VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

È molto bello giocare, ma poi vincono i campioni. L'affascinante tiremm innanz di de Boer, il Milan è sull'altalena. Dzeko novello Crespo con sei mesi di ritardo

Nato a Bergamo il 23-06-1984, giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008 e caporedattore dal 2009, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
30.10.2016 00.00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 27497 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Il copione sembra hollywoodiano, o forse solo da cinema. Perché capita che il Napoli giochi meglio per un tempo, poi prenda gol, reagisca. Alla fine arriva Higuain, verrebbe da dire, un po' come il - maldestro e raffazzonato nella traduzione - telefilm di qualche anno fa. Higuain che al settantunesimo la colpisce di sinistro, da attaccante consumato, centrando le gambe di un Chiriches che avrebbe dovuto tuffarsi in qualche maniera, bruciando un Allan che sembrava quasi in gita premio in quell'occasione. Insomma, vince chi ha la voglia e Higuain, pur con qualche kg sopra il proprio peso forma, ha quel fuoco dentro che mischiato alla tecnica vale più di cinquecento metri percorsi alla fine della partita o al momento della sostituzione. De Laurentiis ha sempre quel piccolo enorme problema: Diawara è fortissimo, farà strada, ma poi andrà a giocare al Bayern Monaco. Milik se dovesse diventare un nuovo Ibrahimovic poi finirà al Real Madrid. E i soldi? Investiti in altre plusvalenze. Managerialmente è una grane idea, investire ogni anno per poi avere i frutti in poco tempo. Sportivamente è bello giocare ma poi vincono i campioni, a meno che non ti chiami Leicester e imbrocchi l'annata fortunata. Realisticamente una ogni vent'anni, in Italia di più (basti vedere chi ha vinto il torneo dalla Sampdoria in poi).

Il ruolo di noi giornalisti è ingrato. Quello di volere piacere ai tifosi lo è ancora di più. Voler essere contro è l'errore più grande, perché in alcuni meccanismi vorresti pure tifare contro, ben sapendo che la sommatoria è zero. Insomma, quando uno scrive vuole avere sempre ragione, vuole raggiungere un certo pulpito che è poi difficile da scollinare. Il problema è però avere solo un punto di vista, rimanere con quello quando i segni dell'Universo sono totalmente contrari. In questo senso de Boer sta facendo il giornalista che, per amore di linea editoriale (e di portafogli), continua nella sua strada diritta, mentre l'editore lo conferma a parole ma lavora per silurarlo. Insomma, l'allenatore dell'Inter è un novello Amatore Sciesa che tenta di sacrificarsi per il bene comune. Il Tiremm Innanz di meneghina memoria non fa scordare che de Boer è su una panchina a orologeria, può saltare oggi, domani oppure fra un mese, ma solo un cumulo di vittorie alla Allegri (la scorsa annata pure lui era sulla graticola dopo le prime gare) potrebbe riportare quella fiducia in lui che ora appare perduta. Soprattutto quando si presenta da solo in conferenza stampa.

C'è poi il Milan che vince con la Juve, benino, e perde con il Genoa, malissimo. Capita quando la squadra ha sì grinta e un ottimo allenatore, ma è ancora un lungodegente che sta cercando di tirarsi fuori da una buca. Ce la farà, perché Montella è davvero un tecnico coi controfiocchi, ma non senza grossi problemi. Inutile dire che la situazione societaria sia qualcosa di paradossale. Al Milan comanda Fassone, poi MIrabelli, forse Galliani - lascerà Fininvest e il Milan per la Lega? - poi Berlusconi, poi mr Bee, i cinesi oppure Godzilla. Parliamo a iperbole perché sarebbe bello riuscire a capire quale sarà la scelta dei nuovi proprietari rossoneri per il mercato, per la gestione della squadra e via discorrendo: saremo ai livelli del Malaga o del Manchester City?

Chiuderei con chi è capocannoniere, di buon grado, della Serie A. Edin Dzeko assomiglia a Hernan Crespo, non tecnicamente, bensì come approccio alla Serie A. Il bosniaco ci ha impiegato un pochino, circa un anno, per riuscire a cambiare l'approccio e la propria media realizzativa. L'argentino ha rischiato più volte di naufragare nel mare della A, aiutato solamente da Carlo Ancelotti. A un certo punto ha incominciato a segnare per non fermarsi più. Ed è probabile che succeda così anche per il granatiere ex Wolfsburg, pur con caratteristiche diverse. E la Roma, per essere la vera anti Juve, ha bisogno di veri campioni.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa 14.05 - È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.