HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Editoriale

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice

12.01.2018 07:25 di Enzo Bucchioni   articolo letto 50273 volte
© foto di Federico De Luca

Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino a Firenze, due anni fa, provocò la rottura fra Sousa e la Fiorentina a quei tempi seconda in classifica.

Una squadra italiana, l’Inter, ci riprova e le possibilità di chiudere sono moltissime, forse l’affare è fatto, ma trattare con il Benfica è sempre complicato e la cautela un obbligo. Lisandro è valutato otto milioni dai nerazzurri, il Benfica ne vuole undici, naturalmente l’Inter è disposta a firmare un pagherò: prestito con obbligo di riscatto. Il solito giochino di chi non può spendere. Ma l’Inter è obbligata a fare mercato creativo. Andare in Champions diventa quasi una urgenza per alzare il fatturato e di conseguenza poter muoversi meglio in onore al fair play finanziario.

Non è un caso che proprio l’Inter stia lavorando molto in questo mercato. E’ evidente come alcuni ruoli siano scoperti, il centrale di difesa, appunto, ma anche il trequartista da piazzare alle spalle di Icardi. Come sappiamo per quel ruolo piace Rafinha del Barca. Come è nata l’idea? Negli ultimi tempi l’Inter è diventata prevedibile, a centrocampo c’è bisogno di forza, ma anche di inventiva. Rafinha è quel tipo di giocatore lì e al Barca non ha spazio. Ecco che da un’idea si è passati ai fatti. Ma servirebbe anche velocità sulle fasce. Nel mirino c’è sempre anche Deulofeu che aveva già dato il suo ok per tornare a Milano, ma siccome più di un paio di interventi non si possono fare per ovvie ragioni e Cancelo può fare anche l’esterno alto, Spalletti preferisce Rafinha. Il brasiliano è fermo dalla primavera e questo è un rischio, inoltre il Barca vuole più di venti milioni. Si tratta, ma ieri sera Spalletti ha ribadito che "la trattativa non è facile". E te credo.

Deulofeu resta comunque sullo sfondo come alternativa a Candreva e Perisic, ma nel frattempo sul giocatore è diventata più insistente la corte del Napoli. Come finirà? Gli allenatori premono per avere i rinforzi in rosa già da questo fine settimana quando riprenderanno gli allenamenti. Dura. De Laurentiis si è incontrato con Sarri, è andato fino a Figline Valdarno per parlare a quattr’occhi e probabilmente il discorso si è allargato anche al futuro del tecnico. Come sappiamo Sarri ha una clausola da 8 milioni e molte società europee lo hanno messo nel mirino. Adl lo vorrebbe trattenere e riaprire con lui un nuovo ciclo. Non è un caso che il Napoli stia lavorando molto anche sul futuro. Per il presente l’obiettivo primario è Verdi. Napoli e Bologna sono d’accordo sui venti milioni, manca l’ok del giocatore che è in vacanza e deciderà nel week end, per lunedì è previsto l’incontro decisivo. Sarri lo conosce e pensa a Verdi come alternativa a tutti e tre i suoi attaccanti. Può fare anche il nove al posto di Mertens. Deulofeu è più esterno, forse meno adatto al gioco di Sarri, ma la sua esplosività piace molto. Più lontana, invece, l’ipotesi di prendere anche un esterno di difesa perché Ghoulam sta sorprendendo perfino i medici, nel recupero è più avanti di Milik che si era fatto male quasi due mesi prima. Un super man.

Come si vede, in questi primi giorni si stanno muovendo proprio Inter e Napoli le due società che hanno capito di avere a portata di mano la Champions (l’Inter) e di poter lottare fino all’ultimo per lo scudetto (Napoli) e vogliono provarle tutte fino in fondo. Le altre, più o meno, stanno alla finestra anche se il colpo vero l’ha già fatto la Juve che come vi abbiamo già scritto tempo fa, ha chiuso per Emre Can a parametro zero. Arriverà a giugno, gran giocatore. Sempre in ottica futura, Paratici ha incontrato il Cagliari per fare il punto su Barella sul quale c’è un’opzione come anticipato diverso tempo fa. Il Cagliari, ricordiamolo, ha il giovane Romagna della Juve che sta facendo bene. Anche la Lazio con Caceres ha sistemato l’unico ruolo un po’ scoperto.

Per il resto movimenti di piccolo cabotaggio e soldi pochi. In Europa alcune grandi società pensano al nuovo allenatore e in particolare la dura legge del Real sta per colpire anche il vincente Zidane. Al Real è così, devi vincere sempre, non basta mai: chiedere ad Ancelotti. Zidane a fine stagione sarà esonerato e Florentino Perez pensa a uno fra Loew e Conte. Il tedesco ha un contratto ancora lungo con la Nazionale, Conte sembra in pole position. C’è tempo per pensare, ragionare, definire.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Roma: Olsen e Malcom. Il Milan insiste per Morata. Napoli tra Sabaly, Lainer e Arias. Juve c’è Darmian 21.07 - La Roma torna protagonista sul mercato. La cessione di Alisson, che ha portato nelle casse giallorosse 75 milioni di euro compresi bonus, permette a Monchi di lavorare su altri 2 obiettivi. Olsen è in pole position. Il portiere svedese è passato in testa e sta battendo un’agguerrita...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci, Donnarumma e Suso via dal Milan: oggi si saprà. Sarri vuole Reina, in ballo Morata. Cavani e il Napoli, dalla Francia insistono. E la suggestione continua anche per Luigi De Laurentiis... 20.07 - Soltanto oggi sapremo se il Milan giocherà o meno l’Europa League, il Tas si è preso qualche ora in più per decidere. Da questa sentenza dipenderà molto del futuro di Bonucci, Donnarumma e Suso. Senza l’Europa ci sarà un’altra perdita di una ventina di milioni e una ricaduta negativa...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Alisson al Liverpool e il giro dei portieri, la Juve fra Higuain, Rugani e Pjanic. Il Milan fra TAS, Elliot e mercato. Un mese in apnea (non solo per il mercato) 19.07 - Ormai Alisson è un giocatore del Liverpool. E così a spuntarla è stata il terzo, che si prende uno dei portieri più forti del mondo, sicuramente il più caro. Lo ha seguito il Real che però non ha mail voluto affondare il colpo perché non convinto di voler spendere così tanto. Ci ha...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Qui Radio Mosca: c’è qualcosa che nessuno vi ha detto sul Mondiale. Che forse sentite lo stesso. Perché chi se ne frega che abbia vinto la Francia o la Croazia (beh certo, fosse stata l’Italia…) 18.07 - Qui Radio Mosca, è l’ultima corrispondenza di Russia2018, siamo sul treno per San Pietroburgo per disperdere la malinconia per questo Mondiale che si allontana nel tempo e che dice a ognuno di noi che si chiude un periodo della nostra vita, ché ammettiamolo: tutti ragioniamo scandendo...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la lezione di Ronaldo, il nodo-Higuain e gli alibi agli avversari. Inter: da Perisic a Icardi, il cambio di rotta dei critici a prescindere (e occhio a centrocampo). Napoli "vede" Cavani. E il Milan sceglie il suo bomber (Morata o...) 17.07 - “Cristiano Ronaldo fa la cacca anche lui”. Era la grande lezione di vita di mio nonno: “Quando qualcuno ti sembra inarrivabile, lontano, quando hai paura e ti senti in difetto, ricordati che fa la cacca anche lui. In un attimo lo vedrai sotto altri occhi”. Questa grande pillola di...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Benvenuti al Ronaldo day. Tra depistaggi e ombre. Higuain, giusto andare. Milan, cambiare ora non avrebbe senso. Napoli, ripetersi così è difficile... 16.07 - Ci siamo! Il momento, di mercato, più atteso degli ultimi 30-50 anni è arrivato. Ronaldo, il più forte del mondo, alla Juventus, la più forte d'Italia. In questa settimana il calcio italiano si è diviso in due; come sempre: c'è chi ha visto il vantaggio solo per la Juventus e chi,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

CR7 a Torino è un colpaccio per la Juventus, non per la Serie A. In Italia (e non solo) va avanti il monopolio e il risultato finale sarà uno solo: la nascita della Superlega 15.07 - Se ne sono dette tante, troppe. E forse è anche giusto così. Perché Cristiano Ronaldo è un acquisto che almeno per qualche giorno ha riportato l'Italia al centro del mondo calcistico. Ha risvegliato i sogni e riportato con la memoria indietro nel tempo, quando i grandi campioni -...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, assalto a Vrsaljko e Dembelé. Per Milinkovic Savic ora c’è il Real. Higuain e Rugani verso il Chelsea, che pensa anche ad Alisson. Florenzi rinnova fino al 2023 14.07 - L’Inter non si ferma e tenta il doppio colpo. Ausilio continua a lavorare per provare a chiudere altri due acquisti. A centrocampo l’obiettivo è Dembélé. Il belga è fortemente tentato dall’idea di misurarsi nel campionato italiano. La presenza di Nainggolan è uno stimolo in più per...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cavani è la risposta del Napoli a Ronaldo. De Laurentiis tratta con il Psg, ingaggio da spalmare. Ma è il Milan il futuro di Giuntoli con Conte in panchina. Sarri e Zola firmano per il Chelsea. Juve lascia via libera al Real per Milinkovic Savic 13.07 - De Laurentiis ha incassato da signore (o quasi) il colpo del secolo messo a segno dalla Juventus. E adesso come risponderà all’acquisto di Ronaldo? Chi lo conosce bene sa che le dichiarazioni di questi giorni sono fumo per mascherare le intenzioni e la realtà. Non si prende un allenatore...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non solo Cristiano Ronaldo... la serie A risponde 12.07 - Cristiano Ronaldo alla Juventus ha avuto un’eco mediatica incredibile. E questo è solo l’assaggio di quello che succederà in Italia da adesso in poi. A cominciare da lunedì, quando ci sarà il CR7-day. Arrivo, visite mediche, conferenza stampa e presentazione. Poi da lì in poi inizierà...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy