a posto così, la Roma necessita di almeno due tasselli, mentre il Napoli potrebbe aver bisogno di un vice Milik che, a gennaio,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

En plein probabile, chi l'avrebbe mai detto: la Serie A è di nuovo la casa dei grandi difensori. De Laurentiis aveva ragione: Ancelotti vale un top player. Calo Juventus? Non c'è da fidarsi 11.11 - Kalidou Koulibaly, Milan Skriniar e Kostas Manolas. Poi la difesa della Juventus che può andare ad Harvard per dare lezioni sulla fase difensiva. Sono loro il miglior spot di una Serie A che quest'anno in Champions ha buone possibilità di portare tutte le squadre almeno agli ottavi...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Su Skriniar tutte le big d’Europa: City, United, Barcellona e Bayern Monaco, ma la sua volontà è rimanere all’Inter. Il Napoli in pressing su Tonali. Il Milan pensa a Paredes. Juventus, a San Siro prova verità 10.11 - L’Inter è al lavoro per blindare Skriniar. Il difensore slovacco cresce partita dopo partita e ormai è arrivato a un livello altissimo. Anche Spalletti dopo la gara con il Barcellona ha sottolineato che ormai è un giocatore top. Un vero leader della difesa, in grado di unire qualità...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Contro Mourinho, evviva Mourinho. Si scatena un altro Juventus-Inter. Gli eccessi del tifo da condannare. Bocciato dagli inglesi. Da Mazzone in giù, ma che calcio vogliamo? Il Var in Champions, ora basta, cosa aspettate? 09.11 - Mourinho non è tipo da mezze misure, o lo odi o lo ami, ma questo lo sapevamo già. Il doppio confronto fra Juventus e Manchester è stata l’occasione per rimettere in moto cose antiche, rivalità mai sopite, sgarbi mai digeriti, gesti sopra le righe, un Triplete esagerato, pensieri...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy