VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Inter, e siamo a otto...Roma, non perdere De Rossi! Il lupo Zabivaka e Miss Bum Bum

02.11.2016 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 20020 volte
© foto di Federico De Luca

Lo ammetto: mi spiace molto per Frank. Ho la netta sensazione di non aver compreso a pieno questo olandese dallo sguardo torvo, alla Sentenza de Il Buono, il Brutto e il Cattivo... E' arrivato tardi, si è svegliato tardi, se ne va presto (85 giorni da condottiero nerazzurro). Forse, in un altro contesto, probabilmente ci avrebbe fatto divertire ma, si sa, l'Inter, almeno ultimamente, non ha tanta pazienza (e neppure se la può permettere). Ho fatto due calcoli. Dall'era del Triplete, quando Mourinho imperversava per le vie di Milano, sono già otto gli allenatori che hanno provato, senza riuscirci, a raccogliere l'eredità dello Special One. Il primo a cadere è stato Benitez, ancora oggi in lotta con la società per non avergli dato ciò che aveva chiesto in termini di giocatori. Poi, nell'ordine, sono andati al tappeto Leonardo, Gasperini (altra scelta affrettata), Ranieri, Stramaccioni, Mazzarri, Mancini e ora De Boer. Tanti, troppi. La conferma che, all'Inter, regna una gran confusione. Purtroppo, quando si è vinto tanto in passato, è dura tornare a vincere ma neppure impossibile (leggi Juventus). L'errore più grande resta quello di aver "convocato" De Boer fuori tempo massimo. Ci ha rimesso l'olandese, l'Inter e, soprattutto, la squadra che, seppur forte (la rosa nerazzurra resta, a mio avviso, la migliore dopo quella bianconera), si è persa nella nebbia... E ora? Almeno è stato scelto un tecnico italiano, Pioli, che conosce, alla perfezione, il calcio italiano (al momento in cui scrivo manca ufficialità, bel rischio quando si parla di "pazza Inter"). Non potrà fare miracoli ma, sicuramente, darà un'identità alla squadra. Tornerà l'ordine, regole ben precise e, sicuramente, una squadra molto più attenta in fase difensiva. Basterà per arrivare in Champions League? Sì, a patto che le altre rallentino...
Passiamo alla Roma... La sfiga, perché di questo parliamo, sta martoriando Spalletti. Ogni giorno, il popolo giallorosso prega che nessuno si faccia male. C'è però dell'altro: Daniele De Rossi. Il centrocampista, Campione del Mondo 2006 e bandiera giallorossa, è in scadenza di contratto. Chiaro, i 6,5 milioni di euro, a stagione, portati a casa fino ad ora, sono una cifra monster, impossibile da replicare per il futuro. Ma, da uomo intelligente quale è, De Rossi pare pronto a ridursi, sensibilmente, lo stipendio, pur di restare a Roma. Ecco, meglio arrivare ad un accordo in tempi brevi... Ricordate Pirlo? Sembrava finito al Milan, poi fece la fortuna della Juve... De Rossi è ancora un grandissimo campione e merita di continuare a giocare nella sua squadra, la Roma... Certo, la MLS spinge (Kansas City è pronta a fare follie per portarlo negli States) e la Juventus è sempre alla finestra, quindi, caro Pallotta, meglio intervenire...
Passo ad una notizia meravigliosa che mi ha fatto divertire. La mascotte dei Mondiali di Russia, anno 2018, sarà un lupo. Si chiama Zabivaka ed ha sbaragliato tutti i rivali, ossia un gattino e un tigrotto. Un lupo che ha già avuto la sua madrina d'eccezione: Suzy Cortez. Miss Bum Bum 2015, la procace brasiliana è stata invitata dalla Federazione Calcistica Russa per uno shooting fotografico, decisamente hot, per "mostrare" la nuova mascotte al mondo. Ovviamente tutti hanno notato altro nelle foto della Cortez... Vedere per credere!!!
Una battuta anche su Zidane. A 44 anni, è arrivato a quota 100 presenze da allenatore, con già una Champions League vinta alla guida del Real Madrid. Sembrava un tecnico "creato per esigenze mediatiche", forse l'abbiamo sottovalutato. Al Real, per resistere tanto, devi vincere e, in questo, Zizou continua ad essere uno dei migliori della pista... Invece, sento troppe critiche nei confronti di Ibra. Dicono che fa giocare male i compagni e che è troppo egoista. Ma vaaaaaa? Lo scoprono adesso? E' sempre stato così, è la sua forza... Comunque, se a Manchester, sponda United, sono stanchi di Ibra, credo che, in Italia, in tanti lo abbraccerebbero a braccia aperte, anche se è troppo egoista...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan grandi idee (Bonucci), Juve-Schick, Roma e gli attaccanti... 13.07 - L'idea è ambiziosa, esattamente come il Milan del nuovo corso. Finora nessun contatto, neanche ufficioso, fra le società. Ma i rossoneri pensano a Bonucci. Hanno cominciato a sondare il terreno, a parlare con il procuratore del ragazzo (l'altro ieri Lucci era a casa Milan anche per...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.