VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
Editoriale

Il Napoli bracca Icardi, l'Inter pensa a Insigne (se salta Gabigol), il Milan ha mister X: Bentancur del Boca. Juve e Zaza, il Sassuolo e l'Europa. Cassano rompe con la Samp. È davvero quasi ferragosto???

11.08.2016 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 53342 volte
© foto di Federico De Luca

Senza sosta. Il mercato non si ferma un attimo, anche nella settimana di Ferragosto. E non si è mai fermato un attimo neanche il Napoli nella lunga, continua caccia a Mauro Icardi: c'è stato ancora un incontro tra il ds Giuntoli e l'entourage dell'attaccante dell'Inter, occasione buona in cui sarebbe stata concordata l'ultima offerta da proporre ai nerazzurri da 60 milioni di euro più 2 milioni di bonus legati alla prossima partecipazione in Champions del Napoli. Una proposta ancora da far arrivare all'Inter in forma scritta. Inter che naturalmente non risponde, fa muro, ritiene sempre incedibile l'argentino con una linea dura e netta. Almeno finché non ci sarà un'offerta scritta e ufficiale cui dover replicare. Preparando il rinnovo da proporre al capitano, da firmare a mercato chiuso, questa la condizione del club rispetto alle richieste del giocatore. E Icardi, di fronte a tutto questo, cosa fa? Sui social fa arrivare segnali d'amore all'Inter, mentre la moglie-manager Wanda Nara inverte la tendenza mandando messaggi di possibile addio. In uno scenario ancora tutto da chiarire, col Napoli che insiste.

E l'Inter che non sta a guardare: perché ha fatto un pensiero a Lorenzo Insigne, qualora non dovesse arrivare Gabigol per cui c'è sempre un'offerta scritta da 25 milioni più bonus al Santos (e anche quella da 27 milioni del Leicester, in corsa). La scelta del brasiliano sarà dopo le Olimpiadi; nel frattempo, l'Inter ha pensato a Insigne dopo i problemi sul rinnovo emersi dalle parole dei suoi agenti, con De Laurentiis irritato da questa mossa mediatica. Non si esclude che quella nerazzurra sia un'idea pensata anche come una provocazione per il Napoli, visto il discorso Icardi. Intanto Giuntoli lavora sempre su Diawara del Bologna, a prescindere da Valdifiori: l'Aston Villa ha offerto 17 milioni, il Napoli è arrivato a 14 più 1 di bonus, presto nuovi contatti perché la preferenza del giocatore è proprio il Napoli. E in parallelo procede la pista Rog, dalla Dinamo Zagabria, con la speranza di chiudere entro settimana prossima ancor più se David Lopez andrà via (Betis e Espanyol lo vogliono).

Non si fa distrarre dalla questione Icardi la nuova Inter di De Boer: c'è stato un nuovo tentativo per Joao Mario, vi avevamo raccontato una riapertura dei giorni scorsi, adesso Kia Joorabchian viene dato dai colleghi portoghesi già in missione a Lisbona per tornare a trattare con lo Sporting. Nel frattempo, De Boer valuta la rosa e dirà poi la sua sui rinforzi; intanto ha avallato l'idea Luiz Gustavo, naturalmente alternativa a Joao Mario, per cui l'Inter è pronta a un'offerta da giorni. E in uscita? Felipe Melo era legato a Mancini e potrebbe salutare, l'idea è invece di tenere Brozovic ma dipenderà dalle potenziali offerte perché potrebbe aiutare a chiudere per Joao Mario.

Vi abbiamo raccontato e svelato in queste ore invece il volto giovane del 'Mister X' del Milan: si chiama Rodrigo Bentancur, uruguaiano, qualità e talento per un ragazzo del '97 che al Boca Juniors è predestinato da anni. La Juventus ha un'opzione su di lui dai tempi dell'operazione Tévez e può scegliere se pareggiare l'offerta del Milan, i rossoneri lo sanno e per questo hanno subito accelerato: 15 milioni tasse comprese sul tavolo del Boca, praticamente l'intero extra-budget concesso da Berlusconi a Galliani. Adesso si cerca l'accordo anche col giocatore, la sensazione è di voler provare a chiudere in fretta. Intanto, dalla Juventus non arrivano segnali di rilancio: pretattica o realtà? Marotta e Paratici sanno sempre come muoversi, sono stati contattati dal Boca come impone l'opzione, per Bentancur intanto il Milan spinge. E vuole regalarlo a Montella, un giovane talento da crescere in casa.

Nel frattempo, la Juve aspetta di capire il possibile futuro di Simone Zaza: il Wolfsburg è indispettito dai tentennamenti dell'attaccante della Nazionale rispetto al quadriennale da più di 4 milioni a stagione che gli è stato proposto, adesso Zaza ha aperto e potrebbe volare nelle prossime ore in Germania per valutare le strutture e l'offerta di persona coi dirigenti tedeschi. Sempre che il Wolfsburg non faccia marcia indietro. A centrocampo continua il casting per il dopo-Pogba, senza fretta, la Juventus ha le mosse pronte. Per Matic il Chelsea continua a fare resistenza, Conte non vuole liberarlo, sensazioni negative ma la Juve ci prova finché ha margine. Per Matuidi invece il PSG ha chiuso alla cessione anche pubblicamente, dopo i contatti tra la Raiola (suo agente) e una Juve che ancora non ha mollato la presa. Witsel ha costi eccessivi: 30 milioni la richiesta dello Zenit, i bianconeri sono arrivati tra i 15 e i 18 ma non si spingeranno troppo oltre per un giocatore che va a scadenza nel prossimo giugno 2017. Defilato Luiz Gustavo, su cui la Juve è pensierosa. E sceglierà prima di sferrare l'attacco al momento giusto sul centrocampista da prendere.

In casa Sampdoria torna la questione Cassano: "Preferisco stare fuori rosa alla Sampdoria che amo piuttosto che andar via", parola sua, l'Entella ha fatto un tentativo ma smuovere Antonio sarà una missione difficile per tutti.

Il Sassuolo che guarda all'Europa ha un grande obiettivo per sostituire Sansone: il Papu Gomez. Tutto su di lui: se non dovesse essere fattibile torna di moda l'idea Saponara. In attacco il favorito è Matri (su Pinilla), ma attenzione al Bologna...

Intanto, la Lazio tratta Bastos del Rostov (offerti 4 milioni) per la difesa e valuta Ntep per l'attacco, nome confermato dal ds Tare che spera ancora nel rinnovo di Balde Keita. E allora, la raffica: il Bologna si avvicina a Dzemaili, affare in dirittura d'arrivo; la Fiorentina annuncia Carlos Sanchez e tratta sempre per Tello col Barcellona, si avvicina ormai sempre di più il suo acquisto in prestito con diritto di riscatto, mancano solo le firme. Il Pescara ha preso Gyomber dalla Roma, pensa a Gnoukouri (ne parlerà con l'Inter) e valuta anche Aquilani a centrocampo. Idea Iemmello per il Sassuolo dopo il mancato rinnovo con lo Spezia, servono 3 milioni e anche Juventus e Napoli stanno pensando di bloccarlo per poi girarlo in prestito tra Carpi, Pescara o Crotone. Il Cagliari annuncia Isla, il Crotone riprova per Yao dall'Inter e segue Saint-Louis per l'attacco, il Chievo vuole De Guzman dal Napoli (più vicino, si tratta sull'ingaggio) e si avvicina a Parigini dal Toro in prestito con diritto di riscatto. Balotelli? Per adesso resta un sogno, i tentativi ci sono stati, chissà...

In Serie B, la Salernitana sta per prendere Rosina dal Catania mentre il Brescia annuncia Pinzi, il Carpi cede Mbakogu ufficialmente al Krylya Sovetov e il Perugia ha avuto anche la firma di Dezi dal Napoli in prestito. All'estero invece è ufficiale il rinnovo di Claudio Ranieri col Leicester: fino al 2020, dopo il miracolo della scorsa stagione, adesso è attento sul mercato. Che non si ferma mai. Tenetevi forte!!!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Collina l’uomo nuovo per la Federcalcio. Ancelotti, no alla Nazionale. Non farà la foglia di fico di Tavecchio che deve solo andar via. La colpa è sua: non ha capito la guerra fra Ventura e i giocatori. Tutti i retroscena. L’ex Ct via dall’It 17.11 - C’è solo un uomo in grado di cambiare il calcio in Italia e di rilanciarlo verso il futuro con interventi radicali e riforme illuminate e quell’uomo si chiama Pierluigi Collina. L’attuale capo degli arbitri della Fifa è l’unica personalità di livello mondiale spendibile dal paese...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non è una questione di nomi, ma di programmi. E stavolta sul serio... 16.11 - Lunedì. Lunedì sarà il giorno in cui ci saranno le risposte. Le proposte che Tavecchio (che non si è dimesso) presenterà il nuovo programma da cui ripartire. Uomini e idee. E' lì che si giocherà la vera partita, è lì che misureremo la voglia di cambiamento del movimento calcio italiano. Delle...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Nazionale interessa davvero? Allora nuova “regola”: cinque italiani in campo (minimo) in ogni club!!! 15.11 - La delusione è ancora forte, quasi insostenibile. Come era prevedibile, tutti si sono inorriditi per quanto successo. L’Italia fuori dal Mondiale, una catastrofe, un’apocalisse, la morte del calcio italiano. Tanti presidenti di club si sono espositi in prima persona… Tutti avviliti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Qui muore il calcio italiano 14.11 - Qui muore il calcio italiano, condannato dall'improvvisazione, le cattive abitudini, il malcostume di chi pensa che ce la farà per qualche bislacco diritto divino. Qui muore il calcio italiano. E ci fa male, malissimo, ma guardiamoci in faccia: è dannatamente giusto così. Qui...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Tifiamo Italia ma cambiamola da subito: 4 proposte per riformare serie A, B, C e D. Marotta, il problema non è la chiusura tardiva del mercato... 13.11 - Questa sera l'Italia del pallone, e non solo, si ferma. Come fosse una finale del Mondiale, il fiato sospeso per l'importanza della gara. Tutti su Rai 1 a tifare gli azzurri sbiaditi. Non è la finale di un Mondiale e neanche una semifinale. Un play off per farlo il Mondiale. Giochi...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Italia, i colpevoli dopo martedì. Esonerare Ventura ora è inutile, magari due partite fa... L'ombra di Conte e gli errori di Tavecchio 12.11 - Il giorno dei processi non è ancora arrivato. Sarà in ogni caso quello di martedì, perché la partita della Friends Arena, pur difficile come dimostrato già dalla sconfitta dei nostri cugini francesi, ha scavato l’ennesimo solco incolmabile fra la Nazionale di Ventura e la realtà....

EditorialeDI: Mauro Suma

Italia, un palo che non trema. Milano, Herrera e i criteri del Comune. Pirlo, freddezza rossonera 11.11 - Han fatto quello che hanno voluto. Ci hanno tenuti bassi nel primo tempo e ci han fatto venire fuori nel secondo. In attesa dell'attimo buono, che hanno artigliato prima e gestito con disinvoltura poi. Non sono solo chiacchiere e zazzera bionda questi svedesi. Il peggior sorteggio...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Insigne non deve mancare. Ventura imita Maldini. Milan, no al blocco del mercato. Ottimismo per i conti. Donnarumma verso il Psg che pensa anche a Conte. Juve, preso Barella. Napoli, Quagliarella per Milik 10.11 - Cari amici, lo so che della Nazionale non ve ne può fregar di meno. Azzurro Tenebra, scriveva Arpino. Azzurro pallido oggi. Ma stasera il tifo positivo di tutta l’Italia deve accompagnare la Nazionale nello storico spareggio con la Svezia che venti anni dopo ricorda quello di Cesare...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L’Italia e Insigne, il Napoli e i terzini, l’Inter e Joao Mario e il FFP del Milan 09.11 - Ora tutti concentrati sull’Italia. E di parole sull’importanza della partita in previsione domani ne sono state dette e scritte tantissime. Dai protagonisti di questo spareggio e da tanti colleghi. Tutti d’accordo, l’Italia non può mancare dal Mondiale. Il rischio, paradossalmente...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Che sia una bella av-Ventura… Samp, negozio di alta qualità!!! Schick, pensa a giocare… Conte parigino? Mou nelle mani di Ibra! 08.11 - Non so voi ma io sono teso… Lo spareggio Mondiale mi ronza nella mente. Ci penso tanto, troppo. E’ come un chiodo fisso e preferirei averne di altro tipo! Che sia chiaro, ho fiducia nell’Italia ma ho anche tanta, troppa paura… Non me ne voglia il nostro CT (che non ho intenzione di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.