HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Niente Premier per Dybala: dove andrà adesso la Joya?
  Resterà alla Juventus con Sarri
  Andrà all'Inter in coppia con Lukaku
  Al PSG per l'eredità di Neymar
  A una grande di Spagna, Real o Barcellona
  Al Bayern Monaco in Bundesliga

La Giovane Italia
Editoriale

Inter: lo Jiangsu il grimaldello per il Fair Play. Roma: Caceres, rischio-Gabbiadini. Conte: effetto Chelsea sulle convocazioni. Milan: niente Kucka per il Toro

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
04.06.2016 00:00 di Mauro Suma   articolo letto 42633 volte

L'Inter è sotto fair play finanziario. Il club nerazzurro e l'Uefa si sono parlati, si sono stretti la mano, hanno ratificato tempi e accordi. La squadra è alla Fase a gironi di Europa League e non può far finta di niente. Ma l'accordo imminente con il brand Suning apre alla Società milanese una straordinaria quanto immediata opportunità. Suning Group non è infatti solo un colosso dell'elettronica e degli elettrodomestici. Ha una squadra di calcio, lo Jiangsu, proprio la stessa squadra che nel corso dello scorso mese di Gennaio ha misteriosamente e imprevedibilmente cambiato sul filo di lana i termini dell'accordo economico con il "milanista" Luiz Adriano quando il calciatore brasiliano si è presentato a Nanchino. Ma, bando agli incisi, avere una squadra di calcio significa acquistare grandi campioni e poi magari prestarli...Ad esempio, all'Inter. Se così fosse, i paletti del fair play sarebbero salvi. Lo Jiangsu può fare tutto questo, così come ha speso 100 milioni nell'ultimo mercato per Alex Texeira e Raimires. E il FPF rimarrebbe immacolato anche nel caso in cui l'Inter potesse cedere alcuni suoi giocatori a prezzi importanti sempre allo Jiangsu. Chi stabilisce il prezzo dei giocatori? A livello istituzionale e regolamentare, è campo apertissimo alla libera trattativa. Non è solo Inter-Suning. E' soprattutto Inter-Jiangsu.

Sono molte le voci di mercato che attribuiscono l'uruguagio Martin Caceres alla Roma. Guardia alta: a Gennaio sembrava ci fosse un derby di mercato Milan-Inter per il giocatore, ma non era vero. Tra Roma e Juventus c'è un asse televisivo, la Roma sta pensando di rizollare la difesa, per cui è una voce che, con prudenza, si può seguire. Ma a questo punto è la Roma che dovrebbe fare tesoro di un precedente: Gabbiadini. La Juventus lo ha lasciato partire, destinazione Napoli, con la stessa "ansia" con cui spera di trovare una sistemazione per Caceres. Esattamente nello stesso modo, né più né meno. Ma Gabbia a Napoli non è progredito, non è esploso, non ha cambiato passo. Per Caceres a Roma le premesse sono le stesse, se fossero i medesimi anche gli sviluppi sulla sponda giallorossa del Tevere ci sarebbe ben poco di cui rallegrarsi.

Le mancate convocazioni di Donnarumma, Abate e Bonaventura non sono passate inosservate. Le chiamate di Meret e Sturaro sembrano messaggi chiari, duri, diretti, non le possiamo definire ritorsioni ma sembrano comunque avere un retrogusto obliquo, amarognolo. La pancia della tifoseria rossonera non ha preso bene tutto questo, così come la mancata convocazione di Romagnoli, volutamente sottostimato nelle pagelle ma reduce da una ottima stagione, a discapito di Ogbonna. Il sottobosco delle voci e l'ufficio malignità in servizio permanente effettivo nel calcio attribuiscono ad alcuni pregiudizi, tutti interni al sistema di rapporti e relazioni del mondo del pallone, queste scelte. Non abbiamo verificato, non possiamo provare, stiamo zitti. Non possiamo sapere se davvero i contatti sviluppati sulla strada di Londra possano aver influito in qualche maniera sulle convocazioni per l'Europeo, l'unica cosa che ci auguriamo è che il campo smentisca tutto e sopisca ogni tipo di illazione.

Il calcio frulla, il calcio cambia. Nove mesi fa, alla fine del mese di Agosto dell'anno di grazia 2015, Juraj Kucka era un insulto per i tifosi del Milan. Era il simbolo della Spectre di mercato. Il simbolo del declino. Uno schifo allo stato puro. Nove mesi dopo, lo stesso giocatore, Kucka, il 50 per cento della rappresentanza del Milan ai prossimi Europei, guai a chi lo tocca. Giocatore importante, giocatore che deve rimanere, questo pensano i tifosi. Nello scorso Settembre, dopo la sua prima ottima prestazione con il Milan contro il Palermo, secondo tempo giocato con una caviglia gonfia e blu ma ugualmente decisivo, di Kucka disse Mihajlovic: "Noi veniamo da quelle parti là dell'Europa e ci capiamo. Lui aveva male alla caviglia, ma gli ho detto che senza di lui non avremmo vinto e allora è tornato in campo". Risultato Milan-Palermo 3-2. Risultato di oggi, a Mihajlovic, nuovo allenatore del Torino, Kucka piace ancora molto, sono due che continuano a parlare la stessa lingua. Il Milan conosce questo feeling e questo gradimento. Ma Kucka non parte e resta al Milan.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

La Fiorentina non si ferma, Roma inizia la trattativa per Rugani, ancora stallo Icardi, l’attesa di Sanchez e il giro degli attaccanti in A (dalla Juve in giù)… 22.08 - La Fiorentina non si ferma a Ribery. Il grande entusiasmo scatenato a Firenze per l’arrivo del francese non è solo della tifoseria, ma anche della nuova proprietà che vuole mantenere le promesse di costruire una squadra competitiva e che abbia la stessa ambizione finora mostrata da...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

La Juventus ha chiesto Suarez, Rakitic e Dembelé! Icardi ha il numero di maglia all’Inter! Rimarrà?… Il Napoli ha pronta l’ultima offerta, ma stavolta vuole la certezza. Il PSG rifiuta la terza proposta del Barcellona per Neymar 21.08 - I conti devono tornare in casa Juventus, e allora la missione di Paratici a Barcellona ha preso pieghe inaspettate. Niente Neymar, come gira dalle voci messe in giro dalla famiglia del brasiliano per mettere pressione sul Barcellona (più in basso vi informiamo sulla risposta del PSG...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: sogno Neymar! Ma ne vale la pena? Inter: Sanchez c'è, il pensiero di Icardi, la voce Vidal. Milan: Piatek e le solite sentenze. Napoli: Lozano e Llorente per Carletto. E Balotelli... 20.08 - Buongiorno e buonasera. Tra due settimane chiude il carrozzone del mercato e purtroppo resteranno solo quelle cose noiose chiamate partite. Facciamoci forza. Il dato di fatto è che puoi allungare i tempi del mercato quanto vuoi ma comunque tutti i club si ridurranno a fare le loro...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

E se Demiral valesse più di De Ligt? 14 giorni alla fine e come sempre i botti arriveranno nelle ultime ore. Inter, ecco il colpo da scudetto… Benevento, Inzaghi non dà garanzie. Cremonese, Monza e Bari: la stagione della vita 19.08 - Che De Ligt sia un campione nessuno lo mette in discussione e il suo valore lo dimostrano sia l’ultima stagione all’Ajax che il costo del cartellino. Sull’ingaggio, poi, come sempre è stato un maestro Mino Raiola a far guadagnare il più possibile al calciatore. La Juventus, comunque,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

Icardi, è giunta l'ora della verita: Marotta sta facendo di tutto per far saltare il piano dell'ex amico Paratici. Bravo Balotelli, per una volta ha scelto la testa (ma il Flamengo ci ha messo del suo) 18.08 - Solo e sempre Mauro Icardi. E come si può parlare di altro? Alla fine del calciomercato mancano due settimane ed entro due settimane anche quello che è un tormentone di calciomercato che s'è trasformato in telenovela, un caso che ci accompagna e fa discutere ormai da otto mesi, è...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Il rinnovo di Dzeko con la Roma cambia gli scenari su Icardi. Riprende quota lo scambio con Dybala, ma anche il Napoli è in corsa. Il Milan aspetta un segnale dall’Atletico per Correa e punta a blindare Suso, Bonaventura e Donnarumma 17.08 - Il rinnovo di Dzeko fino al 2022 con i giallorossi cambia le carte in tavola in un colpo solo. L’Inter ora deve trovare un’altra punta centrale, la Roma non è più una pretendente per Icardi e la permanenza di Edin di fatto tiene a Torino Higuain. Il mercato degli attaccanti si arricchisce...

Editoriale DI: Luca Serafini

Milan, mancano ancora un leader e una seconda punta. Correa e André Silva due misteri da chiarire 16.08 - Non ci sono dubbi sul fatto che le strategie del calciomercato rossonero di questa estate 2019, incanalato dalle precedenze societarie riguardo a valutazioni e bilanci, siano state concertate in tutto e per tutto con il nuovo allenatore Giampaolo. Forse il solo Hernandez, preso subito,...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Ancora Icardi, ancora Dzeko, ancora attese e strategie: ma per quanto? Roma fra rinnovi e difensori, Juve e uscite, Fiorentina scatenata e il Napoli aspetta... 15.08 - Le trattative si sa quando iniziano ma non si sa quando finiscono. E soprattutto non si sa come finiscono. Soprattutto quelle complesse, con tanti attori in gioco come quella che coinvolge 4 società italiane importantissime e almeno 3 giocatori di primissimo piano. Naturalmente stiamo...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

L’Inter prova lo sgambettone alla Juventus: Icardi al PSG per bloccare Dybala! Contattato anche il giocatore. La Roma per Icardi c’è: fatta l’offerta più alta! Cosa è cambiato, ma… Neymar-Barcellona: ecco cosa manca, e perché ci riguarda 14.08 - Se si incrociano per strada Marotta e Paratici cominciano a graffiarsi come due gatti per la conquista del quartiere, sarà così almeno fino al 2 settembre, se non oltre. Per questo - anche - sembra difficile pensare alla soluzione finale più logica, a quel Dybala per Icardi che sarebbe...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

La Juve "grassa" cerca vie di uscita (ma Paratici non può permettersi quella mossa). Le mosse del Milan per arrivare alla punta. Napoli, è ora di comprare da grande? Inter: il destino di Icardi 13.08 - (La hostess sta spiegando la procedura d'emergenza. Sul video a corredo una madre sorride e mette la mascherina dell'ossigeno al suo bimbo. Sorride pure lui. Ora, io mi domando, ma se l'aereo va a puttane che cosa c'è da ridere? E, soprattutto, le mascherine, a cosa servono? Dai,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510