VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Editoriale

Futuro Pioli e Montella, decide il Derby Made in China… Napoli-Ibra, si può fare! Roma, rebus tecnico! Wenger, che tristezza…

12.04.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 16631 volte
© foto di Federico De Luca

Signori e Signore, non potete mancare… Sabato, in quel di San Siro, si celebrerà il primo, storico, Derby Made in China. No, niente di tarocco o fasullo… Inter e Milan non appartengono più a proprietà italiane, ora sono nelle mani dei cinesi… Per chi vive di nostalgia, una freccia dritta al cuore. Per chi guarda al presente, l’unico modo per provare, sottolineo provare, a rilanciare due club che, per il blasone e la storia, non possono lottare per un posto in Europa League… Ecco, l’Europa League. Sabato, di fatto, c’è in palio proprio l’accesso alla “coppa europea minore”. In effetti non è molto ma, attenzione, c’è ben altro in gioco nel Derby cinese all’ora di pranzo… I cinesi a tinte nerazzurre ci tengono a vincere il Derby per il bene del marchio Inter nel mondo (e in Cina soprattutto). I nuovi cinesi rossoneri vogliono portarsi a casa il Derby per lo stesso motivo, ossia per presentare al meglio il brand Milan nel mondo (e in Cina soprattutto). Ma non è tutto. Il futuro di Pioli e Montella passa dalla stracittadina… Il buon Stefano (Pioli) si è giocato la riconferma a Crotone ma ha ancora una chance: dovesse stravincere col Milan, tipo con un secco 5-0 o un roboante 6-1, il Suning potrebbe tornare sui propri passi e dargli una possibilità anche per la prossima stagione… Montella non deve stravincere ma non può permettersi il lusso di perdere. Ha due risultati su tre (il pari andrebbe più che bene) ed è già qualcosa… Ma c’è un favorito in questa sfida? No, assolutamente… Ognuna delle due squadre ha tanti pregi ma molti difetti. Chi avrà più fame (e più voglia di stupire la proprietà) avrà la meglio… Un fatto è certo… Sarà un Derby storico, da non mancare per nulla al mondo. I cinesi ci tengono tantissimo, forse più dei tifosi che sono già rivolti, col pensiero, alla prossima stagione…
Ecco, prossima stagione… Che abbia un debole per Ibra è fatto risaputo, che possa tornare in Italia una notizia reale. Il buon Zlatan si sta stancando di non essere protagonista allo United. Troppo molli i suoi compagni, troppo “tranquillo” l’ambiente. Anche Mourinho non è più lo stesso. Bene, le offerte per cambiare aria non mancano. C’è la MLS, pure la Cina e altre 10 squadre. E se andasse al Napoli? Lui adora essere al centro dell’attenzione, avere un popolo da guidare… Pensate il San Paolo con Ibra al centro del campo a fomentarlo… Da brividi! Certo, guadagna tanti soldi, eppure la tentazione c’è. Dopo Higuain, il figliol prodigo che ha tradito, ecco Ibra, il Salvatore… Da sogno! Unico problema: per avere Ibra, probabilmente di dovrà cedere un big (Koulibaly?)… L’importante è che non parta Mertens…
Partirà, invece, sicuramente Spalletti. Dette troppe parole, difficile pensare ad un “cambio di rotta”, anche se dovesse arrivare il secondo posto. Il duo Monchi-Emery intriga, tuttavia qualche dubbio sull’attuale tecnico del PSG lo nutro. Non è per l’eliminazione dalla Champions ma per il fatto che, in Francia, non sia mai riuscito ad entusiasmare. Che a Siviglia ci fossero le condizioni giuste per fare bene? Forse… Il nome giusto per la panchina della Roma? Montella. Possibile? Sì, soprattutto se l’Aeroplanino dovesse perdere il Derby cinese…
Chiudo con Wenger. Sempre detto a chiare lettere: allenatore sopravvalutato. Se l’Arsenal fosse una società italiana, sarebbe stato esonerato anni fa. Non capisco la sua ostinazione a non farsi da parte. I Gunners sono inguardabili, è chiaro che la tifoseria non lo sopporta più e, mia idea, anche ai giocatori farebbe bene un ribaltone tecnico. Eppure, il buon Wenger se ne sta, tranquillo e rilassato, al suo posto!!! Anzi, si parla anche di lui come muovo allenatore del PSG… Forse mi sfugge qualcosa. Ricordo che, in 21 anni (21, non quattro o cinque), ha vinto tre titoli della Premier (l’ultimo nel 2003/04) e nessun titolo europeo, manco la coppa del nonno… Ancelotti, tanto per capirci, in 21 anni di carriera (nel 1996 era alla guida del Parma) ha vinto tre volte la Champions League e i titoli nazionali in Italia, Francia, Inghilterra e sta per trionfare anche in Germania. E mi fermo qui…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve-Napoli, ecco come giocheranno. Sui bianconeri le maggiori pressioni. Dybala è il dubbio. Pjanic recupera. Milik in vantaggio su Mertens. Restare o andar via? Il futuro di Allegri e Sarri passa da questo scudetto. Italia, Mancini CT 20.04 - Hai nove punti di vantaggio, praticamente già vinto lo scudetto e pochi minuti dopo scopri che quei punti si riducono a quattro e ritorna tutto in discussione. Non deve essere simpatico. Non è un momento semplice per la Juve alla vigilia dello scontro diretto col Napoli, pochi giorni...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juventus-Napoli, sfida totale. Un finale di campionato elettrizzante… 19.04 - Un finale di campionato così è letteralmente da sogno. Per tutti i tifosi, di tutti i colori. Perché vivere un duello così bello, così intenso, con così tanti colpi di scena concentrati in pochi minuti o in poche giornate. Lo scontro diretto è ormai alle porte e viverlo con queste...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

I dolori del giovane Andrea Agnelli: se gli obiettivi futuri della Juventus valgono davvero questo danno d'immagine, per il club stesso, e per Gigi Buffon. Gravissima l'accusa di malafede a Collina 18.04 - È passato tutto in cavalleria. No, non di certo le parole di Buffon o di qualcun altro. Le uscite dei giocatori hanno fatto molto clamore, anche se qua in Italia si è trattato solo di rumore, mentre all'estero è stato disgusto e condanna, in un tragico giro del mondo che ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la corte a Marotta e il futuro di Allegri. Milan: il piano di Gattuso per la prossima stagione (e Donnarumma?). Inter: quanti processi senza senso. E a Buffon il 432esimo consiglio non richiesto 17.04 - A Milano è iniziata la Settimana del Mobile. Alla Settimana del Mobile è difficilissimo trovare dei mobili e la cosa, converrete, è molto curiosa. Molto più facile trovare gente di merda. Di quella sono piene le vie. Sembra che tutti vadano nelle feste esclusive, fanno a gara a dirtelo,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Ecco perché Buffon va assolto. Il suicidio della Lazio senza un perché. L'Inter senza Icardi ha un problema. Empoli verso la A: bastava esonerare Vivarini 16.04 - Ci siamo lasciati alle spalle la settimana europea più folle di sempre per il calcio italiano. Istanbul a parte, una roba del genere non l'avevamo mai vista. Nel bene (la Roma) e nel male (la Lazio). E la Juve è bene o male? Vi starete chiedendo. Assolutamente nel bene. La Juventus...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il problema non è il contatto Benatia-Vazquez, il problema è tutto il resto: Ceferin faccia subito un passo indietro. La UEFA ha due scuse, ma non bastano per giustificare questo atteggiamento: ha ragione Gattuso 15.04 - Andò peggio, molto peggio, un anno fa. Erano sempre i quarti di finale di Champions League, c'era sempre il Real Madrid, ma i blancos al Bernabeu non avevano di fronte la Juventus, bensì il Bayern Monaco, sconfitto 2-1 all'andata. I bavaresi, allora guidati da Carlo Ancelotti, nei...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Juve, il sogno è sempre Isco, c’è anche Bernat per la fascia sinistra. Sarri pensa solo al campionato, il futuro a fine aprile. Chelsea e Monaco alla finestra. L’Inter torna forte su Verdi 14.04 - L’eliminazione in Champions League non cambia i piani. Marotta è stato chiaro. La Juventus aumenterà la sua qualità con un mix tra giovani e giocatori più esperti. E anche qualche sogno. Uno di questi è Isco. Il corteggiamento parte da lontano. Sono due anni, che i bianconeri sondano...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon non può chiudere così, deve chiedere scusa. Collina e gli arbitri inadeguati. Il Var in Champions. Juve fantastica senza Dybala si è buttata via all’andata 13.04 - Dalla notte di Madrid in poi ne abbiamo viste e sentite di cotte e di crude, tanto per usare una vecchia espressione degli anni cinquanta che forse oggi è cara soltanto a Masterchef. IL RIGORE – Vista e rivista l’azione, anche a mente fredda, 24 ore dopo, sinceramente non so se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le lezioni di Juve e Roma: a tutti. Sarri e il suo sogno e i prestiti “vietati” 12.04 - È una beffa. Forse la peggiore. Un rigore, di cui discuteremo anche a lungo, nel tempo di recupero, con addirittura l’espulsione di Buffon, raramente visto così arrabbiato. La Juventus stava raddoppiando l’impresa della Roma, e sarebbe stato duro dover scegliere quale sarebbe stato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La rifondazione della Juventus: è davvero possibile? E dove? Ecco quello di cui ha bisogno per crescere. Ma servono molti soldi, sicuri che questo non sia il massimo in Europa? 11.04 - Si fa presto a dire rivoluzione juventina. Le macerie (solo europee, va detto) lasciate dagli attacchi aerei di Cristiano Ronaldo hanno stappato le discussioni sulla rifondazione a Vinovo. Gente che va, gente che viene, progetti che cambiano. Ora, francamente sembra altamente impraticabile...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.