HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Editoriale

Il giusto Pallone d'Oro è Griezmann. La Juve deve vincere almeno una Champions, mentre De Laurentiis dice tutto e il contrario di tutto. Milan, la forbice per Ibra

Nato a Bergamo il 23-06-1984, vive a Firenze. Giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
25.11.2018 00:00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 27554 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Si è parlato tanto del video con cui L'Equipe avrebbe spoilerato i primi tre del Pallone d'Oro, dando una spallata a Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, fuori dal podio dopo dieci anni di dominio incontrastato. Giusto che non lo vinca l'argentino, deludente nel Mondiale con l'Argentina - e forse imprigionato dal suo personaggio in albiceleste - corretto che non sia CR7 ad alzare il trofeo, l'eventuale sesto, al di là di una Champions vinta. Bellissima la rovesciata contro la Juventus, in finale è stato Gareth Bale il giocatore decisivo, con la doppietta a un Karius in versione clownesca. Altrettanto pacifico che Mbappé, Varane e Modric meriterebbero il Pallone d'Oro per motivi diversi: Varane è l'unico ad avere vinto tutto, Mbappé ha 19 anni e sarà il prossimo dominatore delle graduatorie, Modric è stato il migliore del Mondiale. Ma poi c'è Antoine Griezmann che, da 5 stagioni, sigla più di 20 gol con il club. Che ha giocato e perso una finale di Champions e un Europeo, ma poi ha vinto un'Europa League da protagonista e il Mondiale entrando in quasi tutte le segnature francesi. Griezmann poteva vincerlo già nel 2016, non sbagliando il rigore contro il Real Madrid. E pure con il Portogallo, pur giocando straordinariamente, sembrava decisamente di un altro pianeta, perdendo la finale di Euro2016. Griezmann è stato il migliore durante l'anno per vari motivi, in tutte le competizioni che ha giocato.

C'è un bel problema per la Juventus, con l'acquisto di Cristiano Ronaldo. Non sarà facile capire quale sarà l'apporto, commercialmente parlando, del portoghese. Ma con ogni probabilità il risultato del bilancio juventino sarà negativo, se i risultati dovessero essere uguali a quelli dell'anno scorso. Tanti i milioni spesi nei calciatori - ammortamenti molto alti - per non concludere in rosso. La Juventus vuole colmare il gap con le grandi d'Europa commercialmente, ma non potrà mai farlo dal botteghino: anche arrivando a 50-55 milioni di euro l'anno sarà lontana dalle grandi di Premier, abituate ad arrivare a 130-135 milioni di euro. L'Allianz Stadium è stato scelto male sin dall'inizio, l'unico neo di un progetto che sta riportando i bianconeri all'apice dell'Europa. Dovrà vincere almeno una Champions, nei prossimi anni, per ammortizzare l'affare Ronaldo. E attenzione all'Inter: perché se è vero che ha debiti - e che Suning dovrà pagare Thohir per uscire dalla società - il fatturato di quest'anno esploderà con la Champions. E con i nuovi partner commerciali che ne deriveranno: l'Inter non è più tanto lontana, economicamente, dalla Juventus.

Solito show di Aurelio De Laurentiis in settimana, che ha annunciato l'acquisto di un grande nome a gennaio, prima. Salvo poi correggere, parlando di giugno. La realtà è che il Napoli è una fetta importante degli affari del presidente, diversamente da altri club, e quindi serve un bilancio sano quasi costantemente per evitare di mettere mano al portafogli. Già il passaggio del turno in Champions sarà fondamentale, così come è stata la cessione di Jorginho a luglio. Va detto che per prendere Verdi e Meret ha speso 50 milioni, per ora senza molto costrutto. La scelta giusta è stata convincere Ancelotti.

A proposito di grandi colpi, ci sta provando il Milan. Dopo Paqueta - da capire la sua situazione, anche per il fair play finanziario - il Chelsea ha proposto Cahill, il Milan vorrebbe Fabregas a zero, gli è stato offerto Vidal ma guadagna 9 milioni annui. Così il nome giusto è quello di Ibrahimovic. C'è distanza: lo svedese chiede 3, Leonardo ha inizialmente offerto 1,5 per i sei mesi più opzione per la prossima stagione a cifre maggiori. Poi bisognerà convincere i Los Angeles Galaxy che, comunque, da par loro si sono detti disponibili a fare felice il centravanti. La sensazione è che l'affare si faccia, ma non è ancora chiuso, tutt'altro. Sarà fondamentale la corsa al quarto posto: a ogni errore Gattuso rischia, soprattutto dovesse presto perdere contatto con la vetta.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve vs. Uefa: la decisone su Ronaldo (e quella già presa a prescindere). Inter: i 5 segreti di una battaglia vinta col cuore (e l'incontro pre-derby di Icardi). Milan: su Gattuso il solito banco degli imputati (con un’incredibile compagnia) 19.03 - Complimenti per la trasmissione. La differenza tra la pausa per la nazionale e la pausa per la nazionale dopo una vittoria è che ti rompi le balle lo stesso, ma con una bella faccia di tolla stampata sul volto. Il qui scrivente c’ha la faccia di tolla, perché temeva di essere suonato...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Le scuse ad Allegri e le scuse di Spalletti: trova la differenza. Napoli, la strada per essere grande si fa in salita. Bologna, Sinisa ha smontato la testa. Gravina-Brunelli-De Siervo, asse contro Di Maio che vuole far perdere al calcio 2 miliardi 18.03 - La Toscana non è uguale in tutte le sue città. Firenze non è Livorno, Siena non è Pisa e Forte dei Marmi non è Grosseto. Ognuna di queste ha le sue bellezze. Anche i toscani sono diversi tra di loro. Ci sono quelli simpatici che fanno ridere e quelli che vogliono fare i simpatici...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il Mondo capovolto: la Juve clamorosamente tra le grandi favorite Champions. Ajax, talenti e delusioni cocenti. Messi o Cristiano Ronaldo? Lo scontro possibile e il derby di oggi. Tutto di un altro pianeta 17.03 - Adesso che il cerchio si stringe, su Tuttomercatoweb.com abbiamo aperto il sondaggio che di per se ha poco d'originale, tanto di banale ma che ha il gran dubbio della risposta finale. "Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?". Otto opzioni, di fatto i lettori ne stanno votando,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli: Insigne, Koulibaly e Allan restano. Per il centrocampo c’è Fornals, in attacco Lozano prima scelta. Per il futuro di Allegri bisogna aspettare ancora, Conte e Deschamps nomi da monitorare. Il Real ripensa a Milinkovic Savic 16.03 - I motori si stanno scaldando. La Primavera in arrivo sta accendendo il mercato. Il Napoli è sempre molto attivo. Ancelotti e la società sono convinti di poter crescere ancora e per questo l’obiettivo è tenere tutti i big. Non c’è alcuna volontà di prendere in considerazione offerte...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter fuori dall’Europa paga caro il caso-Icardi. Un capitano vero avrebbe giocato. Zhang furioso lo vuole sul mercato. Derby ad alto rischio. Spalletti via, Conte ha chiesto tempo. Il caso Mourinho. 15.03 - L’Europa League era uno degli obiettivi stagionali, ora per non fallire completamente la stagione, all’Inter non resta che la caccia alla Champions, con il Derby alle porte, in un momento complicatissimo. Questa situazione drammatica è il frutto amaro del caso Icardi che da oltre...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Una Champions da sballo e il dominio inglese. L’orgoglio italiano di Napoli e Inter e la rivoluzione in casa Real 14.03 - Ora abbiamo le favolose 8 d’Europa. E nei giorni in cui si discute tantissimo della Brexit, le squadre della Premier danno un chiaro indirizzo: in Champions vogliono dettare loro la legge. L’ultima volta che si era verificato un evento del genere era esattamente 10 anni fa: Arsenal,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Attenzione Icardi: contatto e offerta Real Madrid! E nel frattempo l’Inter proibisce l’incontro con Zhang Hanno ucciso Allegri. Allegri è vivo! Come può non essere la Juventus la favorita della Champions? 13.03 - Juve da Champions negli occhi di tutti, ma c’è la precedenza al notizione su Icardi. E anche se incombe il derby e l’attualità, attenzione alla novità. Nella giornata di lunedì il Real Madrid (proprio nelle stesse ore dell'arrivo di Zidane) ha contattato l’entourage di Icardi. Un...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: la scelta di Zidane e il futuro di Allegri… nel giorno del giudizio. Inter: la pace solo a parole tra Icardi e Spalletti. Roma: c’è un vero, grande acquisto 12.03 - La prima cosa che mi viene da scrivere è che Zidane è tutto tranne che rincoglionito. I rincoglioniti non sanno scegliere il momento giusto, lui ha mollato Madrid un anno fa, ha capito che questa per gli amici spagnoli sarebbe stata una stagione fetente, si è fatto l’anno sabbatico...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve, la notte verità. Inter, basta frecciatine. Spalletti-Marotta chiudetevi nello spogliatoio. Roma, follia pura. Foggia, “Nember One” Venezia, da Vecchi-Zenga a Cosmi la gondola non gongola 11.03 - Potete raccontarci quello che volete. La cena tra Agnelli e Allegri, la Champions che è un’ossessione della stampa e non del club, che la partita di domani sera con l’Atletico Madrid sarà una come tante altre. Sappiamo e sapete che non è così. Domani, a Torino, ci sarà un bivio. Se...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Kean rischia di diventare un caso, sarà sacrificato in estate? La Roma pensa al casting, mentre l'Inter perde candidati alla panchina. Il Napoli può vincere l'Europa League 10.03 - L'Italia scopre, o meglio riscopre, Moise Kean, attaccante della Juventus, primo 2000 a giocare in Serie A. In un periodo in cui i minorenni vanno poco di moda, Donnarumma a parte, poteva sembrare un buon punto da cui ripartire anche per la nostra Nazionale, in preda a un'anemia di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510