HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Il giusto Pallone d'Oro è Griezmann. La Juve deve vincere almeno una Champions, mentre De Laurentiis dice tutto e il contrario di tutto. Milan, la forbice per Ibra

Nato a Bergamo il 23-06-1984, vive a Firenze. Giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
25.11.2018 00:00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 27520 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Si è parlato tanto del video con cui L'Equipe avrebbe spoilerato i primi tre del Pallone d'Oro, dando una spallata a Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, fuori dal podio dopo dieci anni di dominio incontrastato. Giusto che non lo vinca l'argentino, deludente nel Mondiale con l'Argentina - e forse imprigionato dal suo personaggio in albiceleste - corretto che non sia CR7 ad alzare il trofeo, l'eventuale sesto, al di là di una Champions vinta. Bellissima la rovesciata contro la Juventus, in finale è stato Gareth Bale il giocatore decisivo, con la doppietta a un Karius in versione clownesca. Altrettanto pacifico che Mbappé, Varane e Modric meriterebbero il Pallone d'Oro per motivi diversi: Varane è l'unico ad avere vinto tutto, Mbappé ha 19 anni e sarà il prossimo dominatore delle graduatorie, Modric è stato il migliore del Mondiale. Ma poi c'è Antoine Griezmann che, da 5 stagioni, sigla più di 20 gol con il club. Che ha giocato e perso una finale di Champions e un Europeo, ma poi ha vinto un'Europa League da protagonista e il Mondiale entrando in quasi tutte le segnature francesi. Griezmann poteva vincerlo già nel 2016, non sbagliando il rigore contro il Real Madrid. E pure con il Portogallo, pur giocando straordinariamente, sembrava decisamente di un altro pianeta, perdendo la finale di Euro2016. Griezmann è stato il migliore durante l'anno per vari motivi, in tutte le competizioni che ha giocato.

C'è un bel problema per la Juventus, con l'acquisto di Cristiano Ronaldo. Non sarà facile capire quale sarà l'apporto, commercialmente parlando, del portoghese. Ma con ogni probabilità il risultato del bilancio juventino sarà negativo, se i risultati dovessero essere uguali a quelli dell'anno scorso. Tanti i milioni spesi nei calciatori - ammortamenti molto alti - per non concludere in rosso. La Juventus vuole colmare il gap con le grandi d'Europa commercialmente, ma non potrà mai farlo dal botteghino: anche arrivando a 50-55 milioni di euro l'anno sarà lontana dalle grandi di Premier, abituate ad arrivare a 130-135 milioni di euro. L'Allianz Stadium è stato scelto male sin dall'inizio, l'unico neo di un progetto che sta riportando i bianconeri all'apice dell'Europa. Dovrà vincere almeno una Champions, nei prossimi anni, per ammortizzare l'affare Ronaldo. E attenzione all'Inter: perché se è vero che ha debiti - e che Suning dovrà pagare Thohir per uscire dalla società - il fatturato di quest'anno esploderà con la Champions. E con i nuovi partner commerciali che ne deriveranno: l'Inter non è più tanto lontana, economicamente, dalla Juventus.

Solito show di Aurelio De Laurentiis in settimana, che ha annunciato l'acquisto di un grande nome a gennaio, prima. Salvo poi correggere, parlando di giugno. La realtà è che il Napoli è una fetta importante degli affari del presidente, diversamente da altri club, e quindi serve un bilancio sano quasi costantemente per evitare di mettere mano al portafogli. Già il passaggio del turno in Champions sarà fondamentale, così come è stata la cessione di Jorginho a luglio. Va detto che per prendere Verdi e Meret ha speso 50 milioni, per ora senza molto costrutto. La scelta giusta è stata convincere Ancelotti.

A proposito di grandi colpi, ci sta provando il Milan. Dopo Paqueta - da capire la sua situazione, anche per il fair play finanziario - il Chelsea ha proposto Cahill, il Milan vorrebbe Fabregas a zero, gli è stato offerto Vidal ma guadagna 9 milioni annui. Così il nome giusto è quello di Ibrahimovic. C'è distanza: lo svedese chiede 3, Leonardo ha inizialmente offerto 1,5 per i sei mesi più opzione per la prossima stagione a cifre maggiori. Poi bisognerà convincere i Los Angeles Galaxy che, comunque, da par loro si sono detti disponibili a fare felice il centravanti. La sensazione è che l'affare si faccia, ma non è ancora chiuso, tutt'altro. Sarà fondamentale la corsa al quarto posto: a ogni errore Gattuso rischia, soprattutto dovesse presto perdere contatto con la vetta.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Il triangolo scaleno del mercato Milan-Chelsea-Atletico: tutte le parti in causa vogliono che Higuain, Morata e Piatek si muovano. Ma manca ancora molto: ecco esattamente le cifre in questo momento delle tre trattative 16.01 - Il mercato di gennaio che in verità non si muove mai particolarmente, ringrazia l’asse Milano-Londra-Madrid che va a incidere profondamente su Serie A, Premier e Liga, e sarà la vera trattativa principale del calciomercato invernale. Non solo adesso, ma fino alla fine, fino all’ultimo...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri-Real Madrid: contatto. Icardi, fissato l’incontro per il rinnovo. I piani di Marotta per la firma. Pregiudizi su Wanda: fa solo il suo lavoro. Higuain vuole solo il Chelsea e mette in crisi Leonardo 11.01 - Non so se Max Allegri durante le recenti vacanze abbia davvero sposato Ambra come scrivono i giornali di gossip, so invece che ha ricevuto una telefonata da Florentino Perez. Auguri, certo, ma anche una nuova, decisa proposta per la panchina del Real Madrid. L’anno scorso la telefonata...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Icardi e il rinnovo, Higuain e il Chelsea. Le novità su Ramsey, il ritorno di Gabbiadini e le strategie del Napoli... 10.01 - L'ultimo colpo di giornata lo ha messo a segno la Sampdoria che riabbraccia Gabbiadini. Lo riporta in blucerchiato: operazione complessiva da 12 milioni di euro (3 di prestito e 9 per il riscatto obbligatorio più bonus legati alla qualificazione in Europa). La Samp non voleva lasciarsi...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Godinopoli: l’Inter sta per fregare la Juventus per la prima volta dopo tanti anni, soffiandole Godin. Il messaggio di Marotta alla Juventus è chiaro. Skriniar: il Manchester United c’è, il rinnovo no 09.01 - La tentazione è davvero tanta per non usare questa parola, e come diceva Oscar Wilde: “Posso resistere a tutto, tranne che alle tentazioni”. E’ Godinopoli: il colpo che l’Inter sta portando a termine, concludendo l’acquisto di Diego Godin, è un cambio epocale nella storia minima...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Quanti nomi attorno all'Inter, ma solo al prezzo giusto (con due parole su Robben). Juve, Ronaldo porta Ramsey. E Ramsey porta... W il mercato, anche se a gennaio vince sempre... il fairplay finanziario 08.01 - Buon Natale a te e famiglia. Così, a sorpresa. La depressione da rientro post-feste renderà questo editoriale più sconclusionato del solito. Io vi ho avvusato. Con la "u", avvusato. Il rientro dalle feste natalizie è uno schifo perché ti senti grasso e quando torni a casa c'è...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, se ci sei batti un colpo. Muriel, tocco di classe del "Corvo". Inter, sveglia su Barella. Nella "Gabbia" dorata della Premier 07.01 - La situazione del Milan rischia di diventare, seriamente, pericolosa. Dopo i complimenti che abbiamo fatto a Leonardo per come ha difeso Gattuso, pubblicamente, prima della gara con la Spal oggi dovremmo fare alcune riflessioni di mercato. Perché, appunto, il mercato è una cosa seria....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->