HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Editoriale

Higuain-Milan, questo matrimonio si deve fare. Le altre cessioni della Juventus. Inter: arriva Modric o esce Perisic? La Roma non può perdere N’Zonzi. De Laurentiis e il Bari si consolano

01.08.2018 00:00 di Tancredi Palmeri  Twitter:    articolo letto 55570 volte

Uno scoglio di 4 milioni e mezzo di € non può arginare il mare di 144 ore di trattativa tra Juventus e Milan per muovere tutto il giro di Higuain, Bonucci e Caldara. Non si fanno trattative per un totale di 135 milioni di € di cartellino per poi arenarsi su 4 milioni e mezzo. Che per carità sono 4 milioni e mezzo, e dunque si negozierà maledettamente, ma andrà come deve andare.
E non fatevi sviare dalle parole di Marotta, che sulla conclusione di Higuain al Milan ha detto: “Mica tanto”. Marotta non è là per simpatia: è là perché sa far quadrare i conti, e per un tavolo di trattativa di 4 milioni e mezzo vale tutto, anche le bugie più grosse.
Finirà come deve finire, se la Juve sarà formidabile non scucirà un centesimo, sennò nella normalità si chiuderà a un paio di milioni di buonuscita.
Andrà come deve andare, per due motivi:
1) Pensate al Milan, dov’era 15 giorni fa: fuori dall’Europa, senza sapere quanti soldi avesse in tasca, e pensate a dov’è adesso, con Higuain e Caldara a prezzo modico. Davvero complimenti a Leonardo.
2) Ma soprattutto la Juventus ha bisogno di dare via Higuain, e ha bisogno di dare via Caldara: sono soldi che entrano, è uno stipendio pesante che si libera, ed è una plusvalenza secca che Caldara porta in dote. E non è che di questa ci sia un bisogno: no, c’è assoluta necessità.

Perché era a dir poco infantile che qualcuno si illudesse che l’acquisto di Cristiano Ronaldo fosse indolore: sì, eleva il fatturato, e lo eleverà ancora di più. Ma tempo al tempo, Cristiano non si ripaga da solo immediatamente, e non con uno stipendio del valore totale di 60 milioni. Alla Juve manca ancora molto, moltissimo per rientrare nei paletti. Almeno un’altra cessione eccellente è necessaria se non si vuole rischiare grosso con il fair play, o sennò un paio di cessioni ottime. Perché i famigerati 55 milioni del Chelsea per Rugani ancora non si sono visti, e parenti volatili sono i 20 milioni per Sturaro. Poi la dirigenza è una garanzia, perché nel gioco dei numeri riesce a infilarti Bonucci titolare, però se vengono spesi così tanti giorni per questa trattativa nonostante ne manchino solo 17 alla fine del mercato, vuol dire che c’è una dannata necessità di far quadrare i conti.

Nel frattempo sbiella il mondo Inter per la notizia dei contatti con Modric. E’ vero che anche Juventus-Cristiano Ronaldo era fantacalcio, ma qua mancano così tante basi logiche e economiche che sembra davvero un tentativo per farsi dire di no (o magari per prendersi un applauso a gratis).
Qui lo dico e non lo nego: se mi sbaglierò sulla concretezza di questa trattativa, se veramente arriverà Modric, pagherò pegno con una penitenza proposta dai lettori.
Piuttosto: il mercato della Premier chiude tra soli 8 giorni, e il grande amore Mourinho può essere la grande fregatura per l’Inter. Mourinho continua a insistere per due acquisti, il tempo stringe, la posizione dove il Manchester United cerca uomini è proprio sull’offensiva destra. E last but not least, il Manchester United è clamorosamente famoso per i panic buying dell’ultimissimo minuto, gli acquisti sul filo di lana magari a prezzi esorbitanti. Riuscirebbe l’Inter a respingere un assalto da 70 milioni o più per Perisic? Occhio alle uscite prima delle entrate…

Se a Milano il dt Ausilio magari si prenderà applausi facili per Modric, a Roma invece Monchi deve tornare in cima dopo lo smacco Malcom. Il suo lavoro non si discute, ma quello che è successo brucia a tutti, tecnicamente e moralmente.
Anche per questo la Roma non può perdere N’Zonzi, oltre al fatto che un regista granitico in mezzo serve come il pane. L’accordo con il giocatore c’è; con il Siviglia ballano circa 7 milioni di differenza. Una seconda défaillance sarebbe un pessimo messaggio all’ambiente.

Nel frattempo a Napoli tutto tace. Tranne De Laurentiis, verrebbe da dire. Se si tergiversa su Ochoa e Arias, non è per niente un buon segno. Ha preso il Bari nel frattempo il presidentissimo napoletano.
Per il Bari la cosa migliore sarebbe stata l’investimento di Andrea Radrizzani: ma istituzioni e vecchi proprietari l’hanno fatto scappare. E allora bisogna consolarsi con quello che c’è.
Tra le 11 proposte rimaste - alcune davvero ridicole - le più serie erano quelle di De Laurentiis e Lotito. In questa maniera, c’è un percorso aperto verso la Serie B. Certo, oltre non si sale. Ma visto dove è sceso il Bari, va bene anche così.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Inter, Politano sarà riscattato, c’è anche l’idea Bergwjin. Roma, per la panchina il favorito è Sarri. Senza Champions Under e Manolas potrebbero partire. Napoli, riflettori accesi su Lazzari, ma piace anche Lazaro dell’Hertha Berlino 23.03 - La sosta ci riporta inevitabilmente a parlare di mercato. Le grandi manovre stanno cominciando. L’Inter ha in mente di fare molte operazioni. È chiaro che tanto dipenderà anche dalle uscite. In attacco Politano verrà sicuramente riscattato dal Sassuolo. Perisic potrebbe invece partire....

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

La Juve prova il grande colpo: Salah in cambio di Dybala. Paratici ha in mano Chiesa e Zaniolo. Una cena col romanista. Marotta punta Andrè Gomes. Icardi accordo per l’addio. Veretout al Napoli 22.03 - In Inghilterra svelano una nuova, clamorosa pista del mercato della Juventus: i bianconeri hanno offerto Dybala al Liverpool per avere Salah. L’indiscrezione è forte, ma anche consistente e ci conferma che l’estate prossima la Juventus farà grandi cose, soprattutto ha in cantiere...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Icardi-Inter: telenovela finita? E un altro cambio in panchina: le difficoltà di un progetto 21.03 - Potremmo essere arrivati alla fine. Sicuramente alla fine delle cure. Icardi scende dal lettino delle cure fisioterapiche al ginocchio (day35) e dovrebbe essere guarito. Si allenerà con il gruppo, salvo sorprese. Si allenerà in realtà con quello che rimane del gruppo visto che molti...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Dybala ha detto no all’Inter! Ecco i dettagli. La Juventus può perderlo, ma ecco le squadre in Premier per Paulo. Real Madrid insiste per Icardi, e venerdì è lcardi-day: quello che succederà, da cui dipende il futuro 20.03 - Essere interista non è mai normale, come recita lo stesso inno nerazzurro. E così può capitare che al giovedì ti umilino in casa in Europa League, e poi alla domenica tu giochi uno dei derby più gagliardi degli ultimi anni e in una delle condizioni più difficili. Allo stesso modo,...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve vs. Uefa: la decisone su Ronaldo (e quella già presa a prescindere). Inter: i 5 segreti di una battaglia vinta col cuore (e l'incontro pre-derby di Icardi). Milan: su Gattuso il solito banco degli imputati (con un’incredibile compagnia) 19.03 - Complimenti per la trasmissione. La differenza tra la pausa per la nazionale e la pausa per la nazionale dopo una vittoria è che ti rompi le balle lo stesso, ma con una bella faccia di tolla stampata sul volto. Il qui scrivente c’ha la faccia di tolla, perché temeva di essere suonato...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Le scuse ad Allegri e le scuse di Spalletti: trova la differenza. Napoli, la strada per essere grande si fa in salita. Bologna, Sinisa ha smontato la testa. Gravina-Brunelli-De Siervo, asse contro Di Maio che vuole far perdere al calcio 2 miliardi 18.03 - La Toscana non è uguale in tutte le sue città. Firenze non è Livorno, Siena non è Pisa e Forte dei Marmi non è Grosseto. Ognuna di queste ha le sue bellezze. Anche i toscani sono diversi tra di loro. Ci sono quelli simpatici che fanno ridere e quelli che vogliono fare i simpatici...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il Mondo capovolto: la Juve clamorosamente tra le grandi favorite Champions. Ajax, talenti e delusioni cocenti. Messi o Cristiano Ronaldo? Lo scontro possibile e il derby di oggi. Tutto di un altro pianeta 17.03 - Adesso che il cerchio si stringe, su Tuttomercatoweb.com abbiamo aperto il sondaggio che di per se ha poco d'originale, tanto di banale ma che ha il gran dubbio della risposta finale. "Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?". Otto opzioni, di fatto i lettori ne stanno votando,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli: Insigne, Koulibaly e Allan restano. Per il centrocampo c’è Fornals, in attacco Lozano prima scelta. Per il futuro di Allegri bisogna aspettare ancora, Conte e Deschamps nomi da monitorare. Il Real ripensa a Milinkovic Savic 16.03 - I motori si stanno scaldando. La Primavera in arrivo sta accendendo il mercato. Il Napoli è sempre molto attivo. Ancelotti e la società sono convinti di poter crescere ancora e per questo l’obiettivo è tenere tutti i big. Non c’è alcuna volontà di prendere in considerazione offerte...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter fuori dall’Europa paga caro il caso-Icardi. Un capitano vero avrebbe giocato. Zhang furioso lo vuole sul mercato. Derby ad alto rischio. Spalletti via, Conte ha chiesto tempo. Il caso Mourinho. 15.03 - L’Europa League era uno degli obiettivi stagionali, ora per non fallire completamente la stagione, all’Inter non resta che la caccia alla Champions, con il Derby alle porte, in un momento complicatissimo. Questa situazione drammatica è il frutto amaro del caso Icardi che da oltre...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Una Champions da sballo e il dominio inglese. L’orgoglio italiano di Napoli e Inter e la rivoluzione in casa Real 14.03 - Ora abbiamo le favolose 8 d’Europa. E nei giorni in cui si discute tantissimo della Brexit, le squadre della Premier danno un chiaro indirizzo: in Champions vogliono dettare loro la legge. L’ultima volta che si era verificato un evento del genere era esattamente 10 anni fa: Arsenal,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510