HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Editoriale

Gattuso in bilico: sei punti o Gazidis ha già scelto Wenger. Marotta e i campioni per l'Inter di Spalletti ma Zhang vuole l'inversione di marcia. Juve, è già futuro: uscite importanti per un'altra estate da sogno

Nato a Firenze nel 1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Speaker di RMC SPORT, ha lavorato anche a Radio Sportiva ed è stato firma de Il Messaggero e de La Nazione.
23.12.2018 07:42 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 48154 volte

Il Milan, fantasma di una squadra con ambizioni e costruzioni, è a un bivio. Scegliere e decidere quel che diventare, scegliere e decidere chi sarà la sua guida tecnica. I propri capisaldi. I giocatori da cui e con cui ripartire. Il lavoro di Gennaro Gattuso è ben più che sotto osservazione: dalla pancia di San Siro arrivano voci ben chiare e distinte. L'allenatore è a rischio, le gare contro Frosinone e SPAL saranno decisive ma con una specifica. La proprietà e la dirigenza hanno fatto capire che non solo il Milan dovrà vincere ma pure convincere. L'emergenza infortuni non può essere un'attenuante, non doveva esserlo ieri contro la Fiorentina e motivo in più contro ciociari ed estensi.

Gazidis sceglie Wenger L'arrivo di Ivan Gazidis a Milano non ha solo l'obiettivo di rimpinguare i conti, creare un progetto futuro, solido, costante, vincente. L'ex dirigente dell'Arsenal vorrebbe, e oggi pure potrebbe, portare con sè da Londra Monsieur Arsene Wenger. L'alsaziano avrebbe già fatto sapere al CEO rossonero che da parte sua ci sarebbe una disponibilità di massima a sposare il progetto di Elliott, con la garanzia di poter lavorare fianco a fianco con Gazidis. Wenger, è noto, vorrebbe anche garanzie sul mercato, sulle decisioni e sui giocatori da scegliere. Lo faceva a Londra, è una conditio sine qua non anche per la prossima piazza dove andrà ad allenare. Wenger ha detto no al Fulham, aspetta il Milan e per evitarne l'ombra, Gattuso dovrà vincere contro il Frosinone. E convincere. Poi contro la SPAL. E convincere. Perché già in caso di primo inciampo, potrebbe saltare, altrimenti sarà valutato dopo la seconda partita.

L'annuncio di Marotta e il futuro con Spalletti "Durante la sessione estiva lavoreremo sulla qualità della rosa con innesti importanti". Giuseppe Marotta è stato chiaro. Lavorerà per portare, insieme a Piero Ausilio, campioni importanti all'Inter. Di Luciano Spalletti. Quel che rimbalza dalle stanze del club nerazzurro è un messaggio chiaro: le voci su José Mourinho vengono prontamente fugate e allontanate. Il ritorno, lo Special One potrebbe farlo, sì, ma solo a Madrid dove è delle ultime ore anche una chiamata con Florentino Perez. Contatti amichevoli, sì, ma quando in ballo c'è il portoghese, c'è molto di più. L'Inter invece ha scelto sulla sua strada, la cavalca e non la molla. A gennaio, in questo mercato extralarge come un tempo, che faranno i nerazzurri? Sarà l'ultima sessione coi fari puntati del FFP, dopo che la società è riuscita a tornare sui binari virtuosi di un bilancio in ordine. L'Inter sta cercando un centrocampista capace di giocare nei due e nei tre. Per non mollare la sua strada, s'intende, ma già dalla serata di ieri il messaggio fatto arrivare da Steven Zhang e da Suning a Spalletti è: vicinanza totale ma l'urgenza, da subito, di invertire il trend. Senza possibilità di sbagliare ancora, per non stravolgere piani che la dirigenza ha già disegnato.

Juve, è già futuro. Con partenze importanti La Juventus, intanto, viaggia già nel futuro. Può permetterselo, grazie alla classifica, grazie allo Stadium, grazie alla rinnovata sponsorship con Adidas. Non sarà un gennaio di grandi attività, a meno che non cada dal cielo l'occasione Paul Pogba. La Juventus vuole far cassa, però. Per piazzare altri innesti top: i nomi sono quelli di Romelu Lukaku, di Isco, di Marco Asensio, di Matthijs de Ligt. Dello stesso Polpo. Dell'irraggiungibile sogno, che Andrea Agnelli ha confessato ai suoi dirigenti, chiamato Kylian Mbappé. Di giocatori capaci di far fare ulteriori salti di qualità alla rosa ma per toccarli con mano come con Cristiano Ronaldo, urgerà anche cedere per questioni di bilancio. Fabio Paratici è già al lavoro, il nome eccellente potrebbe essere quello di Paulo Dybala per il quale il Bayern Monaco si è già mosso ma occhio agli scenari che ci saranno in casa Manchester United. Poi chi tornerà dai prestiti o chi è destinato alla cessione, dal brasiliano Rogerio a Mehdi Benatia, senza scordare i soldi che arriveranno per Gonzalo Higuain e magari da altri ora in prestito come Emil Audero.

Piatek, la rivelazione dell'anno. L'uomo mercato futuro Krzysztof Piatek è senza dubbio il talento che ha stupito l'Italia e l'Europa, in questo inizio di stagione. Che è già un giro di boa, un mare che il polacco ha percorso a suon di gol e bracciate. Di fumanti colpi di pistola verso le reti avversarie, di un titolo di pichichi conteso e inatteso. Di un futuro da predestinato, di un domani in una grande squadra. Un'idea di mercato nata nel mercato globale, a Ibiza, perché gli alberghi e gli uffici sono stretti in questo universo delle trattative moderno. E l'ultima spiaggia è quella degli avversari che se lo trovano davanti, oggi con la maglia del Genoa, domani chissà. Enrico Preziosi vuole tenerselo stretto a gennaio, la lista delle pretendenti aumenta a ogni latitudine, dopo ogni gol, dopo ogni esultanza. Inevitabile".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Inter, Politano sarà riscattato, c’è anche l’idea Bergwjin. Roma, per la panchina il favorito è Sarri. Senza Champions Under e Manolas potrebbero partire. Napoli, riflettori accesi su Lazzari, ma piace anche Lazaro dell’Hertha Berlino 23.03 - La sosta ci riporta inevitabilmente a parlare di mercato. Le grandi manovre stanno cominciando. L’Inter ha in mente di fare molte operazioni. È chiaro che tanto dipenderà anche dalle uscite. In attacco Politano verrà sicuramente riscattato dal Sassuolo. Perisic potrebbe invece partire....

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

La Juve prova il grande colpo: Salah in cambio di Dybala. Paratici ha in mano Chiesa e Zaniolo. Una cena col romanista. Marotta punta Andrè Gomes. Icardi accordo per l’addio. Veretout al Napoli 22.03 - In Inghilterra svelano una nuova, clamorosa pista del mercato della Juventus: i bianconeri hanno offerto Dybala al Liverpool per avere Salah. L’indiscrezione è forte, ma anche consistente e ci conferma che l’estate prossima la Juventus farà grandi cose, soprattutto ha in cantiere...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Icardi-Inter: telenovela finita? E un altro cambio in panchina: le difficoltà di un progetto 21.03 - Potremmo essere arrivati alla fine. Sicuramente alla fine delle cure. Icardi scende dal lettino delle cure fisioterapiche al ginocchio (day35) e dovrebbe essere guarito. Si allenerà con il gruppo, salvo sorprese. Si allenerà in realtà con quello che rimane del gruppo visto che molti...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Dybala ha detto no all’Inter! Ecco i dettagli. La Juventus può perderlo, ma ecco le squadre in Premier per Paulo. Real Madrid insiste per Icardi, e venerdì è lcardi-day: quello che succederà, da cui dipende il futuro 20.03 - Essere interista non è mai normale, come recita lo stesso inno nerazzurro. E così può capitare che al giovedì ti umilino in casa in Europa League, e poi alla domenica tu giochi uno dei derby più gagliardi degli ultimi anni e in una delle condizioni più difficili. Allo stesso modo,...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve vs. Uefa: la decisone su Ronaldo (e quella già presa a prescindere). Inter: i 5 segreti di una battaglia vinta col cuore (e l'incontro pre-derby di Icardi). Milan: su Gattuso il solito banco degli imputati (con un’incredibile compagnia) 19.03 - Complimenti per la trasmissione. La differenza tra la pausa per la nazionale e la pausa per la nazionale dopo una vittoria è che ti rompi le balle lo stesso, ma con una bella faccia di tolla stampata sul volto. Il qui scrivente c’ha la faccia di tolla, perché temeva di essere suonato...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Le scuse ad Allegri e le scuse di Spalletti: trova la differenza. Napoli, la strada per essere grande si fa in salita. Bologna, Sinisa ha smontato la testa. Gravina-Brunelli-De Siervo, asse contro Di Maio che vuole far perdere al calcio 2 miliardi 18.03 - La Toscana non è uguale in tutte le sue città. Firenze non è Livorno, Siena non è Pisa e Forte dei Marmi non è Grosseto. Ognuna di queste ha le sue bellezze. Anche i toscani sono diversi tra di loro. Ci sono quelli simpatici che fanno ridere e quelli che vogliono fare i simpatici...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il Mondo capovolto: la Juve clamorosamente tra le grandi favorite Champions. Ajax, talenti e delusioni cocenti. Messi o Cristiano Ronaldo? Lo scontro possibile e il derby di oggi. Tutto di un altro pianeta 17.03 - Adesso che il cerchio si stringe, su Tuttomercatoweb.com abbiamo aperto il sondaggio che di per se ha poco d'originale, tanto di banale ma che ha il gran dubbio della risposta finale. "Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?". Otto opzioni, di fatto i lettori ne stanno votando,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli: Insigne, Koulibaly e Allan restano. Per il centrocampo c’è Fornals, in attacco Lozano prima scelta. Per il futuro di Allegri bisogna aspettare ancora, Conte e Deschamps nomi da monitorare. Il Real ripensa a Milinkovic Savic 16.03 - I motori si stanno scaldando. La Primavera in arrivo sta accendendo il mercato. Il Napoli è sempre molto attivo. Ancelotti e la società sono convinti di poter crescere ancora e per questo l’obiettivo è tenere tutti i big. Non c’è alcuna volontà di prendere in considerazione offerte...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter fuori dall’Europa paga caro il caso-Icardi. Un capitano vero avrebbe giocato. Zhang furioso lo vuole sul mercato. Derby ad alto rischio. Spalletti via, Conte ha chiesto tempo. Il caso Mourinho. 15.03 - L’Europa League era uno degli obiettivi stagionali, ora per non fallire completamente la stagione, all’Inter non resta che la caccia alla Champions, con il Derby alle porte, in un momento complicatissimo. Questa situazione drammatica è il frutto amaro del caso Icardi che da oltre...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Una Champions da sballo e il dominio inglese. L’orgoglio italiano di Napoli e Inter e la rivoluzione in casa Real 14.03 - Ora abbiamo le favolose 8 d’Europa. E nei giorni in cui si discute tantissimo della Brexit, le squadre della Premier danno un chiaro indirizzo: in Champions vogliono dettare loro la legge. L’ultima volta che si era verificato un evento del genere era esattamente 10 anni fa: Arsenal,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510