VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Inter scatenata tra Ansaldi e Candreva (e incontra ancora il Sassuolo). Elkan blinda Pogba e parte la caccia al post Morata. Bologna grandi firme (più Di Francesco), Toro e Genoa primi colpi. Il mercato ci fa dimenticare la Nazionale

23.06.2016 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 41953 volte
© foto di Federico De Luca

Vabbeh, una bella partita di sicuro, quella dell'Italia non è stata. Consoliamoci allora con il mercato, che è stato, anche oggi, di sicuro più frizzante. Partiamo dall'Inter, protagonista di giornata.

Intanto è fatta per Ansaldi, che ha già fatto le visite mediche. Al Genoa andranno circa 3 milioni e mezzo di euro (più il cartellino di Laxalt, che il Genoa aveva già riscattato e che ora rientra nell'operazione). Al ragazzo tre anni di contratto più l'opzione per il quarto. Ma non è finita qui: perché continua la trattativa per Candreva. Il suo procuratore è andato a parlare con Lotito che ha ascoltato la modifica dell'offerta nerazzurra: si passa dai 16+2 ai 18 senza bonus. Il giocatore vorrebbe essere lasciato libero di andare, ora Lotito deve decidere se cominciare a parlare con l'Inter oppure se continuare a tenere duro per mantenere alta la quotazione del giocatore. Ma almeno un piccolo passo in avanti è stato fatto.

Tutto confermato invece per Berardi. C'è stato un incontro fra Ausilio (ds nerazzurro) e Angelozzi (ds del Sassuolo) in centro a Milano. Si è principalmente parlato di Ranocchia che al Sassuolo piace eccome. Ma l'Inter in prestito non lo cede, perciò se gli emiliani lo vogliono lo devono comprare. La novità in casa Sassuolo sono le parole del presidente Squinzi ai suoi direttori: dopo Vrsaljko non si muove più nessuno. No Berardi, no Acerbi, no Duncan. Il concetto è: non provate neanche a cederli, li abbiamo tolti tutti dal mercato. E il Sassuolo questo può permetterselo, considerando anche che dovrà approcciarsi per la prima volta con il palcoscenico europeo.

E' stata una giornata importante, come molte in questo periodo, per la Juventus. Intanto le parole di Elkann che ha confermato tutta la linea di Marotta di ieri: Pogba non abbiamo intenzione di venderlo. Ecco insomma la Juve la sua linea ce l'ha chiara. Questo non significa che il Real Madrid non farà offerte ma che si troverà di fronte una risposta non scontata. E senza fretta si comincia a programmare il dopo Morata, che potrebbe essere soggetto naturalmente a variazioni nel caso in cui veramente il Real dovesse affondare per Pogba. I nomi che si sono fatti in queste ore sono quelli di Alexis Sanchez, Cavani (se dovesse non rinnovare più con il PSG), Goetze (che però non convince più come a gennaio), Gabriel Jesus che la Juve sta seguendo da diverso tempo. E la sorpresa Immobile (che la Juve riprenderebbe in prestito e che ha il vantaggio di essere cresciuto nel settore giovanile Juventus). Di sicuro sarà una lista che si modificherà con il corso del tempo. Ma la Juve non è impreparata. Come non lo è sui giovani. Si sta profilando una sfida per Leonardo Morosini, del Brescia. La Juve vorrebbe chiuderla per 2 milioni e mezzo, tre milioni (ma bisogna aspettare che il Brescia ricapitalizzi). Altro giovane è Faragò del Novara: seguito molto da vicino, soprattutto dal Bologna ultimamente e su cui ha messo gli occhi anche il Sassuolo. Non escludiamo che la Juventus possa comunque inserirsi (anche in prima persona) e metterlo sotto la sua area di osservazione.

Giornata intensa anche per il Torino che ha trovato l'accordo con la Roma per l'acquisto a titolo definitivo di Ljajic (per 7/8 milioni) più il prestito con diritto di riscatto di Iago Falque. Lo spagnolo ha praticamente già detto sì, ora si aspetta la risposta del serbo per chiudere un doppio colpo per Mihajlovic. Mentre Glik è sempre più verso Montecarlo: offerti 9 milioni, il Toro ne vorrebbe almeno 11. Ma non siamo molto distanti.

Colpo del Genoa che ha preso Lucas Ocampos, talentuoso trequartista argentino del Marsiglia. Prestito gratuito diritto riscatto a 8 milioni. Ha già fatto le visite mediche. Le farà fra poco invece Di Francesco per il Bologna dal Lanciano per un milione e mezzo di euro circa. E continuano le grandi idee per l'attacco. Il nome che intriga di più è Giuseppe Rossi per il quale già si sono stati diversi approcci con il suo entourage. Poi Bigon sta lavorando a diverse piste interessanti: Suso, Iturbe, Edu Vargas e Nico Lopez. Per ora solo richieste di informazioni su cartellini e ingaggi, ma sono tutti giocatori che Bigon conosce benissimo.

La Roma mette Zabaleta come giocatore più interessante per andare a rinforzare la difesa in cima alla lista dei nomi usciti negli ultimi giorni. Nel frattempo ha rifiutato 15 milioni del Rubin Kaza per Sanabria (che piace, fra gli altri, anche al Tottenham).

Il Napoli continua a sperare nel sì di Lapadula, e continua a parlare con il Monaco per Fabinho (l'alternativa è sempre Meunier). Negli ultimi giorni rifiutati per Gabbiadini 25 milioni dallo Stoke City, mentre il West Ham se non riesce a chiudere Bacca, potrebbe virare proprio sull'azzurro.

Per Vrsaljko all'Atletico Madrid è tutto fatto: manca la firma del giocatore che verrà fatta durante l'Europeo.

Il Pescara guarda all'estero per rinforzare l'attacco: dopo il nome di Preciado ecco il tentativo per Matias Suarez, attaccante argentino dell'Anderlecht. Scadenza 2017, si cerca l'accordo prima con il giocatore e poi con il club. 68 gol e 62 assist in 241 partite con l'Anderlecht, ha 28 anni. In arrivo in biancoazzurro anche Cristante, dal Benfica in prestito.

Per il Milan bisogna aspettare la conclusione della vicenda societaria e la scelta dell'allenatore (ballano ancora Brocchi e Giampaolo). La Samp sta per chiudere Budimir e aspetta la risposta di Schick. L'Empoli è interessato insieme all'Udinese a Lasagna del Carpi, Davide Nicola rimane l'obiettivo numero uno per la panchina del Crotone. Ma bisognerà aspettare ancora.

Il Verona ha presto Wszolek dalla Samp e ha chiesto in prestito Bessa all'Inter. Ad Avellino hanno preso Omeonga dall'Anderlecht (centrocampista 1996), al Carpi piacciono Mbaye, Calderoni e Suagher, il Perugia tratta ancora Brighi e Vantaggiato, alla Ternana possibile a breve l'annuncio di Larini come ds.

Siamo nel pieno del mercato, nel pieno dell'Europeo. Tenetevi forte...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Montella, questo Milan ha bisogno di identità. Verona, in "Pecchiata" verso il baratro. Baroni, è stato bello... Juve e Napoli, avanti così! 25.09 - Quest'ultima giornata di campionato ci consegna diverse cartoline. Una da Milano: una volta l'Inter queste partite non le avrebbe mai vinte, invece, anche se non indovina la domenica giusta Spalletti fa punti. Nel calcio si dice: sono segnali. Seconda cartolina da Torino: Mihajlovic...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Troppe Serie A, il calcio sia riformato subito: chi ha la memoria corta non è De Laurentiis. Juve schiacciasassi e Higuain non è diventato un brocco mentre il Torino è ancora vittima degli eccessi di Mihajlovic. 24.09 - I campionati di Serie A vanno avanti. No, non c'è refuso e neppure stortura in questo attacco ma la pura e semplice, nonché amara, verità. La Juventus, il Napoli e la Roma sono da Champions. Inter e Milan degne di una lega d'alto spessore e perché no pure una Lazio mai doma nonostante...

EditorialeDI: Mauro Suma

Andrè Silva: a Suso era andata molto peggio. Moratti: ruolo operativo non significa quote. Napoli: e goditela una volta per tutte! 23.09 - C'è qualcosa di psicologicamente ossessivo e di calcisticamente patologico nei detrattori di Andrè Silva. Dopo la tripletta di Vienna, era la fine del mondo se un talento del genere non giocava contro l'Udinese. Dopo la Spal, è tornato un boomerang da usare contro la campagna acquisti...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Campionato falsato, subito la riforma e premio-promozione. I limiti dell’Inter, a gennaio uno fra Ozil, Draxler e Vidal. Juve, i nodi di un mercato modesto. Howedes rotto, Douglas Costa fantasma. Con Uva in Uefa l’Italia più forte 22.09 - Dopo cinque giornate è già abbastanza chiaro che il campionato è falsato. Facendo una proiezione, a dicembre, ma forse prima, la situazione sarà già ben delineata con 7-8 squadre in corsa per i posti che contano, quattro o cinque in lotta per non retrocedere e le altre (troppe) senza...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.