HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Editoriale

Juve, addio eccellente… Milan-Donnarumma, nervi tesi! Inter, Spalletti ne boccia tanti. Neto a Napoli per rilanciarsi

07.06.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 58082 volte
© foto di Federico De Luca

L’amarezza per la pesante sconfitta in quel di Cardiff non si è ancora dissolta. L’eco del tonfo bianconero al cospetto del Real è ancora forte. Ma è necessario guardare avanti, ripartire, ritrovarsi. Il mercato, da questo punto di vista, è una gradita distrazione. La Vecchia Signora è scatenata, ha voglia di acquistare tutto e tutti. Se dovessimo dare ascolto a tutti i media, la rosa bianconera sarebbe già di 40/50 giocatori. In realtà, Marotta e compagni sanno cosa fare. Serve un grande centrocampista (Douglas Costa), un forte attaccante, possibilmente giovane (Schick), un portiere che non pretenda di giocare sin da subito (Szczęsny) e, quasi certamente, un erede di Bonucci (de Vrij). Sì, la Juventus rischia (e anche tanto) di perdere Bonucci. Conte, con cui Bonucci ha un eccellente rapporto, è pronto a fare follie per portarlo a Londra. Gli vuole offrire le chiavi della difesa dei Blues e la possibilità, con una squadra super attrezzata, di vincere quella Champions League che, in bianconero, troppe volte è sfuggita al fuoriclasse bianconero. A 30 anni suonati, Bonucci potrebbe accettare: sfida nuova, un contratto più ricco e Conte a guidarlo. Insomma, tanti motivi per accettare… Un addio che permetterebbe alla Juventus di incassare molti milioni (si parla di un’offerta di 55 milioni di euro), tutti da reinvestire nel mercato. Dura da accettare ma con una logica…
Meno logico il comportamento di Donnarumma. La Curva Sud lo ha “invitato” a dimostrare il suo amore per la maglia… La società (Milan) gli ha “intimato” di dare una risposta definitiva prima dell’inizio dell’Europeo Under 21 (ulteriore torneo per mettersi in luce a livello internazionale). Una situazione grottesca con Raiola nei panni del “padre padrone” e Gigio in quelli “del ragazzo che deve diventare uomo”. Personalmente, e lo ribadisco da tempo, trovo inaccettabile che un ragazzo di 18 anni, diventato star grazie al Milan, si prenda tutto questo tempo per dare una risposta al club che, di fatto, lo ha reso noto in tutto il mondo. Vero, uno con le sue qualità sarebbe venuto fuori comunque ma, grazie al Milan (e a Mihajlovic), è sbocciato prima del previsto, molto prima del previsto. Cosa risolverebbe il tutto? Una bella conferenza stampa in cui Gigio dimostra, a parole, la sua “voglia di Milan”, con buona pace di Raiola che, ne sono sicuro, avrà tempo e modo, in futuro, per “guadagnare” con Donnarumma…
Dal Milan all’Inter. Ormai è certo, toccherà a Spalletti rimettere in sesto il club nerazzurro e portarlo alla vittoria. Personalmente non sono convinto della scelta. Premessa: Spalletti è uno degli allenatori migliori in circolazione. Ciò che mi preoccupa è la sua tendenza a “strafare” fuori dal campo. La pressione a Milano, sponda nerazzurra, non sarà inferiore a quella di Roma, sponda giallorossa. Anzi, il popolo nerazzurro non ha più voglia di aspettare… Spalletti dovrà far volare l’Inter da subito. Per questo, spazio ad un’enorme rivoluzione. Pochi i giocatori, dell’attuale rosa nerazzurra, che potrebbero andar bene a Spalletti o, almeno, al suo modo di intendere il calcio. Forse solo due: Icardi e Perisic… Il resto è sacrificabile…
Chiudo con Norberto Neto. Quasi certamente andrà al Napoli. Lascerà la Juventus dopo due anni (22 presenze totali). Ho avuto la possibilità di intervistarlo più di un anno fa. Ricordo come, elogiando Buffon, sperava, comunque, di essere l’erede designato di Gigi. Ha cullato quel sogno a lungo ma, alla fine, si è arreso alla realtà dei fatti: Buffon è immarcescibile e lui, Neto, a 28 anni (il prossimo 19 luglio), ha troppa voglia di giocare. Comunque, grazie alla Juventus, è cresciuto, soprattutto come uomo. Ha sofferto a restare, a lungo, in panchina ma ha capito, guardando tutti i giorni un totem come Buffon, cosa serve per eccellere. Se dovesse andare al Napoli, Sarri avrà a disposizione un grande portiere che ha una voglia matta di rilanciarsi e, spiegare a tutti, che uno come lui non può fare il secondo a vita…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Sarri al Chelsea con Zola. E vuole Higuain. L’incontro con Abramovich. Napoli, arriva David Luiz. De Laurentiis, cento milioni sul mercato per Ancelotti. Inter, a luglio riproverà per Rafinha. Icardi può partire. Milan, mercato bloccato 25.05 - L’arrivo di Ancelotti al Napoli è il trionfo di Aurelio De Laurentiis e delle sue strategie. Da mesi, sott’acqua, con il sorriso sulle labbra e i complimenti pubblici a Sarri, in realtà aveva già annusato l’aria di divorzio e stava lavorando al futuro senza l’allenatore toscano. Proviamo...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il colpo di De Laurentiis: Ancelotti rilancia il Napoli e Napoli. E ora Sarri? Ecco la nuova Inter e tutti gli allenatori di A 24.05 - Ancelotti sbarca ufficialmente a Napoli. 3 anni di contratto a circa 5 milioni di euro. Con il suo staff al completo e con una gran voglia di tornare ad essere protagonista nel nostro campionato. Il presidente De Laurentiis ha fatto un grande colpo, ha riportato in Italia un grandissimo...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Ecco cosa rischia il Milan dalla Uefa: la scure del financial fair play pronta ad abbattersi sui rossoneri, e il salto all'indietro rischia di essere davvero triplo. Eppure c'era quel dettaglio che rendeva tutto prevedibile… 23.05 - E' andata come si sperava non andasse, o come si temeva, o come qualcuno aveva indicato: la Uefa ha rifiutato il settlement agreement, dopo aver in illo tempore rigettato il voluntary agreement, e ha rinviato il caso alla Camera. Decisione che è l'anticamera della sanzione nei confronti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Buffon a Parigi, Emre Can-Morata in arrivo. Inter: Icardi resta, solo uno tra Rafinha e Cancelo. Milan: i numeri (ottimi) di Gattuso e il “guaio” Donnarumma. Napoli: Sarri tra i soldi e il cuore 22.05 - È finito il campionato. Quando finisce il campionato c’è chi è felice e chi no. Poi inizia il mercato. Anzi, il mercato c’è a prescindere, anche a Pasqua. Solo che quest’anno per noialtri non c’è neppure il Mondiale e, quindi, c’è “più mercato”. Ci sono tifosi che al gol di Vecino...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve-Napoli: lo scudetto dei veleni. Milan, il bomber del futuro ce l’hai in casa. Parma, il volo del Faggiano. Verona, Marchetti la tua strada migliore 21.05 - Bare con nomi di calciatori, maglie offensive, cori inopportuni e via con il valzer delle schifezze. Bisogna saper perdere ma bisogna anche saper vincere. Non vale solo per la Juventus ma per tutti. Ha vinto la Juve e, allora, via con i fucili spianati su Torino. Avesse vinto il Napoli...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Rivoluzione Juve, ma solo in campo. Gli Scudetti sono 34. Valzer del moscerino: Napoli-Sarri, Inter-Spalletti, Lazio-Inzaghi, solo il Milan ci proverà per Conte (se salta la coppia Gattuso-Mirabelli) 20.05 - Ogni anno la stessa, identica, storia. Massimiliano Allegri sembra sulla graticola, poi vince lo Scudetto e la Coppa Italia - 4x4, complimenti - e rimane alla guida del club italiano più famoso. Anche nel mondo, dopo che l'egemonia Milan, dovuta soprattutto alle Coppe Campioni, è...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, nella lista anche Ilicic e Cristante. Il Milan non molla la pista Belotti. Lazio, idea Badstuber per la difesa 19.05 - Ancora 90 minuti e poi tutto sarà chiaro. La Champions è un traguardo fondamentale per il mercato dell’Inter, aiuterebbe sul piano degli investimenti, ma le strategie sono già definite. La partita di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio è insomma un crocevia. Il primo passo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon aspetta il Real. I retroscena del divorzio con la Juve. Allegri, ecco cosa vuole per restare. Sarri resta con un Napoli più forte: tutti i nomi nel mirino. Milan, Baselli al posto di Bonaventura 18.05 - S’era capito che Buffon non aveva nessuna intenzione di smettere, ma alla Juve non si fanno condizionare, i piani li fanno loro e non hanno sentito storie. Alla Juve ragionano con la testa fredda e non con il cuore caldo. “Anche se sei il capitano, anche se sei un mito, anche se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Incontro Sarri-AdL e le schiarite all'orizzonte: come può cambiare il Napoli? Buffon, l'addio e la chiusura di un'era, ma ne riparte un'altra. Le milanesi legate (anche) al risultato... 17.05 - Il tanto atteso faccia a faccia c'è stato e ora si può cominciare a ragionare sul futuro. Tutto sembra essere andato veloce come l'auto (del direttore sportivo napoletano Giuntoli) che è entrata e uscita da Castel Volturno fra un allenamento e l'altro. I tanti dubbi di questi giorni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Esclusivo: Balotelli festeggia la convocazione in Nazionale regalandosi il Marsiglia, è quasi fatta. Nel frattempo, ecco perché la scelta di Mancini è la migliore possibile 16.05 - Mario Balotelli tornerà lunedì prossimo in Nazionale, e festeggia la convocazione dopo 4 anni regalandosi la nuova squadra: l'Olympique Marsiglia. E' quasi tutto fatto tra i francesi e Mario. L'accordo di massima c'è, si vuole però ancora aspettare su sponda Balotelli perché Raiola...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy