VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Editoriale

Inter tra riscatti, governo e sogni… Lazio-de Vrij, dipende da Lotito! Europa League, no alle seconde linee!

14.02.2018 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 17873 volte

L’Inter, seppur faticando, è tornata a vincere. Da oggetto misterioso, il giovane Karamoh si è trasformato in “enfant prodige”… Mentre Epic Brozovic ha iniziato una guerra con l’intero popolo San Siro (il croato è destinato a perdere, anche malamente), il 19enne francesino, ex Caen, è finito sotto i riflettori. C’è stato un altro ex Caen che aveva brillato nei suoi primi mesi italiani, tale Niang… Parallelismi a parte, Karamoh ha mostrato quella personalità che il tifoso interista pretende dai suoi giocatori in campo. Spalletti potrebbe aver trovato il campioncino che cercava, da affiancare a quel Rafinha dai piedi vellutati, in attesa che Lisandro Lopez convinca pure lui… Insomma, l’Inter è viva e punta in alto. Purtroppo, c’è anche chi rema contro la Beneamata. Dalla Cina sono arrivate pessime notizie: il governo cinese ha confermato la “stretta” sugli investimenti, all’estero, nell’entertainment e, per i cinesi, il calcio è entertainment, non, come da noi, “una questione di vita o morte”. E quindi? Quindi si profila un’estate di “mercato creativo” per il duo Sabatini-Ausilio. Primo problema: il riscatto di Karamoh, Rafinha, Cancelo e Lisandro Lopez. Per il francesino non ci dovrebbero essere grossi problemi, visto che, per “prenderlo in toto”, servono “solamente” sei milioni. Lisandro Lopez costerebbe tre milioni in più, per Cancelo e Rafinha c’è da svenarsi, soprattutto per l’ex Barcellona (bisognerebbe sborsare 35 milioni, non noccioline). Per Cancelo c’è da parlare, invece, con il Valencia (c’è di mezzo il cartellino di Kondogbia). Insomma, con Suning bloccato dal governo cinese (solo da quello?), la domanda è lecita: chi verrà riscattato? E, soprattutto, come? E per la categoria “sogni”? Dall’arrivo del colosso Suning, il popolo nerazzurro si attende il colpo “da novanta”. Per ora si parla di Lautaro Martinez, 20 anni, nativo di Bahia Blanca (mi viene in mente Ginobili dei San Antonio Spurs quando penso a Bahia Blanca). Un bel prospetto, non un campionissimo già affermato. Che il campionissimo affermato sia destinato a partire più che arrivare? Possibile… Vendendo uno tra Icardi (Real Madrid), Skriniar (Barcellona) e Perisic (Manchester United), l’Inter avrebbe i soldi per un discreto mercato (se partisse Maurito, per un super mercato) ma non avrebbe più uno dei suoi pilastri e non sempre si ha la fortuna di trovare dei Karamoh in circolazione…
Parlando di possibili cessioni eccellenti, normale pensare alla Lazio. Felipe Anderson, reintegrato dopo i fatti post Genoa, sarà ceduto (Napoli?), per de Vrij c’è solo da capire se andrà via a parametro zero o “regalando” al club biancoceleste dei milioni (strada più eticamente corretta ma difficilmente praticabile)… Tutto pare dipendere dal buon Lotito. Il patron biancoceleste non sembra tanto incline a riconoscere all’entourage del giocatore i sei milioni di euro che ballano (quanto servirebbe per trovare l’accordo definitivo sul rinnovo). L’olandese, dal canto suo, sa che, là fuori, ci sono tanti club pronti a fargli ponti d’oro per averlo in rosa il prossimo anno… Mai sottovalutare Lotito. E’ come James Bond, non muore mai. Lo possono ferire, malmenare, scaraventare giù da un palazzo di sei piani ma, alla fine, Lotito Bond trova sempre la strada per uscire, da ogni duello, anche il più impossibile, come unico e imperiale vincitore…
Che siano vincitori anche i club italiani ancora in corsa in Europa League. Abbiamo quattro squadre in gioco (su 32 rimaste, non tutte fortissime, per usare un eufemismo). Due di queste (Napoli e Lazio) sembrano favorire gli interessi del campionato (gli azzurri sognano lo Scudetto, i biancocelesti un posto in Champions League), l’Atalanta ha già fatto tantissimo (tutto quello che verrà ora, sarà un ulteriore plauso alla banda nerazzurra di Gasperini) e il Milan si sta ritrovando solamente ora (è ancora in fase di riabilitazione)… Eppure, non arrivare fino in fondo in questa competizione, soprattutto quest’anno, sarebbe un delitto enorme… Possiamo e dobbiamo essere protagonisti. L’Europa League si può vincere, si deve vincere. E’ un obiettivo concreto, reale, fattibile. Quindi, spazio alla formazione migliore, niente seconde linee (ma verrò smentito). Il Siviglia si è garantito la parte migliore della sua storia sui trionfi in Europa League, Monchi lo sa bene… Noi italiani, questa Europa League, l’abbiamo sempre snobbata. Ci piaceva la dicitura Coppa Uefa, fatichiamo a comprendere l’importanza della seconda manifestazione europea. Mi auguro che la fortuna assista le nostre rappresentanti, sarebbe fondamentale, per tutto il movimento italiano, portarsi a casa questo trofeo che riteniamo secondario (solo noi italiani, purtroppo). Ma si vince con le seconde linee? In teoria no…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Napoli-Juve, marzo sarà decisivo. Inter, che flop! Sassuolo, il problema era dietro la scrivania. Cuore De Zerbi e Bergamo Gasperini-Sartori sono ai titoli di coda… 19.02 - Se la Juventus non ha lasciato punti a Firenze e nel derby significa che il Napoli, per vincere questo scudetto, dovrà andare oltre la soglia del miracolo. Tuttavia, sembra chiaro che il campionato si deciderà a marzo, in un modo o nell'altro. Allegri e Sarri sono reduci da una pessima...

EditorialeDI: Andrea Losapio

I meriti di Gattuso o i demeriti di Montella? Borussia-Atalanta, che spot per il calcio. Un po' meno il Napoli in Europa League. Rosa lunga alla Juventus, ma se si fanno tutti male... 18.02 - In sala stampa a Dortmund, con i gol di Europa League che scorrevano in sottofondo, alcuni giornalisti tedeschi paragonavano Cutrone a Inzaghi. "Ci somiglia, eh?". Non può essere che lui l'uomo copertina del Milan di Gennaro Gattuso. Lui, invece, assomiglia tanto al Pioli della scorsa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Primavera Cutrone e Primavera Merrill Lynch. Juventus europea, stampelle e pareggio. Napoli provinciale, limiti e sconfitta 17.02 - Dalla Primavera rossonera arriva Patrick Cutrone e alla Primavera come stagione prossima ventura guarda tutto il Milan che sta lavorando per la propria nuova struttura finanziaria pre-Elliott e, possibilmente, post-Elliott. Insomma, pre ottobre 2018. Ci sono grandi novità in vista...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ecco perché la Juve non ha battuto il Tottenham. Mancano i campioni. Le grandi lontane. Campionato non allenante. Napoli, vai fuori dalla Coppa 16.02 - La Juventus può ancora ribaltare il risultato a Londra, è giusto pensarlo e crederlo. L’impresa è difficile, ma possibile, conosciamo bene il calcio e anche il carattere dei bianconeri. Il pareggio con il Tottenham però è stato liquidato troppo in fretta come un incidente di percorso....

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il calciomercato di oggi, i nomi di ieri. Quanto varrebbero ora i big che ci hanno fatto sognare. Da Ronaldo a Totti, da Maradona a Platini: ecco le loro valutazioni... 15.02 - Quando Totti ha detto (a Sky) che nel mercato di oggi varrebbe almeno 200 milioni di euro è scattato in testa a tutti il solito giochino. Ma quanto varrebbero ora i grandi campioni del passato, Totti compreso? Non è la prima volta che ci si pensa, non è la prima volta che si fa. Proprio...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter tra riscatti, governo e sogni… Lazio-de Vrij, dipende da Lotito! Europa League, no alle seconde linee! 14.02 - L’Inter, seppur faticando, è tornata a vincere. Da oggetto misterioso, il giovane Karamoh si è trasformato in “enfant prodige”… Mentre Epic Brozovic ha iniziato una guerra con l’intero popolo San Siro (il croato è destinato a perdere, anche malamente), il 19enne francesino, ex Caen,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il messaggio di Allegri e la firma “segreta”. Inter: una Kara spallata agli autolesionisti (e le voci dalla Cina...). Milan: il fallimento di chi tifa fallimento. Napoli: che musica l'orchestra Sarri, ma occhio al bivio. 13.02 - Ciao, sono reduce da Sanremo. Non c’ero mai stato. A Sanremo c’è l’Altra Sanremo. L’Altra Sanremo non si vede in televisione, altrimenti tutti direbbero “minchia! Altro che Sanremo!”. L’Altra Sanremo è un delirio di cene alle 2 del mattino, feste alle 3 e “festini” fino all’alba. C’è...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Un Napoli così vale il miliardo di euro... Rino, adesso arriva il bello. Inter, gioia e fatica. La favola Chievo mostra le prime crepe 12.02 - Siamo sempre esterofili. Amiamo la Germania per la birra e per gli stadi. Amiamo l'Inghilterra per il pubblico e per i soldi della Premier. Forse amiamo anche la Francia che ha un campionato mediocre, ma il PSG e la Torre Eiffel. Ora, però, una cosa la possiamo dire: in Italia abbiamo...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

In Europa resiste solo la Serie A grazie al miracolo Napoli. Bernardeschi come Dybala: c'è il marchio Allegri. Spalletti e Di Francesco: chi salta a maggio? 11.02 - Ha ragione Maurizio Sarri quando paragona la Juventus al Bayern Monaco. Lo dice la storia, la tradizione vincente e un fatturato che è completamente differente da quello delle altre 19 squadre di Serie A. In attesa del ritorno ad alti livelli delle milanesi, che ormai aspettiamo invano...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gattuso: il Milan dice la verità. Mazzarri: infierire est diabolicum. Sarri: su Ghoulam si gioca lo Scudetto. Mancini: la Nazionale la vuole davvero 10.02 - Gattuso non si conta. Gattuso si pesa. Senza sapere quanto dureranno e a dove porteranno i miglioramenti della squadra in campionato, senza sapere se il Milan andrà in finale di coppa Italia e senza sapere se supererà zero, uno o più turni di Europa League, Rino ha già convinto. Per...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.