VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Inter, Deulofeu ha detto sì. Arriva se Coutinho va al Barca. Pressing per Politano. Icardi, il Real insiste. Il Milan cerca un attaccante fra Rafinha e Walcott, via Andrè Silva. Juve, Emre Can solo a giugno

05.01.2018 08:33 di Enzo Bucchioni   articolo letto 47195 volte
© foto di Federico De Luca

Comprare senza soldi è l’ideona di Inter e Milan. Del resto le ombre cinesi ci sono e sono tante.

Per l’Inter, Spalletti è stato chiaro: “Non possiamo comprare Pastore e Mikhitarian”. Punto. E allora? Il duo Bono-Bruce che cantano e suonano alla grande, come sono stati definiti Sabatini e Ausilio, sta cercando di affidarsi ai prestiti secchi. Anzi, secchissimi.

Alla ricerca di un esterno che salti l’uomo, di un giocatore con fantasia e velocità, ecco che l’attenzione è ferma su Deulofeu. Motivo? Semplice. Il giocatore vuole andare ai mondiali, ma se non gioca nel club non ci andrà mai. All’Inter ha detto subito sì, tornare a Milano e nel campionato italiano è una soluzione stimolante. C’è da convincere il Barcellona che vorrebbe invece monetizzare per recuperare con gli interessi almeno quello che ha pagato l’estate scorsa per riprendersi il giocatore dall’Everton (12 milioni). E poi il Barca aspetta l’arrivo di Coutinho. Se il Liverpool lo molla subito come sembra, bene, altrimenti Deulofeu resta al Barca. L’Inter, comunque, lavora per il prestito secco, di più in questo momento non può fare per Suning e per l’Uefa. Stesso discorso per un altro giocatore che sarebbe l’ideale nel tridente di Spalletti, vale a dire Politano del Sassuolo. Prestito secco oggi con qualche gentleman agreement per il futuro. In questo caso, però, c’è da vincere la resistenza di Iachini e pure la concorrenza del Napoli. Qualcosa, comunque, i nerazzurri dovranno fare per dare alternative a Spalletti nella fase offensiva e soprattutto per tenere la zona-Champions che diventa vitale per la crescita e per il futuro dei conti. Attenti, però. Dalla Spagna rimbalzano continuamente voci attorno a Icardi. Perez lo vuole al Real e quando il presidente dei Blancos si mette in testa qualcosa, è difficile fermarlo. E’ vero l’amore di Icardi per l’Inter è vero che Wanda Nara lavora per un nuovo accordo, ma tutti sappiamo cos’è il calcio di oggi. L’allarme è suonato e suona.

Se è per questo, il Milan l’allarme lo ha sempre inserito. Cosa può fare a gennaio? Diciamo niente? Ecco. Però il problema del gol esiste e allora anche qui si potrebbero tentare dei prestiti. Via Andrè Silva a maturare, ha molte richieste dalla Spagna, lo prenderebbe volentieri anche Montella. In entrata? Le piste portano a Rafinha che vuole lasciare il Barca per giocare negli ultimi mesi della stagione. Ma si sarebbe offerto anche Teo Walcott, ai margini nell’Arsenal, sempre per lo stesso motivo: giocare per provare a conquistare un posto ai mondiali con l’Inghilterra. Tutte operazioni, naturalmente, da prestito secco. E tutte complicate. Gattuso ha chiesto anche un centrocampista per far rifiatare Kessie, ma non è facile trovare un muscolare di qualità.

Chi invece non ha problemi e sa benissimo cosa fare è la solita Juventus che sta chiudendo con Emre Can. Come abbiamo già scritto, il Liverpool è informato che i bianconeri tratteranno per portarlo via a parametro zero. L’operazione è per giugno. Primo perché il Liverpool ora non può perdere contemporaneamente Coutinho e Emre Can, secondo perché il turco-tedesco non potrebbe giocare in Champions e intaserebbe soltanto la panchina di Allegri. Partito invece, come previsto, Pjaca con destinazione Schalke 04. Tornerà sicuramente a fine stagione. I movimenti della Juve a gennaio potrebbero finire qui, anche se il Valencia insiste per Sturaro finito ai margini delle scelte di Allegri e non solo per gli infortuni.

Chi dovrebbe fare qualcosa, di sicuro è il Napoli. Le parole di Adl “siamo già in tanti”, hanno il sapore delle frasi di circostanza per depistare. Sarebbe un peccato non provare a dare a Sarri qualche alternativa, soprattutto in fase offensiva. Inglese nicchia, il Chievo ha paura di perdere un attaccante e andare in difficoltà. Verdi? Piace, ovvio. Può essere un’alternativa ai tre attaccanti, ma 25 milioni sono tanti. L’operazione col Bologna sembrava già fatta qualche giorno fa, l’accelerata ci sarà da lunedì quando il campionato si ferma. Adl però, deve stare attento anche alle richieste sui suoi giocatori. E’ vero che ha blindato diversi contratti, ma dall’Inghilterra raccontano di un Mou innamorato di Jorginho. Tutto rimandato a giugno, con lo scudetto o senza scudetto, comunque il Napoli sta programmando molte novità.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Napoli e Deulofeu: contatto. L’Inter e le opportunità, incontro Juve-Samp, Cagliari Castan e non solo... 11.01 - L’agente di Deulofeu Gines Carvajal è stato a Milano. E ha incontrato il Napoli. Le distanze di ingaggio praticamente non ci sono, potremmo dire che è una sorta di accordo visto che le distanze si possono colmare in tempi anche brevi. Ora toccherà poi al Napoli andare a trattare con...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Caos VAR, la soluzione c’è! Loro Coutinho, noi Deulofeu… Roma, un big lascia? Milan, dubbio André Silva! 10.01 - Sono stati giorni caotici e complicati… Dal doveroso arrivederci alle Feste al “campionato falsato dal VAR”. Si esagera nella Feste, si sa. E stiamo esagerando anche con il VAR. Ci si continua a dimenticare che il VAR è al suo debutto, al suo primo anno. E’ un’innovazione sperimentale....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il mercato “tedesco” dei bianconeri. Inter: le tre mosse di gennaio e la rabbia di Spalletti. Napoli: il nodo Verdi e la scelta-scudetto. Milan: auguri Ringhio... e occhio alla sorpresa. Giù le mani dal Var! 09.01 - Buondì. “Auguri a te e famiglia” va in vacanza. Lo rispolvereremo a inizio dicembre 2018. Fine delle feste. Siamo tornati tutti. Non si trova parcheggio. Molti sono incazzati. Qualcuno ha smontato l’albero, l’ha messo in cantina. Altri no, lo lasciano lì “perché in fondo arreda”...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Qualcuno aiuti Spalletti: ecco di cosa ha bisogno l'Inter a gennaio. Milan, DNA Gattuso ma non credete ai miracoli. Tommasi in FIGC? Ha già distrutto la sua categoria. Gravina, unica soluzione credibile 08.01 - Spalletti se ne va in vacanza sbattendo la porta. Per uno come lui è stato già un miracolo aver aspettato il 5 gennaio prima di sbottare. Lo hanno preso, in estate, facendogli credere in una campagna acquisti che a Roma avrebbe potuto solo sognare. Gli hanno preso 4 rinforzi, di cui...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Dall'aperitivo allo Zero, passando per Donnarumma, Pulcinella e Kondogbia. L'alfabeto del mercato di gennaio, per evitare delusioni 07.01 - A come Aperitivo Pare un refrain che ogni anno va consolidandosi. Gli affari migliori si fanno davanti a un bicchiere di vino, magari in un bar con terrazza che guarda Milano. Per il resto ci sono Ipad, Whatsapp e le PEC. I locali oramai vietano pure l'entrata ai giornalisti, come...

EditorialeDI: Mauro Suma

Mercato: il patrimonio del Milan. Siviglia-Innaurato: e Marra? Pellò e Corsaro: juventini, che succede? Roma, Ninja paga per tutti 06.01 - Non c'è nessun bisogno disperato di soldi nel Milan. E non ci sono nemmeno limiti e restrizioni. Questi sono solo luoghi comuni autoreferenziali fra loro: triti, ritriti, ruminati, stressati. Considerando una parte e non il tutto. A inizio 2018, vale la pena tirare le file di tutte...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.