VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

I ritorni in Italia dalla Cina alla Spagna, Benitez e il futuro a Napoli e di Napoli, la Juve fra difesa e strategia

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
18.12.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 28289 volte
© foto di Federico De Luca

Gennaio, si sa, è il mercato delle opportunità da cogliere. Opportunità per poter chi ha bisogno di migliorare qualitativamente la propria situazione.
Due vengono dalla Cina: e si chiamano Diamanti e Gilardino. Da cogliere per Verona e Atalanta, quelle che su questi due nomi hanno messo gli occhi da un po' di tempo. L'avventura in Cina, dopo la vittoria del campionato, potrebbe essere già conclusa, nonostante sia stata molto remunerativa. Il richiamo del calcio italiano si fa sentire. Soprattutto ora che Lippi non c'è più e il feeling con il nuovo allenatore Cannavaro è da costruire. Insomma: se l'offerta dovesse essere interessante, almeno tecnicamente, il loro ritorno è tutt'altro che lontano.
E chissà che non possa inserirsi in questa scia anche il Milan. Non tanto per Gila che in rossonero ha già dato, quanto per Diamanti. Al momento è soltanto un'idea, ma il passaggio all'albero di Natale, da parte di Inzaghi, potrebbe rappresentare un alleato per Alino. Una trattativa, eventualmente, da costruire. Anche capire quello che pensa Inzaghi è da prendere in considerazione, visto che comunque la sua idea (all'inizio dell'anno) partiva da un 4-3-3 con ali larghe.
Ecco perché nei giorni scorsi il Milan ha provato a mettere in piedi una trattativa con l'Atletico. Torres in cambio di Cerci. I due delusi dal mercato estivo: nessuno dei due è riuscito a ritargliarsi uno spazio importante nel nuovo club. Tornare nel proprio paese potrebbe significare riprendere sprint e vitalità. Ma al momento all'Atletico non interessa per niente. Intanto si lavora sui parametri zero: nel mirino Munoz, difensore del Palermo
Anche la Juventus si sta guardando intorno. La priorità va al difensore centrale e i nomi in area Juve sono sempre gli stessi su cui i bianconeri lavoreranno in silenzio cercando di avvicinarsi con la solita politica dei piccoli passi (Rolando e Murillo). Poi ci sono i continui rapporti con il Sassuolo: in settimana incontro per parlare di nuovo di situazioni da estate. Zaza, Berardi e anche Vrsaljko. Sempre meglio mantenere i buoni rapporti: le opportunità ci sono, ma molto dipenderà anche dalle altre mosse dei bianconeri. Dalla fascia destra (Montoya) e attacco potrebbero essere molte le strategie da qui alla prossima estate.
Il Napoli ha praticamente preso Gabbiadini (si continua a lavorare) tanto che la Samp ha già trovato come sostituirlo: Correa è una realtà, Muriel un'opportunità. E questa è sicuramente una brillante idea per le qualità del ragazzo che potrebbe esaltarsi nel contesto blucerchiato. Al momento non tornano i numeri, ma i contatti sono continui.
Come continui sono i contatti fra Napoli e Strinic. Il ragazzo si libera a zero a dicembre: è un'ottima opportunità (a proposito…) da cogliere. Ma si sa, i work in progress del Napoli hanno sempre le stesse tempistiche. Ecco perché spunta un'altra pista, quella di Avelar, ora al Cagliari. Sempre meglio avere una pista di riserva. Ma quello che tiene banco di più a Napoli è il contratto di Benitez: lui in conferenza stampa ha ribadito che onora il contratto con il Napoli (a scadenza però a giugno) e rinforza la propria posizione. Ha rifiutato due squadre negli ultimi 15 giorni: ora manca il passo successivo. Mettersi a un tavolo con De Laurentiis per parlare di un orizzonte temporale più lungo del prossimo giugno.
In chiusura due considerazioni. Una sul Parma che ufficialmente è cambiato di mano e che nella giornata di venerdì dovrebbe svelare i nomi degli imprenditori che hanno rilevato la società dalle mani di Ghirardi. Ma è stata una giornata strana: se da una parte c'erano delle dichiarazioni ufficiali del nuovo presidente sul sito ufficiale gialloblu, dall'altra, intervistato da un sito, Doca diceva che ancora non era chiuso un bel niente. Ha provato a chiudere tutto il (ex) presidente Ghirardi con un'altra nota ufficiale: tutto fatto davanti a un notaio, non capiamo le dichiarazioni di Doca. Non le capiamo neanche noi. Speriamo che venerdì tutto sia chiaro, soprattutto per interesse di Parma e del Parma. La sicurezza della famiglia Ghirardi è granitica, difficile aspettarsi sorprese, lo sarebbero anche per lui…
La seconda è sullo stato di salute del calcio italiano e le coppe Europee c'entrano poco. C'è un dato su cui riflettere visto che si parla tanto di riforme che possono cambiare (e migliorare) la qualità della nostra Nazionale. Negli ultimi 5 anni gli espatriati sono aumentati di 12 punti percentuali. Quasi un esodo. Da fermare, per far crescere i nostri talenti in Italia. Stage o non stage, Conte potrebbe avere una Nazionale con un gruppo più forte. E i ritorni non è detto che debbano venire solo dalla Cina…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...
Telegram

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa 14.05 - È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan-Inter: derby senza soste. Allegri il cannibale: è a Cardiff, ma pensa a Doha. Chelsea: Antonio Conte come Diego Costa. Inter: i casi Medel e Gagliardini 13.05 - Il Milan tira dritto in silenzio. Lavora di giorno sotto la luce dei riflettori di Casa Milan e di notte, senza luci e senza riflettori. E forse quando si tireranno le fila del mercato estivo rossonero, si scoprirà che si è trattato di notti produttive. Degna di nota, esattamente...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.