VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Ecco chi è il vero Re del mercato di gennaio. Samp, sicuri che sia più debole? Milan fermo per 'colpa' di Luiz Adriano. Fiorentina: strategia assurda per il difensore mentre l'Empoli non sbaglia un colpo.

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista e vicedirettore di Firenzeviola.it.
31.01.2016 10:19 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 117105 volte
© foto di Image Sport

E' stato, sinora, un mercato strano. Di quelli dove incontri la tua ragazza dei tuoi sogni, la inviti a cena e dice pure di sì. Sicché pare l'inizio di una favola, ma arrivati al dunque peschi il due di picche. Ecco. Benvenuti nel mercato di gennaio. Dove tanto tuonò che non piovve, o almeno caddero poche e sparute gocce. Le grandi parevano pronte a spendere fior di milioni ma invece, dulcis in fundo, nessun colpo da strapparsi i capelli.
Piccola nota: chi scrive non lo fa per piaggeria, perché se i rapporti con molti sono cordiali, di lavoro, finanche d'amicizia, con Tullio Tinti, Manuel Montipò e Fausto Pari non intercorrono personalmente rapporti diretti. Però a Cesare, o a Tullio nel caso, quel che è di Tullio. Se c'è un vero Re della sessione invernale, è senza dubbio lui, il suo team di lavoro. Eder dalla Sampdoria all'Inter (sì, ci siamo pure presi gli strali per l'oramai famosa cena con Soriano a Milano). Andrea Ranocchia dall'Inter alla Sampdoria. Alberto Paloschi dal Chievo Verona allo Swansea. Jacopo Sala dall'Hellas Verona alla Sampdoria. Affari importanti e pesanti, ai quali ne vanno aggiunti molti altri, e ne citiamo solo quattro per far copertina, che spiegano di come gran parte delle trattative in questa sessione siano state da lui e loro seguite direttamente. Ad inizio mercato è pure quasi riuscito nel miracolo di riportare Andrea Pirlo in Italia, dopo le richieste dell'Inter, ed anche a far ritornare Giampaolo Pazzini al Doria, ipotesi alla quale però Ferrero & co hanno preferito Fabio Quagliarella con l'avvocato Giuseppe Bozzo.
Giusto, la Sampdoria. Parliamone, perché forse i giudizi ed i pareri sono contrastanti dopo la partenza di Eder ed il quasi addio di Roberto Soriano, che avverrà però in estate. Ma si è davvero indebolita la formazione di Vincenzo Montella? Quagliarella è un giocatore che avrebbero voluto in tanti, ci aveva pensato pure la Fiorentina, prima di puntare Mauro Zarate. Dietro son partiti sì Ervin Zukanovic e Vasco Regini, ma è arrivato Andrea Ranocchia che sulla carta ha la fame di chi cerca riscatto dopo mesi bui. Insomma, uniamo pure il colpo Ricardo Alvarez, quello Dodò e Jacopo Sala (peraltro con Pedro Pereira che a Verona, in A, avrà modo di farsi le ossa ancor di più), e non pare un quadro certo disastroso. Sì, è andato via Eder, è vero, miglior bomber blucerchiato. Ma la rosa c'è tutta, e pare addirittura migliorata.
Due parentesi milanesi, adesso. La situazione del Milan è chiara: Silvio Berlusconi ha già speso in estate, per gennaio ha deciso di chiudere i rubinetti. Avrebbe semmai garantito la possibilità di reinvestire i soldi della cessione di Luiz Adriano su un centrocampista o su un altro attaccante, ma che colpa hanno Adriano Galliani e Rocco Maiorino, se alla signora della punta brasiliana, non piaceva la Cina dopo l'esperienza Ucraina? Magari poteva pensarci prima di partire. Magari poteva pensarci prima di creare un grosso problema al Milan, che adesso non può fare innesti (a meno di una cessione del brasiliano last minute) e deve pure sfoltire con altri nomi. Nigel de Jong andrà negli Stati Uniti, forse anche Antonio Nocerino ed occhio che Philippe Mexes non torni nome buono per la Fiorentina. Però, così, è francamente complicata.
L'Inter, ha preso Eder ed ora prenderà probabilmente un difensore di riserva (Rolando o Leo Lacroix del Sion, che non ha convinto il Napoli) ma ancora non ha preso quel che le manca. Un regista. Ever Banega, per esempio, è un giocatore che la Juventus avrebbe preso per tappare ora la falla in cabina di regia, ma non lo riteneva giocatore attorno a cui costruire un progetto. L'Inter, pare di sì, visto che sarà nerazzurro a giugno. Roberto Mancini, però, si chiarisca le idee: scelga un nucleo definitivo di giocatori e su quello e con quello riparta, senza costringere Piero Ausilio ad un faticoso e complicato gioco delle figurine. Stevan Jovetic, che adesso non gioca dopo esser stato sogno d'estate, ne è la fotografia.
Chiosa con un po' di considerazioni in pillole dalla Toscana. Quella della Fiorentina è una telenovela dell'assurdo: Lisandro Lopez preso anzi no. Emmanuel Mammana preso anzi no. Adesso? Adesso, su qualsiasi obiettivo la Fiorentina decida d'andare per un ruolo, quello di difensore, che doveva essere coperto subito, si vedrà fare richieste alte, se non folli, da chiunque. Giusto che faccia così il venditore, pazzesco che al 31 gennaio la Viola non abbia un rinforzo nel reparto. Paulo Sousa, che in conferenza stampa è filosofo non scevro di stoccate, lo ha fatto già intendere al club. Che bravo l'Empoli: che valorizza i suoi gioielli e che li vende a peso d'oro. Auguri a Federico Barba (bravo ragazzo e bravo calciatore) per l'avventura allo Stoccarda, per il resto Marcello Carli ed il presidente Fabrizio Corsi non hanno virato dalla loro filosofia. Forti di rapporti saldi e solidi, hanno rinnovato contratti importantissimi. In modo da vendere i gioielli in estate a caro prezzo. E per poterne scoprire altri con estrema serenità. Un gennaio, per adesso, con tanti bei colpi ma senza il botto. A meno che quella ragazza dei sogni, non decida all'improvviso di dire di sì.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato 23.07 - Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.