VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Il mercato entra nel vivo. L'Inter e l'attaccante, Juve e i rinnovi, Napoli e il vice Insigne (ma non solo). Anche la Fiorentina ha bisogno...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
13.11.2014 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 28434 volte
© foto di Federico De Luca

Metà novembre. Un mese e mezzo al mercato, c'è fermento. Anche perché le cose vanno bene per qualcuno, ma per molti no. Fra infortuni e delusioni il mercato di gennaio può essere un'opportunità per invertire la tendenza.
La Juventus per esempio si concentra soprattutto sui rinnovi, visto che al momento la situazione non comporta esigenze particolari. Anche se il cambio di sistema di gioco potrebbe portare Marotta e Paratici a trovare delle nuove strategie. L'utilizzo del trequartista potrebbe spingere a valutare con più attenzione la zona offensiva, piuttosto che quella dei centrali difensivi (dove la Juventus aveva cercato di intervenire, visti i problemi di infermeria). Oppure quella degli esterni difensivi, indipendentemente dal rinnovo di Lichtsteiner. Sono discorsi ancora non approfonditi, ma che meritano una riflessione.
L'Inter invece ha già individuato il reparto in cui intervenire: l'attacco. La priorità è stata chiara sin dall'inizio. I tre attaccanti che aveva a disposizione Mazzarri (Osvaldo, Icardi e Palacio) non sono stati mai disponibili tutti insieme. C'è evidentemente bisogno anche di altro. Campbell e Borini sono i due giocatori più seguiti, quelli che in questi momento stuzzicano di più l'interesse nerazzurro. Ma c'è anche Kramaric che sta scalando posizioni. In realtà più per l'estate piuttosto che per questa sessione invernale.vMa l'Inter se dovesse riuscire a fare delle operazioni in uscita potrebbe ritoccare anche gli altri reparti: ad esempio la difesa. Dovesse uscire Campagnaro (o dovesse continuare a non essere disponibile) potrebbe tornare a Milano Rolando (con cui i rapporti non si sono mai interrotti) oppure Chiriches (seguito anche dalla Roma in passato). C'è sempre però una regola da rispettare: impatto zero sul bilancio, vista anche la chiacchierata a Nyon per il fair play finanziario. E Mazzarri? Inutile nascondersi. Ogni allenatore dipende dai risultati e finora Mazzarri ha beneficiato della fiducia di Thohir perché lui i conti vorrebbe farli a fine anno. È naturale che se dovesse andare incontro a una debacle clamorosa, anche questa impostazione british potrebbe avere dei sussulti.
Anche la Fiorentina sta vivendo un periodo difficile. Anche qui cerchiamo di essere chiari sin dall'inizio: Montella non rischia, neanche per scherzo. Ilicic però sì, visto anche il suo gesto in aperta contrapposizione con i tifosi. Gli infortuni a raffica in attacco anche qui potrebbero portare delle novità in avanti. Il nome che sembra essere più gettonato è quello di Giovinco. Ma la sua situazione contrattuale e il fatto che sia dell'eterno nemico bianconero non rende semplice l'operazione. Un altro nome che sarà molto caldo questo inverno è Pazzini che sicuramente lascerà il Milan. Per un ritorno? Al momento, ancora, nessun movimento significativo. Ma attenzione: la Fiorentina non sta pensando solo all'attacco. Anzi la pista Fernando Shakhtar è tutt'altro che tramontata.
L'infortunio di Insigne sta portando il Napoli ad accelerare sul ruolo di esterno offensivo. Intanto Bigon è andato a vedere la Croazia a Londra magari per continuare a guardare da vicino (di nuovo) Perisic. Ma non è l'unico nome. Dai radar non è mai uscito Ayew (che sogna di poter giocare in Italia) ed è entrato anche M'Poku. Ma non è finita qui. Perché non tramonta l'idea di poter rinforzare ancora il centrocampo. E il nome è quello di Carlos Vela torna di moda negli uffici di Benitez e Bigon. Centrocampista centrale, della nazionale Messicana e della Real Sociedad. Già il Napoli aveva pensato a lui e a quanto ci risulta è ancora un osservato speciale. E poi il ruolo di terzino destro: Widmer dell'Udinese è un'idea.
L'ultima pista è quella di Giaccherini, anche se però forse sta già subendo un grande e brusco rallentamento: il Sunderland lo cede soltanto a titolo definitivo e non in prestito. E vorrebbe almeno 10 milioni di euro.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la questione europea e l'obiettivo già raggiunto. Milan: è il momento del silenzio (e delle scelte). Inter: c'è qualcosa che va oltre il campo. Napoli: 90' studiati a tavolino 12.09 - Buonanotte, tra brevissimo parleremo di calcio. È andato in onda lo show denominato Miss Italia, che poi è il celeberrimo concorso di bellezza. Una volta funzionava così: un gruppo di ragazze molto belle si metteva in mostra e il pubblico decideva (“Questa è la più bella, questa...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Caro Marotta, ecco perché non ha senso chiudere prima il mercato. E ridateci le comproprietà! Presidenza di A: Brunelli la scelta migliore... 11.09 - Gli inglesi chiudono prima il mercato? Bene, allora facciamolo anche noi. Siamo il Paese del "copia e incolla". Senza senso e senza ragione. Non abbiamo una nostra idea e dobbiamo replicare, male, quelle degli altri. Il problema del nostro calciomercato non è, come dice Marotta, la...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.