VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Inter-Juve: guerra o... Vucinic? Le strade di Marotta se parte Mirko. Diamanti sedotto e abbandonato. Il giro degli attaccanti e le strategie di Sabatini. In B c'è un flop

Alfredo Pedullà è nato a Messina il 15 aprile 1964. Lavora a Rai Sport, giornalista per passione e convinzione. Il più bel premio ricevuto è l'affetto della gente
26.01.2014 00:00 di Alfredo Pedullà  Twitter:    articolo letto 45271 volte
© foto di Federico De Luca

Chissà se faranno la pace. Inter e Juve non si parlano, colpa dello scambio Vucinic-Guarin. Lo avevano concordato, poi Thohir e Moratti se lo sono rimangiati. Liberi di farlo, fino a quando non ci sono le firme. E forse le considerazioni tecniche non sono sbagliate. Ma se era stata l'Inter a chiederlo, come dice la Juve, e ad avallarlo beh un bel bicchiere di cianuro è inevitabile da mandare giù. Cosa può succedere adesso? Guarin è li che aspetta. Anzi, più che altro è l'Inter ad aspettare una proposta che sia da considerare molto cash. Tottenham o Galatasaray? United oppure chi? Per ora timidi sondaggi. Saranno giorni molto caldi sotto quest'aspetto. Una riapertura alla Juve? Mah, la vedo dura, avevano detto di no. E Vucinic può viaggiare su un binario completamente staccato dall'originaria idea di fare quel maledetto (maledetto, poi, per l'Inter che si è pentita) scambio? Vucinic può riaprirsi se Inter e Juve torneranno a dialogare. E se chiariranno alla larga da qualsiasi rancore. Si potrebbe fare un'operazione da circa nove-dieci milioni. Riscatto garantito compreso. Entro domani sapremo: se non si dovesse trovare un"intesa, Mirko valuterebbe le altre possibilità. Idea Monaco, l'Arsenal che vorrebbe prenderlo in prestito e a queste condizioni la Juve non ci sente.
E cosa accadrebbe se Marotta, com'è possibile, desse il via libera per la cessione di Vucinic in presenza di un'offerta congrua? La Juve farebbe un tentativo per Morata, profilo che piace moltissimo (anche all'Inter). Senza perdere d'occhio Nani, una priorità di Conte, gradimento totale. Cercando di capire cosa accadrà in casa Southampton per Osvaldo: da settimane diciamo che in prestito non ci sarebbe trippa per gatti, ma Pablo Daniel sta facendo le bizze, la situazione può cambiare. Il mercato negli ultimi giorni può essere una sorpresa continua. Non distraiamoci. Intanto la Juve ha ormai bloccato un difensore, ritenuto fortissimo in prospettiva, oggi in azione al Kansas City: Palmer-Brown, classe 1997, già nel giro dell'Under 20 malgrado la giovanissima età. La Juve ha già investito 250 mila dollari, ha studiato vari bonus e ha deciso di lasciarlo dov'è fino al compimento della maggiore età. Si lavora anche così, bloccando i talenti ritenuti di successo, per ipotecare un futuro sempre più luminoso.
Sei giorni scarsi allo stop, ci avviciniamo alla scadenza di venerdì alle 23. E come tutte le cose italiane, decidiamo sempre all'ultimo o al penultimo minuto di intervenire quando si potrebbe con quindici giorni di anticipo. Siamo italiani: pigri, lenti, riflessivi e con mille calcoli da fare. Diamanti al Guangzhou è saltato sul più bello, quando il Bologna aveva detto sì per motivi di bilancio. Ora Alino deve rimboccarsi le maniche: non è semplice ripartire quando avevano mandato in onda i titoli di coda. Ramirez sarebbe stato un'idea in caso di partenza, ora è possibile che Gaston resti in Inghilterra fino all'estate, considerato che i tempi di recupero dopo l'infortunio potrebbero allungarsi. Nel frattempo Borriello ha scelto di andare al West Ham, resta Gilardino come boccone prelibato per tutti: il Bologna vorrebbe, il Sassuolo (in pressing su Floccari) ci ha provato, ma il Genoa sa che prima di dar via Alberto bisogna avere un sostituto all'altezza. Era Borriello, ma il castello è crollato. Tutto questo mentre Mihajlovic pensa a Maxi Lopez da almeno un paio di giorni, con buone possibilità di riabbracciarlo ricordando la bellissima stagione di Catania, quando Maxi faceva pentole e coperchi sotto gli occhi di Sinisa. Non chiedetemi di D'Ambrosio, ormai non è più una notizia: per gennaio o per luglio sarà Inter. Vorrei capire il programma della Lazio, se non quello di resistere per Hernanes (ma senza rinnovo sarebbe poi dura arrivare vivi a luglio). Molto bene la Roma: sogna Pastore per luglio, più di un sogno, marca un difensore (Heitinga in lista) e continua a seguire talenti per il futuro, mi dicono che Souttar e Gauld - entrambi del Dundee United - abbiano stregato Sabatini, presto una probabile missione per chiudere o cercare di chiudere, doppia operazione per luglio.
Non commento Essien al Milan: con l'aria che tira in casa rossonera si tratta di un dato sicuro in attesa di tempi migliori. Mi aspetto che il Napoli si svegli: un difensore serve come il pieno di benzina prima di fare 700 chilometri di autostrada. Henrique sarebbe duttile (valorizzato da Scolari anche a centrocampo), Ralf resta nel mirino, l'importante è non sognare di notte Gonalons fino al 31 e poi svegliarsi in presa agli incubi. Sullo sfondo ancora Capoue, ma alle condizioni del Tottenham. Intanto, il Napoli continua a perdere punti assurdi, occhio. Aggiornamento su Agazzi: il Milan lo segue anche per giugno, come scritto il 23 novembre scorso, sul portiere in scadenza a Cagliari c'è anche un club della Premier. Intanto Agazzi spera di andare a giocare fino a giugno, sondaggi di Chievo e Udinese.
La serie B resta un campionato appassionante, la prima dopo la lunga sosta ha prodotto sorprese clamorose. Subito in sella Attilio Tesser, ha già restaurato la Ternana. Impressionante il flop di Carmine Gautieri: doveva restaurare il Varese, lo sta affondando, bisogna svegliarsi. Preoccupa l'andamento lentissimo del Padova, mentre Iachini anche quando pareggia allunga. Quindi, Palermo predestinato: nessuna sorpresa, almeno in questo caso.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato 23.07 - Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.