VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Inter: lo Jiangsu il grimaldello per il Fair Play. Roma: Caceres, rischio-Gabbiadini. Conte: effetto Chelsea sulle convocazioni. Milan: niente Kucka per il Toro

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
04.06.2016 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 42538 volte

L'Inter è sotto fair play finanziario. Il club nerazzurro e l'Uefa si sono parlati, si sono stretti la mano, hanno ratificato tempi e accordi. La squadra è alla Fase a gironi di Europa League e non può far finta di niente. Ma l'accordo imminente con il brand Suning apre alla Società milanese una straordinaria quanto immediata opportunità. Suning Group non è infatti solo un colosso dell'elettronica e degli elettrodomestici. Ha una squadra di calcio, lo Jiangsu, proprio la stessa squadra che nel corso dello scorso mese di Gennaio ha misteriosamente e imprevedibilmente cambiato sul filo di lana i termini dell'accordo economico con il "milanista" Luiz Adriano quando il calciatore brasiliano si è presentato a Nanchino. Ma, bando agli incisi, avere una squadra di calcio significa acquistare grandi campioni e poi magari prestarli...Ad esempio, all'Inter. Se così fosse, i paletti del fair play sarebbero salvi. Lo Jiangsu può fare tutto questo, così come ha speso 100 milioni nell'ultimo mercato per Alex Texeira e Raimires. E il FPF rimarrebbe immacolato anche nel caso in cui l'Inter potesse cedere alcuni suoi giocatori a prezzi importanti sempre allo Jiangsu. Chi stabilisce il prezzo dei giocatori? A livello istituzionale e regolamentare, è campo apertissimo alla libera trattativa. Non è solo Inter-Suning. E' soprattutto Inter-Jiangsu.

Sono molte le voci di mercato che attribuiscono l'uruguagio Martin Caceres alla Roma. Guardia alta: a Gennaio sembrava ci fosse un derby di mercato Milan-Inter per il giocatore, ma non era vero. Tra Roma e Juventus c'è un asse televisivo, la Roma sta pensando di rizollare la difesa, per cui è una voce che, con prudenza, si può seguire. Ma a questo punto è la Roma che dovrebbe fare tesoro di un precedente: Gabbiadini. La Juventus lo ha lasciato partire, destinazione Napoli, con la stessa "ansia" con cui spera di trovare una sistemazione per Caceres. Esattamente nello stesso modo, né più né meno. Ma Gabbia a Napoli non è progredito, non è esploso, non ha cambiato passo. Per Caceres a Roma le premesse sono le stesse, se fossero i medesimi anche gli sviluppi sulla sponda giallorossa del Tevere ci sarebbe ben poco di cui rallegrarsi.

Le mancate convocazioni di Donnarumma, Abate e Bonaventura non sono passate inosservate. Le chiamate di Meret e Sturaro sembrano messaggi chiari, duri, diretti, non le possiamo definire ritorsioni ma sembrano comunque avere un retrogusto obliquo, amarognolo. La pancia della tifoseria rossonera non ha preso bene tutto questo, così come la mancata convocazione di Romagnoli, volutamente sottostimato nelle pagelle ma reduce da una ottima stagione, a discapito di Ogbonna. Il sottobosco delle voci e l'ufficio malignità in servizio permanente effettivo nel calcio attribuiscono ad alcuni pregiudizi, tutti interni al sistema di rapporti e relazioni del mondo del pallone, queste scelte. Non abbiamo verificato, non possiamo provare, stiamo zitti. Non possiamo sapere se davvero i contatti sviluppati sulla strada di Londra possano aver influito in qualche maniera sulle convocazioni per l'Europeo, l'unica cosa che ci auguriamo è che il campo smentisca tutto e sopisca ogni tipo di illazione.

Il calcio frulla, il calcio cambia. Nove mesi fa, alla fine del mese di Agosto dell'anno di grazia 2015, Juraj Kucka era un insulto per i tifosi del Milan. Era il simbolo della Spectre di mercato. Il simbolo del declino. Uno schifo allo stato puro. Nove mesi dopo, lo stesso giocatore, Kucka, il 50 per cento della rappresentanza del Milan ai prossimi Europei, guai a chi lo tocca. Giocatore importante, giocatore che deve rimanere, questo pensano i tifosi. Nello scorso Settembre, dopo la sua prima ottima prestazione con il Milan contro il Palermo, secondo tempo giocato con una caviglia gonfia e blu ma ugualmente decisivo, di Kucka disse Mihajlovic: "Noi veniamo da quelle parti là dell'Europa e ci capiamo. Lui aveva male alla caviglia, ma gli ho detto che senza di lui non avremmo vinto e allora è tornato in campo". Risultato Milan-Palermo 3-2. Risultato di oggi, a Mihajlovic, nuovo allenatore del Torino, Kucka piace ancora molto, sono due che continuano a parlare la stessa lingua. Il Milan conosce questo feeling e questo gradimento. Ma Kucka non parte e resta al Milan.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.