HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Il derby di Milano: strade incrociate, obiettivi comuni

18.10.2018 07:22 di Luca Marchetti   articolo letto 8944 volte
© foto di Federico De Luca

Siamo entrati nel vivo: la settimana del derby di Milano. E dopo la pausa per gli impegni della Nazionale, che ci ha regalato una bella vittoria contro la Polonia fatta di speranza e di bel gioco, non poteva tornare con una partita migliore, il campionato di serie A.
Milan e Inter rappresentano la voglia di rinascita del calcio italiano. In un certo senso rappresentano anche il futuro, l'ambizione del nostro pallone. Quella voglia di tornare a giocare nel giardino che si considera proprio... Se la capofila di questo movimento è la Juventus, che con CR7 si è proiettata nell'aristocrazia europea, Milan e Inter vogliono arrivare lì, vogliono tornare lì. E sanno benissimo che non sarà un cammino semplice. Servirà grande competenza, grande pazienza, qualche intuizione particolare e una capacità gestionale e manageriale non indifferente.
Milan e Inter cercano il riscatto, il riscatto completo. Per farlo si sono "dovuti" affidare a una proprietà straniera. Agli antipodi, agli opposti. Una in Cina, l'altra in America dopo aver vissuto esperienze cinesi (?) non proprio edificanti, nonostante le promesse. L'Inter in mano alla famiglia Zhang, una delle più solide realtà dell'Est europeo che ha investito nel calcio prima che le necessità del governo cinese avesse poi altre intenzioni. Ma questo non ha impedito di fare investimenti di primo livello: non tanto e non solo nella squadra (visto che poi c'è da tenere in considerazione anche il FFP) ma sulle infrastrutture e settore giovanile. Il Milan in mano alla famiglia Singer, proprietaria del fondo Elliot, che di mestiere guadagna sugli investimenti quindi a maggior ragione vuole portare il Milan in alto, non soltanto per questioni di prestigio.
L'Inter dopo anni ha trovato un equilibrio (anche dirigenziale) che le ha permesso di costruire una squadra interessante, completa, ancora perfettibile (ci mancherebbe) ma già buona per dire la propria anche in Europa dove le cose si sono messe bene.
Investimenti oculati, prestito molto onerosi con diritti di riscatto hanno "sostituito" gli obblighi di un paio di anni fa. Ma soprattutto sono arrivati i gol della trequarti con Keita, Politano e soprattutto Nainngolan. E' arrivato un giocatore come Lautaro Martinez che ha già meravigliato. Ci sono due parametri zero come De Vrij e Asamoah che hanno dato solidità alla squadra. Il mercato dell'Inter è stato quasi chirurgico e allo stesso tempo ha modificato in maniera molto profonda la rosa. La sinergia fra allenatore e direttori è sembrata perfetta. E' un mercato che ha reso l'Inter più consapevole delle proprie qualità. Poi certamente è il campo a dire l'ultima parola e la vittoria con il Tottenham arrivata all'ultimo respiro in rimonta, con uno stadio che invitava all'impresa ha cambiato la testa dei giocatori nerazzurri che fino a quel momento non avevano certamente brillato.
Una vittoria del genere ancora in casa rossonera non è arrivata: non quella che ti fa svoltare. Ma il Milan si sta costruendo adesso. Giudicare il lavoro di Maldini e Leonardo non sarebbe giusto. Hanno lavorato per 30 giorni circa e sono intervenuti con dei colpi (Higuain su tutti) determinanti, ma dettati anche dalle esigenze del mercato. In realtà rispetto alla passata stagione mancava proprio un bomber (vallo a spiegare al Siviglia perché André Silva non andava bene) perché Gattuso si fida della sua squadra. E al vecchio Milan si possono fare molti rimproveri tranne quello di aver allestito una squadra mediocre. E' chiaro che Higuain cambia la faccia alla squadra, forse anche la mentalità. Ma il contorno, Gattuso compreso, è lo stesso. Ora i due dirigenti rossoneri stanno già lavorando per gennaio, arriverà Paquetà, sanno che devono dare il loro graffio a questa squadra. Una squadra che però ha la sua identità. E anche qui torniamo alla mentalità: sia Maldini che Leonardo ne hanno parlato molto soprattutto in avvio di stagione. La mentalità da Milan e nessuno meglio di loro due più Gattuso può darla alla squadra. Il famoso Milan ai milanisti che è sempre stato uno dei dogmi di Berlusconi.
Sul mercato si scontreranno e si incroceranno ancora, Milan e Inter. Inevitabile: perché hanno lo stesso obiettivo. Tornare grandi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Leonardo non conosceva Higuain? Il Milan ha sopravvalutato il Pipita. Troppa ipocrisia su Wanda Nara: l'unico errore sarebbe quello di non comportarsi come gli altri procuratori 20.01 - Gonzalo Higuain è stato il miglior centravanti visto in Italia dopo Zlatan Ibrahimovic. Ha riscritto la storia dei cannonieri della Serie A battendo nel 2016 il record di Nordhal che resisteva da 65 anni. Diciassette, poi 18, 36, 24 e 16 gol in cinque stagioni di Serie A, 111 in cinque...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan ormai ci siamo. Nell’operazione anche il ritorno di  Bertolacci al Genoa. Su Barella per giugno l’Inter di nuovo in pole position. Napoli, Lozano se in estate parte uno tra Mertens e Callejon 19.01 - Higuain al Chelsea, Piatek al Milan, Morata all’Atletico Madrid, Il gioco è fatto. Tutti gli incastri al posto giusto per un grande valzer di attaccanti. E allora andiamo a ricostruire quello che accadrà a breve. Higuain presto volerà a Londra per le visite mediche e si metterà a...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve-Milan falsata, l’ultimo scandalo. Con questo VAR aumentano solo le polemiche e non si fa giustizia. Banti, che delusione. Higuain, che vergogna. Piatek al Milan, che rischio. Icardi rinnoverà 18.01 - Gli arbitri italiani stanno diventando dei piccoli Tafazzi: sono riusciti nell’impresa ciclopica di falsare perfino una gara tutto sommato non complicata come la Supercoppa italiana e farsi ancora una volta travolgere dalle polemiche. Autolesionismo puro, incredibile ma vero, come...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Higuain-Chelsea, ci siamo. Le alternative del Milan per sostituirlo: Piatek ma non solo... Iniziano a muoversi gli attaccanti... attenzione! 17.01 - Era sicuramente uno dei temi più intressanti da analizzare in questo mercato invernale. Dopo la giornata appena finita è diventata una vera e propria telenovela, con dei colpi di scena (più mediatici che reali) che starebbero bene in una sceneggiatura da soap opera. Higuain, è evidente,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Il triangolo scaleno del mercato Milan-Chelsea-Atletico: tutte le parti in causa vogliono che Higuain, Morata e Piatek si muovano. Ma manca ancora molto: ecco esattamente le cifre in questo momento delle tre trattative 16.01 - Il mercato di gennaio che in verità non si muove mai particolarmente, ringrazia l’asse Milano-Londra-Madrid che va a incidere profondamente su Serie A, Premier e Liga, e sarà la vera trattativa principale del calciomercato invernale. Non solo adesso, ma fino alla fine, fino all’ultimo...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri-Real Madrid: contatto. Icardi, fissato l’incontro per il rinnovo. I piani di Marotta per la firma. Pregiudizi su Wanda: fa solo il suo lavoro. Higuain vuole solo il Chelsea e mette in crisi Leonardo 11.01 - Non so se Max Allegri durante le recenti vacanze abbia davvero sposato Ambra come scrivono i giornali di gossip, so invece che ha ricevuto una telefonata da Florentino Perez. Auguri, certo, ma anche una nuova, decisa proposta per la panchina del Real Madrid. L’anno scorso la telefonata...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->