VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
Editoriale

Inter, attenta a Mancini. Diamanti o Lavezzi e Lucas per Guarin. Torres-Cerci, il Milan ci prova. Conte, il Psg insiste. Zeman, è crac!

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
19.12.2014 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 35239 volte
Inter, attenta a Mancini. Diamanti o Lavezzi e Lucas per Guarin. Torres-Cerci, il Milan ci prova. Conte, il Psg insiste. Zeman, è crac!

Non è un caso se Inter e Milan si buttano sugli stessi giocatori, ma non è neanche la voglia di fare sgarbi, il problema è sempre il solito: i soldi sono pochi. Anzi pochissimi. E allora l'attenzione si pone su chi è a fine contratto, su chi gioca poco ed è scontento o su chi è andato all'estero e vuol tornare a casa. L'unica eccezione delle ultime ore è il centrocampista del Liverpool Lucas Leiva

che Roberto Mancini conosce molto bene ed ha segnalato con forza a Fassone e Ausilio. Anche qui, però, si cercherà di proporre uno scambio con Guarin che fatica ad entrare negli schemi e nella mentalità imposta dal nuovo tecnico. L'Inter, comunque, qualcosa deve fare. E Thohir non deve sottovalutare le richieste di Mancini perché da calciatore prima e da allenatore poi, il Mancio ha sempre dimostrato di essere uno tosto, capace di mollare tutto se le cose non vanno come devono e se non viene messo nelle condizioni di lavorare bene.

L'altra sera al termine della gara con il Chievo, parlando al "Processo del lunedì", l'allenatore dell'Inter ha detto con sorriso ironico, senza nascondersi, che ha bisogno di un paio di giocatori nel mercato di gennaio, che questa squadra ha almeno due ruoli scoperti. Un uomo in mezzo al campo capace di dare qualità, ma anche di lavorare per la squadra (Lucas Leiva appunto) e un attaccante esterno Mancini li vuole eccome. Poi in ballo c'è Nastasic, difensore del City, che ha già detto sì al suo ex allenatore.

Se non dovesse arrivare nessuno potrebbe succedere di tutto. Sappiamo che Mancini ha una clausola rescissoria per giugno se l'Inter non sarà rafforzata, ma da allenatore il Mancio ha già mollato la Fiorentina e l'estate scorsa il Galatasaray dove aveva in essere un contratto importante, ma i programmi erano fumosi. Se Thohir va a vedersi la registrazione di quell'intervista può capire lo stato d'animo del suo allenatore meglio di tanti colloqui a quattrocchi. Tornando agli obiettivi, Lavezzi è sempre il primo della lista per quanto riguarda gli esterni, ma il costo dell'operazione è troppo elevato. Piace anche Alino Diamanti che tornerebbe volentieri a casa, ma in Cina guadagna molto. Sta cercando di mediare Davide Lippi che Diamanti ha portato nel campionato cinese e potrebbe ora provare a riportare in Italia. L'ex bolognese può giocare sia esterno nel 4-3-3 oppure può fare anche il trequartista dietro Palacio e Icardi (o Osvaldo).

Su Diamanti c'è anche il Milan perché Lippi, da buon procuratore, sta cercando di trovare la soluzione migliore. Tra i rossoneri potrebbe diventare un'ottima alternativa a Honda oppure agire da seconda punta nell'albero di Natale che Inzaghi sta provando con Menez prima punta, El Shaarawy (o Bonaventura).

Sempre in tema "vorrei ma non posso", Galliani sta cercando di risolvere il problema di Torres e di un esterno più gradito all'allenatore. A Torres non ha dato serenità neppure l'intervento in suo favore di Berlusconi.

Le ripetute esclusioni hanno infatti creato una situazione difficile da gestire e lo spagnolo è pentito di aver scelto il Milan e l'Italia, un campionato tatticamente duro, con pochi spazi per giocare. Vorrebbe tornate da dove è partito, dall'Atletico di Madrid, ma accontentarlo non è facile. A Madrid c'è Mandzukic, ma per Simeone non sarebbe un problema provare a farli giocare assieme nel 4-4-2. Il Milan sta ipotizzando uno scambio oneroso per sei mesi con Cerci che, come Torres in rossonero, sta giocando pochissimo.

La Juventus, invece, un gruzzolo da spendere ce l'ha. Sull'esterno di difesa ha puntato Alonso del Barca e potrebbe portare a casa Vrsaljko del Sassuolo. Difficile andare a trovare sul mercato di gennaio un difensore forte, tanto più che Nastasic preferisce andare da Mancini. E allora ecco che il pensiero sta tornando all'attacco. Le ambizioni in Champions sono cresciute, un attaccante importante e fisico in Europa serve e Simone Zaza può fare la prima, ma anche la seconda punta. La tentazione di anticipare l'opzione da giugno a gennaio è forte, c'è da convincere il Sassuolo e discutere sui sei mesi di prestito oneroso prima di chiudere l'affare (gli emiliani chiedono 20 milioni) a giugno.

Parlando di Juventus passiamo a Conte. La nostra anticipazione della scorsa settimana è stata confermata anche dai giornali francesi. Il Psg lo vuole per sostituire Blanc e gli offre un ricchissimo contratto per quattro anni. Conte aveva già rifiutato la scorsa primavera quando decise di restare alla Juve salvo poi ripensarci, ma ora i dubbi crescono. E' vero, come ha detto lui, che vuole provare a vincere con la Nazionale e Conte vive di sfide, ma il suo timore è quello di non poter lavorare. Anche gli ultimi contatti per gli stage, la Juve che non lo asseconda, le assenze dall'incontro con gli allenatori di tecnici importanti come Mancini, Benitez, Garcia e Zeman, lo lasciano perplesso. Vedremo, forse il finale non è scritto.

Scritto invece il destino di Zeman e Donadoni. Il Cagliari e soprattutto il Parma, sono due squadre incapaci di reagire, problema mentale e tecnico. Non resta che l'esonero per prendere a Cagliari un allenatore più adatto a una squadra che deve salvarsi (Ballardini?) e a Parma un tecnico capace di scuotere giocatori che sembrano già abbandonati a una retrocessione certa.

Tornando al mercato, ha molti giocatori in esubero anche la Fiorentina (Brillante verso Empoli), ma primo fra tutti c'è il caso Ilicic da risolvere. Come già anticipato ci sono offerte dalla Germania (Stoccarda e Werder), ma il giocatore vuole rimanere in Italia. Pradè sta cercando una strada per mandare a giocare questo attaccante molto talentuoso che ha bisogno di ritrovarsi e avere attorno meno tensioni. Il Torino lo vorrebbe in prestito, la Fiorentina si guarda attorno e due sarebbero le piste praticabili. Ilicic piace a Pioli, la Fiorentina sta pensando a proporre uno scambio con Klose che a Roma è scontento e in viola potrebbe trovare molto più spazio con il suo amico Gomez. Ma Ilicic piace anche all'Udinese (piazza che lo rilancerebbe di sicuro) dove potrebbe andare con Lazzari per supplire alla partenza di Badu per la coppa d'Africa. La Fiorentina ha messo gli occhi su Muriel che in viola con il suo caro amico Cuadrado potrebbe tornare a costituire la coppia dei sogni. Uno scambio con Ilicic-Lazzari per sei mesi con valutazioni da definire a giugno è più di un'idea. Per Pato invece i viola non hanno mai mosso niente e non ci pensano tanto più che l'ex rossonero ha già un contratto con l'Orlando per andare a giocare da marzo nella Lega americana .


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gigio firma subito ed esci dal tritacarne! Mercato Juventus, adesso tocca alla difesa. Città in rivolta: Borja Valero come Hernanes? Roma e Napoli: Milan e Inter snobbate 24.06 - La visita di Vincenzo Montella a Castellammare di Stabia ha riportato la vicenda nel suo ambito, quello della casa e della famiglia. Il PSG e il Real Madrid sono stati una tentazione, drenata e gestita da Mino Raiola, e possiamo comprenderlo. Ma oggi che anche il presidente del Senato...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Bonucci non è incedibile. Se vuole può partire. Douglas Costa o Bernardeschi? Iniesta con Cuadrado al Barça. Agnelli rimane presidente. Milan, Donnarumma resta 23.06 - Dalla notte di Cardiff sta nascendo il mercato della Juventus e neppure le liti (presunte o vere), i lunghi coltelli (veri o presunti) dello spogliatoio, potranno far cambiare idea a Marotta e Paratici. Avanti con questo gruppo, anche se i ritocchi saranno pesanti. E se qualcuno pensa...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma, ecco perché va via. Una storia scandalosa. Il Real lo aspetta, ma anche la Juve. Tornerà in Primavera o andrà in tribuna. Piace Neto. Inter, via Perisic. Nel mirino Bernardeschi e Borja Valero. Allegri aspetta Iniesta 16.06 - Donnarumma, una storia scandalosa. Una società investe sul settore giovanile, fa crescere un bambino, lo lancia in serie A, gli offre cinque milioni di ingaggio per cinque anni (una follia) e lui che fa? A diciotto anni dice no, vuole andar via per più soldi e forse più gloria. Una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter colpo a centrocampo, Juve passi avanti per N'Zonzi (e non solo), Milan il giorno di Donnarumma 15.06 - Si presenta Spalletti e spiega la sua filosofia. E mentre si presenta i suoi direttori lavorano per consegnargli una squadra che possa ricalcare più possibile le sue idee. Ecco perché è partita l'offensiva per Borja Valero. Il giocatore era già in cima alla lista dei desideri di Spalletti...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.